CERIGNOLA – Dalla prossima settimana partirà una nuova tranche, la quarta in due anni, di costruzione di nuove rampe per disabili e apposizione di paletti dissuasori di parcheggio.
L’iniziativa discende dall’approvazione di una mozione ad hoc, presentata in Consiglio comunale dai consiglieri Gianvito Casarella e Nicola Netti, approvata all’unanimità dall’assise comunale nel novembre 2010. In sostanza, da quella data si applica la legge che vuole che il 5% degli oneri di urbanizzazione siano impiegati per l’abbattimento di barriere architettoniche in città. Un primo risultato si ebbe a luglio 2012, a febbraio scorso la seconda tranche, a maggio la terza, ora la quarta. A fronte di pii intendimenti verbali, quindi, la concretezza nel reperire fondi e procedere con gli interventi in maniera ciclica, periodica.
Come per le precedenti esperienze, ruolo fondamentale è ricoperto dall’associazione Superamento Handicap di Simone Marinelli, che ha affiancato nuovamente l’amministrazione nella individuazione delle postazioni da cui ricavare scivoli e in cui apporre i dissuasori.
“Mai nessuna compagine amministrativa – riferiscono Casarella e Netti – ha mai prestato tanta attenzione all’abbattimento delle barriere architettoniche. Attraverso piccoli ma periodici interventi, stiamo creando una città a misura di disabile. Siamo partiti dal centro, e l’obiettivo e spostarsi pian piano nelle periferie. Ma abbiamo trovato una situazione pressoché all’anno zero. Tanto ancora c’è da fare, pur se in questi due anni tantissimo è stato fatto, a cominciare dal fatto di istituzionalizzare l’applicazione di una legge apposita. I percorsi per i disabili sono meno impervi rispetto al passato, mentre occorre incidere con decisione sulla mentalità della popolazione. Davanti ad una rampa non si può parcheggiare, che ci sia il paletto o no. E i trasgressori devono essere sanzionati senza alcuna indulgenza dai Vigili urbani”.
  • italicus2

    Oltre a costruire corsie x disabili bisognerebbe fare dei corsi ai suddetti x circolare in modo consono e rispettoso della circolazione.non voglio fare polemica ma i ns disabili sono perfettamente livellati al comportamento stradale dei ns concittadini,cosiddetti abili,nel trasgredire le basilari regole stradali come circolare sulla pubblica via,non usare le zebre x attraversare,circolare senza dispositivi luminosi e via dicendo.che fà aspettiamo il morto e poi ci facciamo una discussione?

  • Pingback: Riabilita il Domani – Cerignola. Casarella – Netti: “Quarta tranche di rampe per disabili a Cerignola”()