Una festa di sport, ma sopratutto di solidarietà. Questa la cornice dell’odierno pomeriggio allo Stadio Monterisi, dove l’Audace Cerignola ha giocato in amichevole contro il Barletta Calcio, formazione che milita nel Campionato di Lega Pro. E’ finita con un pareggio (2-2), nonostante il divario tecnico tra i due club. Obiettivo vero del match raccogliere fondi per la piccola Sara, una bambina cerignolana bisognosa di cure costose.

Sono stati raccolti, e devoluti interamente alla famiglia della piccola, circa 1700 euro, con uno stadio che ha visto anche la presenza di diverse scolaresche per un totale di circa 800 spettatori. “Come noi ultras devi lottare, Sara non mollare” lo striscione esposto dagli Ultras cerignolani.

Per tutto il primo tempo i ragazzi di mister Gallo – in formazione titolare – hanno dominato, impedendo al Barletta di esprimere il proprio gioco e realizzando anche il doppio vantaggio con le reti di Lombardi e Lasalandra. La prima marcatura generata da un cross di Auciello e incornata di Lombardi; la seconda frutto di un inserimento di Lasalandra ben servito dal solito Morra. Nel secondo tempo, poi, con molti cambi da ambo le parti, i biancorossi sono riusciti a rimontare pareggiando su due calci da fermo.

Soddisfatta la Dirigenza dell’Audace Cerignola, non solo per il contributo dei cittadini cerignolani ad una causa così nobile, ma anche per la prestazione di livello della squadra. Tenere testa ad una simile formazione (il Barletta, ndr) vuol dire esser squadra e avere capacità di far sintesi delle proprie potenzialità tecniche e tattiche, utili ad interpretare al meglio qualsiasi incontro.