I Carabinieri della Stazione di Cerignola hanno tratto in arresto in flagranza di reato IZZI Giuseppe, 24 anni, per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, nello specifico cocaina e hashish. Gli investigatori monitoravano la piazza di spaccio ove il soggetto era solito esercitare la sua attività illecita. In poco tempo, dato il frequente via vai degli acquirenti, la dinamica dello spaccio era chiara. Lo spacciatore, tra una vendita e l’altra, giocava a calcio balilla con un biliardino che lui e i suoi amici avevano provveduto appositamente a portare in loco. All’atto della vendita il soggetto, dopo aver incassato i soldi, si recava vicino una ringhiera metallica e prelevava lo stupefacente da vendere. Il metodo scelto per occultare la sostanza era molto ingegnoso, i contenitori ove era depositato lo stupefacente erano, infatti, costituiti da cilindretti metallici con annessi dei magneti uniti insieme da nastro isolante. I contenitori con all’interno la droga si mantenevano così attaccati all’inferriata, a portata di mano per lo spacciatore. Osservata la situazione, i Carabinieri decidevano di intervenire fermando un’acquirente, che veniva trovato in possesso di una dose di cocaina appena comprata. Veniva quindi fermato l’IZZI Giuseppe e i Carabinieri rinvenivano nei cilindretti 15 grammi di cocaina divisi in 26 dosi e 70 grammi di hashish divisi in stecchette e nella sua disponibilità 90 euro in banconote di piccolo taglio frutto dell’attività di spaccio. L’arrestato è stato sottoposto ai domiciliari.

 

Questo slideshow richiede JavaScript.