foto Giulia Di Michele

Prima sconfitta nel campionato di B2 femminile per la Cav Libera Virtus: a Salerno, la Orakom Royal si impone 3-0 (25-16; 25-21; 25-17 i parziali). Il tecnico Drago conferma in blocco la formazione dell’esordio: Alfieri al palleggio e Di Carlo sulla diagonale; Martilotti ed Annese di banda; Tralli e Piemontese al centro e Tribuzio libero. Le campane di Sarcinella in campo con: Sciscione in regia e Passaseo opposto; Verona e Torrisi laterali; Matte e Buonocore sottorete e Lanari in difesa. Dopo aver osservato un minuto di raccoglimento per un lutto che ha colpito la giocatrice di casa Serban, la partenza migliore è proprio di Salerno (5-1), con Drago immediatamente a chiamare timeout: Matte colpisce in fast e la Orakom si porta sull’8-3. Molto ben piazzata in seconda linea, laq compagine salernitana continua a collezionare punti con Passaseo da posto 2: la Cav recupera qualche lunghezza, ma alterna buone cose ad evidenti errori; con un ottimo turno di Alfieri al servizio, le ospiti tornano sotto (15-11), ma le rosablu gestiscono il vantaggio iniziale e non soffrono per portarsi in vantaggio. La seconda frazione vede un registro differente: le ofantine sbagliano qualche battuta di troppo, ciononostante riescono a portarsi avanti (5-6): il gioco si sviluppa prevalentemente in funzione dei martelli, con la Libera Virtus adesso presente più assiduamente a muro. Le schiacciate di Verona riportano Salerno ad allungare (14-11), c’è però la pronta risposta di Martilotti per la parità: diverse imperfezioni delle ragazze di Drago lasciano le padrone di casa avanti, pur tuttavia anche la Orakom è imprecisa. Sui palloni che contano, il sestetto locale riesce a venir meglio fuori: il coach gialloblu sbraita abbondantemente in panchina, ma non basta per invertire la rotta.

In avvio del terzo set, cartellino rosso per Tribuzio, su una palla giudicata a segno sul campo di gioco ma che in realtà il libero aveva nettamente tirato su: condizionate mentalmente anche da questo episodio, le cerignolane subiscono l’iniziativa avversaria con una Matte sempre ad alti livelli (6-1). Torrisi -così come Passaseo- fa sponda con le mani del muro, la Orakom fugge via (14-7): le bande virtussine sono molto sollecitate in ricezione e ne viene limitata in qualche modo la capacità offensiva; è Di Carlo a dare una scossa, con la Cav che si riavvicina (16-13), ma che non ha la forza di completare lo sforzo e rientrare definitivamente. Buonocore dai nove metri si insinua nelle maglie difensive e la squadra foggiana si disunisce, lasciando il periodo e l’intera posta in palio alle salernitane. Un ko che per certi versi poteva essere messo in preventivo, al cospetto di una delle candidate alle prime posizioni che ha confermato il suo valore: troppo altalenante le prestazione di Cerignola, che non è riuscita ad impensierire con maggiore pressione le rivali. Per la Cav ora, domenica prossima turno casalingo al “Dileo” contro l’Accademia Benevento, che ha piegato al tiebreak l’Asem Bari.

Ecco il tabellino della Cav Libera Virtus Cerignola, con le giocatrici andate a referto ed i relativi punti realizzati:

Alfieri 4, Di Carlo 11, Martilotti 12, Annese 5, Tralli 6, Piemontese 2, Tribuzio (libero).

CLASSIFICA ALLA SECONDA GIORNATA

Europea 92 Isernia, Orakom Royal Salerno 6; Megaride Napoli 5; Gsi Sepim Potenza, Volare Onlus Benevento, Cav Libera Virtus Cerignola, Accademia Benevento, Ingest Montescaglioso, Fiamma Torrese 3; Pallavolo Femminile Ugento, Acqua Amata Turi, Asem Bari 2; Centro Ester Napoli 1; Comes Taranto 0.