Una grande vittoria quella ottenuta sabato scorso dalla FMISHOP PALLAVOLO CERIGNOLA contro la temibile Robur Bitonto, formazione che prima del turno che l’ha vista sconfitta, militava al terzo posto del Campionato di Serie D girone A, precedendo proprio le ragazze del Presidente Lapollo. Ma andiamo con ordine: nel primo set, Mr Valentino schiera il “solito” sestetto, che finalmente rivede il ritorno del libero Rosaria Rubino in campo dopo uno stop di 15 giorni, Fagnillo al palleggio, Capitan Tortora opposto, Montenegro e Dangelo laterali, Mancino e Dirienzo Centrali; la Robur Bitonto, allenata da Mr Ciaccia scende in campo con le sorelle Berardi, Lombardi, Delucia, Lovero e Martino, De Pinto libero. Inizia la gara, con un buon numero di tifosi sugli spalti: subito Capitan Tortora fa intendere di essere in serata di grazia e si mette la squadra sulle spalle ma sono gli errori in battuta delle “pantere fucsia” a mantenere in coda il Bitonto. Ancora Cerignola (15-9) e ancora errori al servizio permettono alle ospiti di rimanere aggrappate al set. Montenegro sale in cattedra e cerca di creare il gap decisivo, ma non basta…tanti gli errori gratuiti delle cerignolane e Mr Valentino costretto a chiamare il time out per riordinare le idee (20-18): esito sperato! Tortora in attacco fa male, Mansi entra su Dirienzo al servizio e set messo in cassaforte 25 a 20 senza tanti affanni. Nel secondo set, filotto iniziale delle “pantere” (7-1), poi sua Maestà Tortora sfodera colpi di gran classe prima in attacco e poi in battuta (11-4). Sembra fatta ma le cerignolane si ritrovano a fare i conti con l’orgoglio di una Robur mai doma (13-10). Sul 15 a 11 entra Dell’Olio per Fagnillo, perché serve esperienza nella gestione degli attacco e la scelta del Mr si rivela giusta: allungo importante delle ofantine (18-12) e Bitonto alle strette. Partita che rimane intensa che mette in difficoltà anche l’arbitraggio, il quale commette alcuni errori di valutazione da una parte e dell’altra, che rende indecifrabile questa fase del match e che permette soprattutto alle ospiti di ritrovare il bandolo della matassa (20-17). Rientra Mansi su Dirienzo, Dell’Olio decide di incantare i propri sostenitori, Montenegro si mette l’abito delle grandi occasioni e set portato a casa con l’identico punteggio del primo (25-20).

Partita in salita per la formazione bitontina, sponda Robur, che però decide di mettere in campo tutte le risorse per riagguantare una partita indirizzata a favore delle cerignolane: reazione puntuale con il punteggio che sorride alle ragazze di Mr Ciaccia (7-9) e sfida quanto mai avvincente! Mr Valentino chiama time out, schiarisce i pensieri alle sue e reazione che non tarda ad arrivare, break della FMISHOP e Fagnillo si “riaccomoda” in campo per dare novità all’attacco (10-10). Fase positiva a forti tinte fucsia con una prestazione corale di alto livello (17-12) e la Robur ferma il gioco con un time out che non ha gli stessi esiti di quelli chiamati dall’allenatore cerignolano. Gap ormai incolmabile e la compagine cerignolana riesce a gestire con sicurezza (25-20) e tre punti che permettono alle “pantere” di risalire fino ai piani alti della classifica e di riscattare l’opaca prova del turno precedente. Nel prossimo turno, il decimo, sabato prossimo, la FMISHOP PALLAVOLO CERIGNOLA farà visita all’Amatori Volley Bari, squadra allenata da un’icona della Pallavolo Pugliese, Rosa Ricci, ma che sulla carta non dovrebbe rappresentare un ostacolo insuperabile. Serve continuità adesso, a due giornate dalla fine del girone d’andata.

La classifica, dopo nove turni, vede: Trani capolista a 22 punti, Triggiano a 19, FMISHOP PALLAVOLO CERIGNOLA e Giovinazzo a 17, Bitetto 16, Robur Bitonto 14, Pegaso ’93 Molfetta e Molfetta Volley a 13, Volley Bitonto 11, Bisceglie e Bari 10, Barletta a 0 punti.

CONDIVIDI