Dal 1° gennaio 2014  CittadinanzAttiva  è stata impegnata sul territorio di Cerignola, con le reti Consumatori e Sanità ( Tribunale  per  i  Diritti del Malato ). L’ anno trascorso  ha visto  i volontari dell’associazione divisi tra  l’ufficio presso l’ospedale G. Tatarella, ove confluivano le problematiche fra utenti ed  ASL ,  e  la sede di CittadinanzAttiva presso l’ex Ospedale Tommaso Russo, dove si sono affrontati i problemi relativi all’ambiente e al cittadino\consumatore.

A distanza di un anno facciamo il punto di ciò che è stato fatto dalla nuova costituente.

Rete Sanità

Molto del lavoro è stato fatto dal Tribunale per i Diritti del Malato all’ interno  dell’ Ospedale G. Tatarella, mantenendo un dialogo continuo con il dirigente sanitario,  i primari, i medici, gli infermieri ed i  dipendenti  della Sanità Service.  Ringraziamo tutti indistintamente per la sempre cortese collaborazione.

Tra le cose fatte o ottenute nei dodici mesi trascorsi eccone alcune:

-riduzione del costo della cartella clinica  da 20,00  a 7,00 euro

-maggior igiene nei reparti, corridoi e sale d’ attesa

-riapertura di bagni chiusi e maggior pulizia di quelli riscontrati sporchi

– partecipazione ad un indagine della regione Puglia sulla  “ Umanizzazione negli Ospedali “ con la compilazione di un questionario che evidenzia la situazione in ogni reparto dell’ospedale Tatarella

-smontaggio e pulizia delle griglie di aereazione dell’ impianto di condizionamento in diversi reparti

-monitoraggio del Pronto Soccorso e continuo dialogo con il primario al fine di fare emergere i disagi vissuti dai pazienti che, se costretti per ore in astanteria, ora otterranno almeno il pasto, mentre i tempi di attesa tra un esame e una consulenza saranno ridotti

-un migliore rapporto fra utenti e operatori nel reparto di radiologia ed una maggiore attenzione alla riduzione delle liste di attesa. Alcuni cittadini avevano infatti segnalato al TDM i comportamenti sgarbati di  alcuni dipendenti e le lunghe attese per effettuare  esami

-inoltrata la richiesta per la copertura del parcheggio dei dializzati costretti, in piena estate, dopo il trattamento, a rientrare nelle macchine  rimaste ferme sotto il sole per ore

-un  incontro in direzione con il primario di cardiologia che ci ha permesso di  presentare le lamentele dei pazienti dovute  ai lunghi tempi di attesa per esami e successivi referti. Da qui la direttiva del dirigente sanitario che ha richiesto il preciso impegno da parte dei medici di reparto a dare risposte ai pazienti entro e non oltre 5 giorni. Ancora al vaglio le soluzioni per la riduzione delle liste di attesa .

Rete Consumatori

Tra i primi impegni dei volontari ci sono stati i vari Incontri con il sindaco Giannatempo, per ottenere chiarimenti ed invogliare l’amministrazione ad avviare al più presto la raccolta differenziata porta a porta, ed organizzare centri di recupero e riciclo in città. Presentate anche le criticità riguardo la situazione cassonetti e la scarsa igiene dell’ambiente urbano. Molte le promesse ricevute dal primo cittadino nessuna è stata mantenuta fino ad oggi.

La visita agli impianti di FORCONE- CAFIERO, tra le altre cose, ha permesso di verificare il continuo saturarsi dei lotti che si riempiono in breve tempo, e di contestare la vergognosa percentuale di  raccolta differenziata che langue al 6% .

Nella conferenza dei  servizi nel mese di aprile abbiamo fatto emergere inadempienze ed incongruenze nel contratto del 2011 tra il Comune di Cerignola e  S.I.A . In quell’ occasione CittadinanzAttiva ha evidenziato che la raccolta dell’umido presso le attività commerciali era già prevista nel suddetto contratto, questa stranamente sospesa dopo pochi mesi ,non poteva pertanto ripartire con ulteriore aggravio di spesa per i contribuenti come si apprestava a deliberare con un nuovo contratto l’amministrazione.

Nell’anno trascorso più volte abbiamo chiesto al sindaco maggiori chiarimenti sugli sversamenti abusivi di rifiuti, materiali inerti, eternit e acque di vegetazione derivanti presumibilmente da opifici, che con frequenza sversano illecitamente in terreni e canali. Molte  le segnalazioni   pervenute presso la nostra sede, ma il sindaco si è detto impossibilitato ad agire senza prove specifiche e denunce da parte dei cittadini che a suo avviso potrebbero fare di più. CittadinanzAttiva ha denunciato, invece, la scarsa presenza delle forze dell’ordine in città ed in tutto l’agro cerignolano.

La rete Consumatori si è impegnata anche  a dare Informazione ai cittadini, avvalendosi della presenza di esperti, riguardo ai finanziamenti agevolati a favore dei giovani e alle modalità per attingere agli stessi.

Ulteriore argomento trattato nei vari incontri è stato quello  della telefonia sia mobile che fissa, fornendo soluzioni  per quanto concerne i codici di migrazione bloccati.

CittadinanzAttiva ha promosso una campagna di informazione sui social-network ed in piazza, sul recupero gratuito da parte di aziende locali del materiale plastico dismesso, usato in agricoltura ed industria, nel tentativo di contrastare la pratica abusiva della bruciatura degli stessi  nei campi, dannosa all’ambiente e alla salute.

Ringraziando tutti coloro che in quest’anno hanno collaborato e supportato la nostra associazione, rendendo possibile i risultati raggiunti, auspichiamo che il nuovo anno ci veda tutti più attenti: all’ambiente che ci circonda,  alla tutela dei diritti e alla solidarietà.

CittadinanzAttiva coglie l’occasione per augurare  a tutti i cittadini di Cerignola un felice 2015, improntato al rispetto e alla tutela del Bene Comune.

CONDIVIDI
  • antonio

    il sindaco dorme , in merito hai sversamenti illeciti nel canale di bonifica che attraversano Interporto sono state fatte molte denunce APRA , CONSORZIO DI BONIFICA , FORESTALE , ASL ,CARABINIERI DI CERIGNOLA ecc.ecc. .
    Andasse a verificare