Il Consiglio Comunale di Cerignola tornerà a riunirsi giovedì 11 dicembre, alle ore 16, in seduta straordinaria pubblica. Il punto più importante all’ordine del giorno è la discussione e l’approvazione dell’assestamento di bilancio, operazione mediante la quale si attua la verifica generale di tutte le voci di entrata e di uscita, compreso il fondo di riserva, al fine di assicurare il mantenimento del pareggio di bilancio. Le operazioni di riequilibrio della gestione finanziaria sono state rese necessarie, in particolare, da alcune variazioni al bilancio aventi per oggetto una diversa destinazione o integrazione delle risorse previste nel Bilancio annuale di Previsione 2014 e del Bilancio pluriennale 2014-2016, e dalla presenza di debiti fuori bilancio da riconoscere, riguardanti i settori Cultura e Sport, per 189.526 euro; Lavori Pubblici e Manutenzioni per 80.283 euro, e Contenzioso per 200.391 euro, per un importo complessivo di 470.201 euro. Acquistano un certo rilievo, tra le variazioni di assestamento relative alle entrate, alcuni finanziamenti ministeriali concernenti i servizi sociali: 1.646.120 euro per il programma di servizi di cura per l’infanzia e 643.735 euro per il programma di servizi di cura per gli anziani. In arrivo fondi anche dalla Regione Puglia: 216mila euro per il progetto “Vita Indipendente”; 276mila euro per finanziare le attività da realizzare nell’ambito del Piano per le Politiche Sociali; la quota di 318mila euro prevista per il 2014 per il Comune di Cerignola dal Fondo Nazionale per le Politiche Sociali; quella di 288mila proveniente dal Fondo Nazionale per la Non Autosufficienza; 19mila euro per i Buoni Servizio di conciliazione per l’infanzia e l’adolescenza ed altri 18mila euro per l’Assistenza Domiciliare Integrata.

Il Consiglio si occuperà, infine, dell’istituzione della DE. C.O. (Denominazione Comunale di Origine), con l’approvazione e l’adozione del relativo regolamento. Si tratta di un riconoscimento concesso dai Comuni italiani a prodotti collegati ai territori di appartenenza, senza sovrapposizioni con le denominazioni di origine: uno strumento di tutela e valorizzazione delle produzioni tipiche del mondo agricolo, dei piatti della tradizione e dei prodotti artigianali d’eccellenza.

  • gino

    ma fate uscire un po di lavoro se cela la fate grazie

  • Pietro S.

    Pappateveli tutti voi carissimi Politicanti, li meritate tutti!!!!! Al popolo di Cerignola un calcio nei fondelli!!!!! Fate come avete sempre fatto, tanto vi rivoteranno lo stesso!!!!!!