Ad aprire il corteo a Bari (una delle venti città d’Italia in protesta, ndr) sono i precari dei vigili del fuoco. Una manifestazione contro il Job Acts del governo Renzi che percorrerà le strade del centro pugliese da piazza Umberto fino alla presidenza della Regione dove – da quanto annunciato – si incateneranno. Con  loro i lavoratori precari, gli occupanti del Ferrhotel e il collettivo “Rivoltiamo la precarietà. A Renzi l’accusa di essere – come si dice a Bari – «caric’ a chiacchier’».

Sono circa 3mila i manifestanti scesi in piazza e quasi la metà di loro è composta da studenti delle scuole superiori che hanno risposto all’appello dell’Uds per protestare contro la buona scuola del ministro Giannini e del governo Renzi. “La vostra buona scuola è il nostro peggior futuro” è lo slogan del giorno.