Giovanni GiannatempoNew Delhi apre le porte a due dottorandi del Dipartimento di Medicina Clinica e Sperimentale dell’Università degli Studi di Foggia, all’interno del convegno Annual World Dental Congress organizzato dalla Fédération Dentaire Internationale (World Dental Federation), Giovanni Giannatempo e Mario Dioguardi hanno partecipato come rappresentati della divisione universitaria diretta dal Prof. Lorenzo Lo Muzio. Si tratta di un vero rapporto stretto instauratosi tra Italia e India dallo scorso marzo e proseguito fino al 9 settembre data nella quale i due giovani ricercatori sono volati nella capitale indiana per provarsi in un congresso di portata mondiale. In occasione della World Oral Health Week – Settimana mondiale della salute orale – organizzata dalla Fédération Dentaire Internationale in collaborazione con la International Association of Dental Students, infatti, venne indetto un concorso mondiale destinato agli studenti di odontoiatria per la migliore organizzazione e la migliore fotografia scattata durante l’appuntamento foggiano. A questo concorso hanno partecipato progetti provenienti da tutto il mondo, 27 Paesi, ma sono stati premiati solo i due ritenuti migliori da una giura di indubbio valore: uno presentato dal Sudan, mentre l’altro è stato il progetto presentato dall’Associazione degli Studenti di Odontoiatria (Aiso) di Foggia.

Com’è facile immaginare, il premio di quella kermesse consisteva proprio nell’invito a partecipare, con una piccola delegazione, all’Annual World Dental Congress a New Delhi. L’Università e l’Aiso di Foggia hanno quindi stabilito che i delegati che meglio avrebbero rappresentato gli autori del progetto premiato sarebbero stati i due dottorandi di ricerca afferenti al Dipartimento, entrambi laureati in Odontoiatria e Protesi dentaria. Infatti, da tre anni circa il cerignolano Giannatempo coordina un gruppo di studenti, assieme ai colleghi Michele Sarcina e Francesca Corrado, per la prevenzione nelle scuole. Un successo che si è materializzato con la vittoria di questo premio, come precisa lo stesso a lanotiziaweb.it: «Questo premio parte da molto lontano poiché da quando ho cominciato i miei studi dottorali mi sono interessato alla prevenzione dentale sui giovani. Abbiamo, infatti, visitato numerose scuole, anche a Cerignola – nei plessi della Scuola Divittorio, del Circolo Carducci, della Primaria Aldo Moro, e dalle Suore di San Vincenzo -, per sensibilizzare i bambini sul tema. Su dieci mila partecipanti, come ogni anno accade in questo concorso, siamo stati premiati noi e perciò invitati al gran galà di New Delhi. E’ stata la prima volta per l’Italia e questo per me è motivo d’orgoglio e grande soddisfazione. Volevo, infine, ringraziare tutti coloro che collaborano con me e che hanno permesso che tutto ciò si realizzasse: Victor Luca Palumbo, Anna Maria Taurino, Roberta Campa, Gianluigi Valente, Francesco Hizam, Donatella Perrone, Francesca Flauret, Carlo Caponio, Gaetano Illuzzi, Corrado Mangione, Giorgia Capocasale, Giuseppe Troiano, Danilo Laguardia, Claudia Arena, Assunta Urbano, Andrea Visconti, Vito Marchitelli, Clizia Franchelli».