L’Audace Cerignola ottiene un pesante successo in casa della Polisportiva Sammarco (0-1), nella 12ma del campionato di Prima categoria: confermate le previsioni della vigilia, che vedevano un impegno ostico per i ragazzi di Massimo Gallo, come poi effettivamente accaduto sul sintetico del “Tonino Parisi”. Fra i titolari, c’è il rientro dal primo minuto per Dipasquale: Borrelli è il terzo di difesa e Capocefalo prende il posto dell’indisponibile Auciello. Abbastanza lunga la fase di studio fra le due formazioni, anche se sono gli ofantini ad avere le migliori occasioni, come già al 9′: Dipasquale svirgola a centro area, su una mischia scaturita da un corner. Daniele Amoruso vede deviata in calcio d’angolo una botta al 18′, mentre cinque giri di lancette più tardi è sempre il rientrante capitano gialloblu a far gridare al gol: una splendida ripartenza porta Lombardi a crossare dalla sinistra sulla testa dell’attaccante, la cui capocciata si infrange contro la traversa. Tre cartellini gialli mostrati dall’arbitro barlettano Spina a metà primo tempo, a testimonianza dell’agonismo che ha caratterizzato la sfida: i padroni di casa non preoccupano Vurchio, ma sono molto ben disposti in campo e ben accorti sulle marcature. Dipasquale ancora vicino al gol al 32′, con il portiere del Sammarco a respingere in qualche modo il tentativo del cerignolano.

La Polisportiva inizia il secondo tempo infondendo grande pressing e determinazione: Bruno crea scompiglio, la difesa con Colangione allontana il pericolo. L’esterno granata Ramunno manca una favorevolissima occasione, ciccando il diagonale propiziato da un errato disimpegno in retroguardia. Una nuova incursione di Gaggiano palesa le difficoltà di un Audace che sembra alle corde, tuttavia una delle caratteristiche di una capolista che si rispetti è il cinismo: da un lungo rinvio di Vurchio, la voglia di crederci di Morra è premiata da un beffardo colpo di testa, che castiga la dormita della coppia centrale sammarchese (59′). Il Cerignola prova ad addormentare la partita, mentre il subentrato La Torre causa nuovi grattacapi: l’avanti locale centra il palo con una punizione mancina (forse impercettibilmente deviata da Vurchio) e realizza il possibile pareggio, annullato dal sig.Spina per fuorigioco. Nell’ultimo quarto d’ora la sfida si innervosisce e numerose sono le scaramucce sparse per il rettangolo di gioco: finale ancora aperto, Schiavone al volo trova la risposta di Longo all’86’, ma il risultato non cambierà fino al triplice fischio. Sammarco castigato da una unica disattenzione e che esce a testa alta, avendo creato diversi problemi alle “cicogne”: di contro, Audace che esce vittoriosa da una giornata complicata ed in certi casi è preferibile la sostanza alla forma. Nell’ultimo turno prima della pausa natalizia, domenica prossima, al “Monterisi” renderà visita lo Sporting Daunia Foggia, oggi a riposo.

POLISPORTIVA SAMMARCO-AUDACE CERIGNOLA 0-1

Polisportiva Sammarco: Longo, Villani, Di Iorio, Piano, Gualano (60′ Marchitto), Gemma, Ramunno, Nardella (49′ Cristofaro), Bruno (70′ La Torre), Cursio, Gaggiano. Allenatori: Cursio-Radatti.

Audace Cerignola: Vurchio, Borrelli, Lombardi, Schiavone, Colangione, Matera F., Morra, Amoruso D., Dipasquale (83′ Giuseppe Grieco), Lasalandra (62′ Amoruso F.), Capocefalo. Allenatore: Giuseppe Crudele (squalificato Massimo Gallo).

Rete: 59′ Morra.

Ammoniti: Longo, Di Iorio, Bruno (S); Borrelli, Schiavone, Lasalandra (AC).

Angoli: 4-6. Recuperi: 3′ pt, 5′ st.

Arbitro: Spina (Barletta).

CLASSIFICA ALLA DODICESIMA GIORNATA

Audace Cerignola 34; San Marco 28; Reali Siti Stornarella 25; Polisportiva Sammarco 20; Omnia Bitonto, Virtus Molfetta 18; Atletico Stornara 17; Audace Barletta 15; Sporting Daunia Foggia 14; Nuova Andria 13; Ultrattivi Altamura, Sibillano Bari 12; Rocchetta Sant’Antonio, Minervino Murge 9; Bitetto 8; Tre Torri Calcio Torremaggiore 7; Margherita Terme 4.