“Questo è il primo confronto pubblico che il Pd promuove che porterà alle primarie per le regionali”. Così Luigi Presutto, coordinatore del Partito democratico di San Severo ha aperto il convegno “I Democratici per il futuro dell’Italia” con la partecipazione di Dino Marino, Elena Gentile e Pippo Civati. “Ci aspettavamo che Emiliano potesse essere il punto di riferimento in giunta per la riapertura del dialogo sul futuro della nostra città e, invece, per tutta risposta il sindaco Francesco Miglio continua a ribadire che la sua maggioranza è autosufficiente. Miglio non ha mai voluto dialogare con noi preferendo gli inciuci che hanno portato Marianna Bocola alla presidenza del Consiglio. È in questo clima che ho maturato l’idea di presentare ricorso al TAR sullo svolgimento delle elezioni amministrative. Sarà la magistratura a dire se Miglio ha vinto le elezioni legalmente”, ha affermato il consigliere regionale Marino.

Dopo un excursus sulle questioni nazionali e internazionali, l’europarlamentare Elena Gentile si è soffermata sulla situazione locale: “A Michele Emiliano diciamo che questo partito non è un albergo: non si può entrare e uscire a piacimento come è successo a San Severo. Marino ha fatto tutto ciò che un dirigente di partito avrebbe dovuto fare, indicando la strada delle primarie, partecipandovi riconoscendo la sconfitta alle amministrative e proponendo l’appoggio della coalizione di centrosinistra a Miglio. Gli è stata sbattuta la porta in faccia. Siamo reduci da dieci anni bellissimi di governo della Regione Puglia. Dobbiamo far capire ad Emiliano che il centrosinistra ha un perimetro e una sua storia. Possiamo scontrarci, discutere nelle primarie, ma non possiamo dare il la ad accordi abnormi. Dobbiamo recuperare l’attenzione alle questioni sociali”.
Sulla stessa lunghezza d’onda Pippo Civati: “Primarie, confronto, dialogo ma niente inciuci. Il centrodestra è un’altra cosa. La nostra visione dei processi di sviluppo, la nostra attenzione alle emergenze sociali vanno in direzione diametralmente opposta. E noi abbiamo il dovere di non dimenticare la nostra storia e il nostro percorso”.

7 COMMENTI

  1. Prima baci e abbracci……..poi………tutto il resto è noia.
    Questa è la politica.
    Sono semplicemente meravigliosi………..e il popolo ci crede ancora.

  2. Beppe Grillo, lo ha dichiarato a tutti gli Italiani, sono 7 anni che urla giustizia….oh ma gli Italiani sono proprio particolari…non avàst.
    Si vota Grillo e basta…per un vero cambiamento….diversamente?????
    Prepariamoci di notte a prendere qualche pulmann diretto in germania o all’estero…snò chèss c fànn crpèèèèèèèèè ngùùrppp.
    Speriamo che lo capite un po’ tutti.
    E stàmc.

  3. Il Partito Democratico, lo sostengo sin dalla sua
    nascita:non è né carne, né pesce. Ad
    acuire le sue contraddizioni interne si sono messe “le primarie”. Quelle che io sostengo sono la
    rovina di un partito. Nessuno,
    probabilmente mi crede al momento, ma fa
    niente!

    Le primarie, costituiscono la “moda” del momento. Come tale, dai
    partiti viene rispettata ed attuata. Proprio perché moda, il tempo poi ne
    trasforma il contenuto, Rinnovando se
    stessa, a sua volta da origine ad un’altra
    moda. Ma sempre temporanea essa rimane!!! Sarebbe oculato prenderne atto! Comunque…….

    In merito al contenuto dell’articolo. Se non ho capito male Miglio sarebbe il
    Sindaco PD di San Severo della quale Giunta fa parte Michele Emiliano. Marino, consigliere regionale PD , sarebbe da quanto si evince “civatiano”ed ora anche “gentiliano”,il quale ricorre al TAR per
    presunta irregolarità di svolgimento
    delle ultime elezioni amministrative. In
    pratica contro i suoi compagni di partito.
    Sarebbe una cosa d’altro mondo, di una inaudita assurdità. Questo a dimostrazione di quanto pericolose
    siano le primarie. Bandirle è quello che
    sento di suggerire a tutti i partiti!!!!

    4-8-2014

Comments are closed.