pd_grande_logo«Continua il nostro impegno nella costruzione dell’agenda progressista per la città. Dopo il “City Act” lanciamo il piano “Cerignola 2015-2020”, un documento approvato all’unanimità dal direttivo di circolo di Cerignola e che sarà la bussola per le politiche del welfare. È un motivo per me di grande soddisfazione. Stiamo continuando a seguire la strada che ci siamo dati come Partito all’inizio di questo percorso propedeutico alle amministrative, puntando su tre direttrici fondamentali: lavoro, politiche sociali, legalità. È il sintomo che come gruppo stiamo maturando». Commenta così il Segretario del PD di Cerignola il lancio del documento programmatico per le Politiche sociali del PD di Cerignola, destinato a diventare un momento essenziale del programma per le amministrative 2015.

«Con questo documento intendiamo proporre alla città una serie di interveti chiari e mirati nel campo del contrasto alla povertà, della tutela dei minori e delle politiche di inclusione e valorizzazione di anziani, diversamenteabili e immigrati. Il documento è per questo- continua Sgarro- complementare al “City Act” sul lavoro presentato il mese scorso ed è stato già inviato a tutte le associazioni e alle parti sociali della città con l’intenzione di stimolare un pubblico dibattito sui temi e sulle soluzioni proposte. Un documento sul quale confrontarsi, da arricchire attraverso il dialogo e il confronto con gli attori del territorio, e che contiene una serie di interventi fortemente innovativi e di forte impatto sociale, in linea con la storia e le buone prassi del centrosinistra nazionale e regionale. Alla presentazione del  documento farà seguito un incontro di discussione aperto alla cittadinanza, coinvolgendo chi in questi anni ha innovato e profondamente cambiato il welfare pugliese, come la nostra concittadina Elena Gentile, impegnata in questi giorni nella campagna per le elezioni europee».

«Abbiamo fortemente voluto che il documento fosse disponibile per il 1° Maggio. Un modo per omaggiare la festa del lavoro e dei diritti, ma anche per riflettere su chi oggi lavoro e diritti non ha e su come impegnarsi concretamente per garantirli. Cerignola riparte solo se sosterremo una ripresa adeguata della domanda di lavoro e se saremo capaci di assicurare forme di sostegno al reddito e risposte reali ai bisogni primari dei suoi cittadini. Questa sarà la vera sfida per il PD – conclude il segretario di Cerignola-».

CLICCA QUI E LEGGI IL PIANO COMPLETO

2 COMMENTI

  1. Ma perchè credete ancora nelle favole?
    I nostri politici a Roma e non solo, non hanno intenzione serie di aggiustare l’Italia, ve lo volete ficcare bene in testa?
    Se
    davvero Renzi e tutto il resto volevano aggiustare il nostro paese,
    iniziava a dare innanzitutto un minimo di aumento ai pensionati che
    percepiscono 500 euro circa al mese, e non a chi già ne percepisce 1200 e
    tra questi anche ai sacerdoti,( roba da non crederci) un vero taglio
    alle macchine blù, come minimo doveva tagliarne il 70%, cosa che non è
    stata fatta, si sono liberati di un po di vecchi rottami giusto per
    buttarci un po di fumo negli occhi, un taglio alla politica doveva
    essere fatto seriamente, riduzione del 70% dei 20.000 euri che
    percepiscono al mese oltre ai benefici…..insomma c’è da farsi il
    sangue amaro..potrei fare un elenco all’infinitoooooooooooo!!!!!
    Bisognerebbe
    andare a ritroso di 30 anni e farci ridare i soldi indietro da tutti
    quei politici che hanno sbagliato tutto….tipo la Fornero.
    OHHHHH ma
    chi sbaglia deve pagare? Si o no..oppure a chi si e a chi no…ma in
    che paese viviamo….poi accusano i camorristi..secondo voi questa che
    cos’è..più camorra di questi.
    Bisogna mandarli via non a casa, questa
    è gente con un solo mestiere, quello del politicante per portare soldi e
    pensioni d’oro a casa.
    Questi pensano solo ai cacchi loro, pensano per i propri figli, e non alla comunità.
    Povera Italia, che continua a credere e a votare sta specie.

  2. Bene tutto quello che dici, ma non hai proposto nulla …. Mi associo al tuo sfogo sig. Aprite gli occhi però se non proponi nulla ecome se avessi parlato da solo.

Comments are closed.