tirUn guasto al motore e l’assalto ad un tir viene meno. E’ quanto accaduto nel pomeriggio di ieri lungo la A14, all’altezza del casello di Cerignola dove un tir che trasportava un ingente carico di tabacchi è stato intercettato e bloccato da un commando composto da almeno 5 rapinatori.

La tecnica ed il modus operandi per mettere a segno l’assalto sono quelli di sempre: un commando di due auto di grossa cilindrata e composto da almeno cinque banditi ha bloccato il mezzo pesante e si è impossessato del tir e di tutto il suo carico, uscendo al casello di Cerignola est. Incappucciato e sequestrato il camionista, un cittadino polacco.

Tutto secondo copione, fino a quando nell’azione qualcosa è andato storto e il piano è fallito. L’autoarticolato, infatti, ha avuto un guasto e i rapinatori sono stati costretti ad abbandonarlo lungo la strada dopo poche centinaia di metri, rinunciando, di fatto, al bottino, rimasto al suo interno.

“Abbandonato” nel tir, tra le stecche di sigarette, anche l’autista particolarmente provato da quanto accaduto. Durante l’assalto, infatti, sarebbero stati esplosi alcuni colpi di arma da fuoco a scopo intimidatorio che avrebbero seminato il panico tra gli altri automobilisti in transito lungo la strada. Sull’accaduto sono in corso le indagini dei carabinieri e degli agenti del distaccamento della polizia autostradale. (tratto da foggia today)