foto corteoRabbia, sdegno, preoccupazione. Oltre alle terre, anche gli animi dei cittadini di Cerignola sembrano essere avvelenati all’indomani della scoperta dei rifiuti speciali tombati in una cava abbandonata a Borgo Libertà, nei pressi della Diga Capacciotti, a pochi chilometri dal centro abitato. Insieme a oli, amianto, rifiuti ospedalieri e probabile materiale radioattivo, le ruspe sembrano aver portato in superficie anche  i sospetti e le paure più cupe di chi su questa terra ci vive e  da tempo si ammala, vede morire impotente i suoi cari,  continuando a chiedersi il perchè. 

C’è rabbia e c’è soprattutto ansia di conoscere. Per questo, dopo la protesta virtuale scoppiata sui social network, i cittadini scelgono di scendere in piazza per manifestare e chiedere risposte agli amministratori.  Un folto gruppo di cittadini, riunitosi nelle scorse ore nel neonato “comitato contro l’avvelenamento dell’aria, della terra e dell’acqua”, ha indetto per domenica, alle ore 19.00, un corteo con fiaccolata che partirà da Piazza Duomo, per dire ‘no’ «a Cerignola, nuova Terra dei Fuochi»- dichiara a lanotiziaweb A.G, uno dei componenti del comitato. Non vuole che si riportino le sue generalità perchè- spiega- «il nostro è un movimento apartitico che dà voce ai cittadini tutti. La monnezza ha lo stesso colore e lo stesso odore per tutti e la salute e l’economia locale sono un bene comune che non deve avere bandiere politiche. Vogliamo  evitare che una questione di così grave rilevanza possa essere oggetto di sterile strumentalizzazione politica, specie in tempi di campagna elettorale. Vogliamo e pretendiamo però risposte da chi ci rappresenta, da chi avrebbe dovuto vigilare e cautelare tutta la cittadinanza».

«Non ci basta sapere che a Cerignola ci sono rifiuti “ad elevata pericolosità e più importanti di quelli trovati in altri territori ma non di massima pericolosità”- fanno sapere dal comitato- Prima ancora di chiedere opere di bonifica,  vogliamo sapere cosa e in che quantità è stato sversato illegalmente  nelle nostre campagne. Vogliamo una  mappatura più precisa e circoscritta del fenomeno,  un censimento delle cave abbandonate, un monitoraggio del territorio. Vogliamo conoscere i reali dati sui tumori. Vogliamo che il Sindaco, e non solo, in questo momento, ci dia risposte».

Intanto, nel corteo di domenica, nella giornata della Festa della Mamma, in prima fila,  ci saranno le mamme di Cerignola, specie le tante, come Lucrezia, a cui un tumore ha strappato dalle braccia  i figli appena bambini.  Accanto a loro scenderà tutta Cerignola. Attesi partecipanti anche dai centri limitrofi come Ordona e Apricena, in cui sono stati scoperti gli sversamenti illeciti e pericolosi della Camorra.  La Capitanata non vuole essere la nuova Terra dei Fuochi. Ma forse già lo è. 

 

12 COMMENTI

  1. Abbiamo scoperto che le cose non accadono solo agli altri. Ora comprendiamo che prima o poi gli altri siamo noi. E’ vero, forse non tutti i cittadini sono attenti a ciò che li circonda, ma quanti hanno la responsabilità della salute pubblica possibile che non controllino mai quel tale autoparco dove vi sono cumuli strani di macerie ed altro?
    Purtroppo in politica certi impegni sono solo promesse da campagna elettorale.
    Quelle che poi dopo lo spettacolino dei mudù di turno è facile far dimenticare.

  2. ORGOGLIOSO DI POTER PARTECIPARE ALLA MANIFESTAZIONE DI DOMENICA.
    SALVIAMO CERIGNOLA
    SALVIAMO I NOSTRI FIGLI
    BISOGNA URLARE SUL WEB ANCORA PIU’ FORTE.
    NOTIZIAWEB TI CHIEDO DI NON GRIDARE MA URALRE URALRE ANCORA SENZA SOSTA.

    un cittadino che ama la sua terra

  3. Quello che mi spaventa maggiormente, no è quello che è stato trovato, ma quello che non lo è ancora stato, e che forse non verrà mai svelato per non creare panico.
    Se per esempio scoprissero, o già sapessero che è più probabile, che in una zona
    edificata sono stati tumulati rifiuti, potrebbero mai dirlo?

  4. Oggi mia figlia mi ha detto mamma a Cerignola ci sono i rifiuti contaminanti io ho paura .Perche tutto questo,io mi chiedo dove erano i controlli per permettere tutto ciò .Basta Domenica tutti insieme e salviamo il nostro paese.

  5. gente svegliamoci!!!! qualche politico sapeva sicuramente di queste porcherie,ma stiamo scherzando migliaia di tir che arrivavano la notte a scaricare e nessuno ha visto nulla?? gli scavi x sotterrare tutti quei rifiuti sono stati fatti prima che la portassero e nessuno a visto nulla??credo nella giustizia divina e spero che pagheranno tutti x questi disasrti che commettono solo x incassare soldi che vergogna!!!miserabili e morti di fame!

  6. Che peccato anche da noi c’è questa emergenza povera Cerignola.Ma come possiamo prevenire questi fenomeni. ….

    • Cominciamo a punire i proprietari dei terreni dove sono stati sotterrati i rifiuti,con punizioni esemplari ( anni e anni di carcere) prevenire censendo tutti i terreni che sono predisposti a essere immondezzai della mafia perchè di quello si tratta, rendendoli non più idonei per quel traffico. MA PUNIZIONI ESEMPLARI A CHI PARTECIPA IN QUALSIASI MODO AL TRAFFICO; PROCESSARLI PER STRAGE:

    • Cosa c’è da prevenire? Ora c’è solo da rimediare, bonificare a spese della collettività, sperando che vogliano veramente rendere pubblici tutti i luoghi in cui sono stati tumulati i rifiuti.
      Chi sa, e sono in molti, anche anonimamente denunci alle autorità, poiché non
      capisco come possano vivere con il peso di essere complici di questi vili.
      La prevenzione andava fatta anni ed anni fa, che a mio parere non è stata voluta fare, perché le neoplasie si sviluppano con l’esposizione prolungata e con forti dosi di inquinanti, che assimiliano anche da ciò che ingeriamo.

  7. ma anche li mondizia sotteratta in città vicino alle case popolari, li nessuno va maiavedere?

  8. Arricchirsi sulla vita altrui.Vigliacchi.Che possiate finire il resto dei vostri giorni in una sudicia
    cella !

    • purtroppo i cattivi fanno il patto col diavolo ecco perchè hanno la vita più lunga dei buoni

  9. “ci stanno avvelenando”? ci stiamo avvelenando, piuttosto. Visto e considerato che quei rifiuti sono la dimostrazione palese del nostro scellerato stile di vita.

Comments are closed.