COVER-BOWERMANArriva finalmente in libreria l’atteso libro di Cristina Bowerman, chef dei locali romani Glass Hostaria (1* Michelin) e Romeo Chef&Baker ma anche e soprattutto esempio di donna, imprenditrice, cuoca che ha saputo trovare più volte la sua strada nella vita e nella carriera, senza mai lasciarsi fermare da ostacoli, paure e pregiudizi e avendo sempre il coraggio di andare “controcorrente”: dall’infanzia pugliese da “maschiaccio” alla decisione di lasciare la carriera forense per andare negli Stati Uniti, dall’essere la prima donna a lavorare nella cucina del Driskill Grill di Austin alla scelta di tornare in Italia, in piena epoca di “fuga di cervelli”.

Edito da Mondadori, Da Cerignola a San Francisco e ritorno non è (solo) un libro di ricette, né una vera e propria autobiografia. Tantomeno Cristina Bowerman ha la pretesa di dettare “regole” universali e da prendere alla lettera come garanzia di successo. Piuttosto, si tratta del racconto del suo inusuale percorso professionale e di vita attraverso memorie, piatti, aneddoti, letture e personaggi che per lei sono stati fonte d’ispirazione, con l’auspicio di poter essere a sua volta di stimolo e incoraggiamento per tutti coloro che vogliono intraprendere il mestiere del cuoco o che si trovano nella condizione di volere o dovere affrontare un cambiamento di vita, non necessariamente legato alla ristorazione.

Ecco quindi le “10 regole per osare” indicate da una donna che, le regole, le ha spesso infrante ma con consapevolezza e determinazione, accompagnate da 35 ricette dei piatti che maggiormente ne hanno segnato la carriera da chef. Se il libro ha volutamente un formato e un’impaginazione molto diversi da quelli dei tradizionali libri di ricette, per facilitarne la lettura come se fosse un romanzo o un saggio – alleggerita dalla presenza delle ricette e dalle illustrazioni ironiche e garbate ad opera di Alberto Rinaudo che aprono ogni capitolo – il sito www.cristinabowerman.com, creato per l’occasione e pensato come “appendice visiva” del libro, raccoglie invece le fotografie step by step di tutti i piatti con i passaggi più salienti delle diverse preparazioni, realizzate da Andrea Federici.