Dall’inizio dell’anno in corso è stata effettuata un’incessante attività di controllo dei depuratori dei comuni di tutta la provincia di Foggia da parte dei militari del Comando Provinciale dei Carabinieri di Foggia e della Capitaneria di Porto di Manfredonia, con l’ausilio dei tecnici ARPA del Dipartimento di Foggia.

Durante le operazioni di censimento e controllo degli scarichi autorizzati e non, sono stati eseguiti nr. 8 controlli presso diversi impianti depurativi pubblici situati nella Provincia, nei quali spesso si è potuto riscontrare delle anomalie delle determinazioni analitiche quali valori alterati relativi alla richiesta di ossigeno nelle acque di depurazione oltre alla presenza di metalli, tracce di inquinamento dovuto a sostanze di origine fecali.

Di conseguenza, sono state elevate nr. 9 sanzioni amministrative per violazioni al T.U. Ambiente di cui al Decreto Legislativo nr. 152/2006.

L’attività è partita da uno strumento di indagine fornito dal Comando Generale delle Capitanerie di Porto: il telerilevamento, da cui scaturiscono anomalie termiche, fonte di indizi circa presunti inquinamenti.

Da ultimo, nella prima settimana di agosto, con intento di consolidare le indagini in corso sulla qualità delle acque che si riversano nei principali Torrenti e corsi d’acqua collegati a loro volta al mare, il Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto ha inviato sul posto un nucleo di specialisti con l’impiego di un Laboratorio ambientale Mobile, che hanno effettuato diversi campionamenti di acqua di mare, dolce e reflua per l’esecuzione di analisi chimico-fisiche e microbiologiche. Particolari criticità sono state evidenziate a carico di alcuni depuratori privati esistenti lungo la riviera sud antistanti la foce del Torrente Candelaro, relativamente alla presenza di valori elevati di fosfati e nitriti. In merito a questi ultimi la loro presenza risulta essere indicatrice di inquinamento ed è frequente in molti composti chimici quali detersivi domestici ed industriali, fertilizzanti ecc.

Le attività di repressione in materia di tutela dell’ambiente marino, poste in essere dalla Guardia Costiera congiuntamente al Comando Provinciale Carabinieri di Foggia, continueranno ancora con maggiore incisività, tenendo presente che la salubrità delle acque e la tutela della salute dei cittadini da qualsivoglia forma di inquinamento rappresentano beni da preservare.

Questo slideshow richiede JavaScript.

4 COMMENTI

  1. Settore molto ma molto delicato, gli operatoti traggono profitti da far paura, chissaà perchè e come.
    Poi c’è quello dei fitofarmaci usati pure dai minorenni, e usati da adulti a dir poco minorati, che li usano in modo spropositato, il patentino per l’uso di veleni è identico anzi meno complicato del patentino per guidare un 50 di cilindrata.
    Ma cosa raccontiamo, qui in Italia siamo messi proprio male.
    Comunque i soli complimenti vanno alle foze dell’ordine che svolgono alla grande il loro dovere.
    Per il resto la politica italiana merita l’esilio a vita.

  2. vi posso dire per cognizione di causa che avete preso le foto migliori…….credetemi è molto peggio…….

  3. …sono pienamente in accordo con ” Poveri noi ” !!! La cosa che fà ancora più rabbia è che non solo creano un enorme danno ma non si rendono conto, o non vogliono, che così facendo deturpano, inquinano e distruggono una risorsa unica: il mare e con esso il turismo.
    Una opacità di visione o una consapevolezza a che le cose vadano così: pensiamo diversamente…pensiamo se si fosse valorizzato al massimo la risorsa…fiumi di gente che verrebbe da maggio sino a settembre, tratte aeree che porterebbero i turisti europei a godersi in totale TRANQUILLITA’ le nostre bellezze, a spendere, a divertirsi, ad assoporare i nostri prodotti tipici, percorsi culturali fatti ad hoc, dalle visite guidate alle saline, a centri di benessere, centinaia di persone che lavorerebbero tranquillamente…invece no, succubi dei palazzinari, di una agricoltura selvaggia, di stupide persone che inquinano il territorio…succubi di persone di maleaffare, dediti solo ai loro miseri ma molto proficui interessi personali: fin tanto che la politica è solo portare consensi per favorire il proprio CLAN sarà sempre così…o forse è sempre stato così…peccato, vermante peccato

Comments are closed.