Foto pagina Facebook Olimpica basket

Gara che si pronosticava ostica a Brindisi e, nonostante il divario finale, in effetti è stata ostica e spigolosa. Bisognava affrontarla con la determinazione giusta senza concedere nulla in termini di concentrazione e di approccio e, tutto sommato, la squadra anche stavolta ha risposto presente. Si inizia con basse percentuali al tiro, la buona difesa ospite concede il primo punto alla squadra di casa dopo più di quattro minuti di gioco ma l’olimpica non ne approfitta e chiude il primo quarto con sole due lunghezze di vantaggio. Percentuali basse e ritmi piuttosto lenti caratterizzano anche il secondo quarto anche se minuto dopo minuto il vantaggio degli ospiti inizia a crescere con le incursioni di un sempre più convincente Vuovolo e un paio di triple di Castoro. Ma al rientro dalla pausa lunga cambia la musica. Coach Russo dispone la squadra in modalità pressione tutto campo per tutto il terzo quarto e Brindisi va in pallone. Palloni recuperati, velocità, transizioni rapidissime tramortiscono i locali e manda a nozze gli incursori Cerignolani che in poco più di cinque minuti chiudono definitivamente la gara. Il gioco preferito dall’Olimpica esalta le caratteristiche dei vari Castoro, Panaggio, Padalino e del lungo Spud Truvillon che non disdegna di correre e concludere veloci contropiedi. Tiene molto bene il campo anche il giovane Angeramo chiamato in campo nei momenti caldi della gara. Fin qui tutto bene ma, come ormai accade in ogni gara, a guastare la festa una “spallata” che “stende il malcapitato Padalino che si procura una sospetta lesione alla costola. Ormai non si contano più gli infortuni quest’anno ma l’Olimpica continua a vincere dando prova di essere una squadra condotta bene e con tanto tanto cuore. Sabato prossimo arriva al Paladileo un’altra corazzata la Valentino Castellaneta reduce dalla convincente vittoria contro Manfredonia. Sarà un’altra battaglia, ma davanti al pubblico amico l’Olimpica Fertech avrà un alleato in più che sicuramente si presenterà chiassoso e numeroso.

INVICTA BRINDISI 61 OLIMPICA FERTECH 88

12-14 8-13 14-32 27-29

OLIMPICA: Castoro 19, Truvillion 16, Panaggio 21, Vuovolo 12, Padalino 12, Angeramo 5, Visaggio 4, Digiorgio, Russo A., Russo L. All: A. Russo.

CONDIVIDI
  • pippo

    Si tutte corazzate ma per piacere,castelolaneta giocano solo ragazzi del posto senza stranieri senza spendere soldi e preparandosi al prossimo campionato visto che in 9 squadre faranno lo stesso campionato il prossimo anno.