AGGIORNAMENTO ORE 11.00 – Sala a due morti il bilancio del terribile incidente stradale avvenuto alle 20.00 di ieri, sull’A14, nel tratto di strada Foggia-Cerignola. All’alba di oggi, infatti, a cause delle gravi ferite riportate, è morta Maria Rosaria di Pasquale, cerignolana di 39 anni,  all’Ospedale Casa Sollievo della Sofferenza di San Giovanni Rotondo dove era stata trasportata d’urgenza.

Tragico epilogo per il tamponamento avvenuto ieri sera, intorno alle ore 20.00, sulla A14, all’altezza del chilometro 563 direzione sud: un morto e tre feriti, almeno da quanto riferito dagli operatori giunti sul posto. I quattro viaggiavano a bordo della stessa auto, un’Audi RS6, quando forse per l’alta velocità hanno urtato un furgoncino Peugeot sulla parte sinistra, in fase di sorpasso, perdendo il controllo dell’autovettura che è uscita fuori strada ribaltandosi ripetutamente e gli occupanti sono stati sbalzati fuori dall’abitacolo.

Morto sul colpo Emilio Cirulli, 40 anni, di Cerignola; feriti in modo molto grave gli altri due, un uomo e una donna, parenti del deceduto, che sono stati trasportati d’urgenza all’Ospedale Tatarella di Cerignola. Sul posto, per i rilievi e le indagini del caso, sono intervenuti gli agenti della Polstrada, i Vigili del Fuoco del e i sanitari del 118. Gli uomini del 115 sono arrivati sul posto con due squadre, una gru e un mezzo di supporto con fotocellula.

(Fotogallery tratta da foggiatoday.it a firma Roberto D’Agostino)

Questo slideshow richiede JavaScript.

60 COMMENTI

  1. Dispiace, e tanto. Alta velocità o no dalle immagini si vede bene come l’abitacolo della macchina (una grande vettura tedesca con standard di sicurezza al top) abbia subito minimi danni ed alla fine il vero problema è l’uso delle cinture che in questi casi nell’abitacolo ti ci fanno restare e, aggiungo, ti salvano la vita. Indossare la cintura non deve essere segno di civiltà e rispetto normativo ma semplicemente amor proprio. Speriamo che nonostante tragedie come quata ci possano essere spunti per sensibilizzare i più.
    Condoglianze ai cari del defunto.

    • Senti ci sono dei limiti di velocita’ e se uno li rispetta non succede nulla , questo succede solo se uno non rispetta le regole, auto di grossa cilintrata o no .

  2. A quanto pare il signore emilio visto che e uscito fuori dal carcere il suo cervello evidentemente la rimasto li ci dispiace ovviamente per i loro figli che soffriranno la loro perdita ma dal mio punto di vista se si andava piano non succedeva tutto questo

    • Ma come si permette, abbi rispetto anche x questo uomo che ha pagato con la vita il suo errore e già mi sembra il massimo… chi è lei x offendere dicendo che non aveva cervello? E lei invece il suo cuore dove la lasciato? Si andava velocissimo ma ha pagato questo errore troppo amaramente… non offendete..

      • Allora essere d’accordo che ha sbagliato questo si, ma dire che non aveva il cervello è tutta un altra cosa, avete sempre da dire la vostra, state in silenzio per una volta.. a pagato questo errore con la vita non basta?? Poi come fate a dire che la vettura era guidata dal signor Emilio, se ancora non si sa bene la dinamica e i corpi sono stati trovatti fuori dall abitacolo?? Silenzio ragazzi silenzio, per rispetto a loro e alle famiglie che stanno vivendo un incubo.

        • Ciao Mary allora dalle notizie che abbiamo appreso sia in tv che su internet hanno confermato che e morto sul colpo quello che guidava, e sai viene un po di rabbia perche non ha avuto nemmeno rispetto per la cognata poteva moderare la velocita’ .

          • Mi fa piacere che vi sentite tutti saggi dopo le disgrazie, si muore anche in bicicletta sono le sorti inconfutabili del destino chiaro!!!!! Stiamo cmq parlando di un bolide che regge l’alta velocità e creato per ciò. La cosa più saggia e umana è quello di unirsi al dolore delle famiglie.

          • Ragazzi non credo che il signor Emilio se guidava lui abbia fatto tutto ciò x morire lui e la povera cognata, purtroppo è la fatalità.. non esiste la colpa e non colpa, non credo volesse perdere la vita, ma ripeto dire che è stato azzardato ok, ma dire che non aveva cervello no.. perchè non mi sembra rispettoso x quel povero uomo che ha perso la vita.. in questi casi non bisogna farsi professori bisogna solo far usare dalla bocca meno parole possibili…

          • Raga e poi diciamocelo com’è ma chi uomo esce dal carcere e non è euforico di guidare una macchina e si fa prendere dall euforia e istantaneamente preme un po troppo l acceleratore, che poi avrà perso il controllo è stata una fatalità, ma vi prego da persona estranea non giudicarte, non rendete ancora più triste questo evento con i commenti di chi ha la colpa.. ricordiamo che a perso la vita comunque un uomo di 40 anni con moglie e figli, e le un pensiero va anche alla signora MariaRosaria vittima anche essa di questa brutta storia

          • devo proprio farti i miei complimenti,brava sei veramente RIDICOLA ke ti devo dire….. fagli fare un monumento per il Signor Emilio…..ha fatto una STRAGE TI RENDI CONTO ?

          • senta Lady io non ti ho offeso e non ti permetto di offendermi, ridicola sarai te.. che ti diverti ad andare contro una persona che ormai non c’è più, e non credo che tutto questo sia successo x volere di Emilio.. è stata la fatalità. È successo a 300 poteva succedere anche a chi andava su una bici… ancora lo dovete capire, era arrivato il momento.

          • Trovo giustissimo ciò che ha scritto ma purtroppo c’è gente che non la pensa come noi… e devo dire che mi dispiace che vengano fatti commenti da “professori” in questi casi, quando l unica cosa da fare è avere rispetto x questi angeli volati in cielo

          • Mary pensa piouttosto ke Grazie alla sua INCOSCIENZA ha Distrutto 2 famiglie la cognata sarebbe dovuta tornare dai suoi figli come del resto anke la sua famiglia lo stavano aspettando non possiamo minimamente immaginare quanto stiano soffrendo entrambe le famiglie tutto per colpa di uno squilibrato….io direi poveri figli

          • Povera te che non hai un c…o da fare, invece di commentare su persone che non conosci dedicati alle faccende domestiche…………….maestrina!!!!!!!!

          • Ci sono i limiti di velocita’ basta rispettarli bolide o no per rispetto soprattutto per chi abbiamo in macchina , la formula uno si fa in pista e da solo non con altri passeggeri , comuque condoglianze di vero cuore a tutti i parenti delle vittime .

    • X cortesia nn giudicate cosi una persona che voi nn conoscete affatto…. X il rispetto dei famigliari. nn andate oltre Grazie!!!

          • Secondo me per quello che e successo i familiari lo vorrebbero strozzare anche da morto ti ostini tanto a difenderlo e per colpa sua ci sono dei bambini filgi della cognata figli suoi e parenti e genitori che stanno soffrendo da come ragioni vedo che sei proprio un avvocato delle cause perse,noi abbiamo capito che l’auto e portata per velocita elevatissime ma per rispetto di una cognata in auto potevi moderare la velocita’ lo poteva fare da solo a giorni a seguire senza far morire forse persone che non centrano nulla capisci o non capisci?

          • Tutti bravi a parlare siete, vi fate troppo professori… smettetela tutti adesso sono diventati bravi guidatori tutti adesso rispettate la velocit… ma andate a ……

          • avvocato di che? Ma che dici, io sono una semplice ragazza che la pensa in modo diverso da i permettini come voi, tutti santi siete diventati, vi divertite troppo a fare i professori..

    • Noi invece abbiamo lei uno stupido in più, ma come vi permettete, Cerignola fa schifo anche perché esiste gente come lei signor Giovanni che si diverte a insultare, ma fatevi gli affari vostri, se era un rapinatore o meno erano fatti propri, non x questo un Pinko palla come lei deve offendere.. e capitato al signor Emilio ma poteva anche capitare a lei. Si stia zitto.. il signor Emilio in tutto ciò ci ha rimesso la vita..

      • Mi vergogno, anche queste situazioni non vi fermano dal giudicare, le vostre lingue sono sempre crude e taglienti… è morto non vi basta?? Io x ciò che dite x le offese che fate mi vergogno di essere Cerignola, ricordatevi che Emilio non si può difendere.. ma esiste sempre gente che lo difenderà pur come me non conoscendolo..

        • Ma statti zitta…. fai pure la morale… vergognati piuttosto delle cose che scrivi….
          Che schifo che ce a Cerignola, tiè questa é la brava gente…
          Ma va va…..

          • Ti dovresti vergognare tu, siete buoni solo a giudicare invece di stare in silenzio e unirvi al dolore delle famiglie

          • Mary ma faccende domestiche nn ne hai da fare.
            Quello che scrivi è assurdo.
            condoglianze ai parenti e rispetto per i defunti.
            Non sono qui x giudicare la vita privata di nessuno, che sia ben chiaro.
            Mary faresti bene a non commentare, fai delle osservazioni da mettersi le mani nei capelli…..
            Io voglio proprio vedere se quella skeggia a 300km/h nel ribaltarsi ripetutamente coinvolgeva altre vetture e ci rimaneva morta altra povera gente…
            Tutti abbiamo il nostro destino, molte volte credo che il destino qualcuno se lo disegna conivolgendo la fortuna o come in questo caso sfortuna degli altri.
            Riflettete e rispondete senza offendere.
            In bocca al lupo al sopravissuto, spero si salvi.

          • Ma come si permette se ho faccende da fare o meno sono cavoli miei e già x questa osservazione si deduce che è un ignorante. Seconda cosa scrivo che voglio senza rendere conto a lei.. e se la pensa in modo diverso non me ne frega assolutamente.. secondo lei è giusto offendere un uomo che non si può difendere?non bisogna farsi professori su nessuno…mi fa piacere che siete ddiventati tutti santi..

          • La prima a giudicare sei proprio tu che dai dell’ignorante a tutti.
            Manuml ka ste to ca capisc tott e mi sa ke non ha capet proprj nu c…… d nind.
            Vatten ve

    • CARO GIOVANNI, MA CM TI PERMETTI DI DIRE UN RAPINATORE DI PORTA VALORI IN MENO…….. TUTTI UMANI SIAMO, E TUTTI ABBIAMO IL DIRITTO DI VIVERE LA PROPIA VITA, CHE SIA RAPINATORE O CHE SIA UN LAVORATORE, POI UN PO DI DECENZA, PER IL POVERO EMILIO, E SUA COGNATA, CHE ANNO LASCIATO I PROPI FAMILIARI…..

      • Abbiamo anke il diritto di nn farci ammazzare da uno spericolato solo xke’ ci troviamo in makkina cn lui ovviamente mi riferisco alla povera cognata ke ha perso la vita sempre e solo per colpa sua e i suoi figli nn potranno piu’ avere la loro mamma per questa testa malata ke guidava la makkina a 300…poteva andarsi ad ammazzare da solo !!!! quando ci sn altri passeggeri in auto si modera la velocita’ nel rispetto di tutti, se poi tu sei altrettanto incoscente questo nn lo so’…..altrimenti nn ragioni cosi’

    • Giovannino dei miei cogl…i perché non t squacc ‘mbitt a n’arv!!!!!!! Milio sei statobe sarai sempre “number ONE”

  3. CIAO EMILIO CI MANCHERAI TANTO, ANCHE PER LA POVERA COGNATA, CHE A LASCIATO LE SUE FIGLIE, CI DISPIACE UN MONDO, SPERO CHE IL MARITO, LEO…. CE LA FARA, SIAMO TUTTI CON TE, I TUOI CARI ANNO BISOGNO DI TE, DAI LEO TU SEI UN LEONE……….

    • chi va piano va sano e va lontano,guardando come sia stato l incidente,poteva andare ancora peggio anche per le altre macchine.cordoglio per queste perdite si,pero…… l ha voluto lui.visto che una voce in giro dice che la cognata se lo sentiva che andava male, perche correvano troppo e gli diceva di andare piano….

      • Ma come si fa a sapere che la cognata diceva di andare piano, che se lo sentiva se poverina è deceduta

    • Quel che è successo nn si può cambiare è nn si può tornare indietro purtroppo ,quindi basta con i commenti negativi che nn servono a nulla tutti possiamo sbagliare ,c’è una persona che combatte x la propria vita e che nn sa che gli è morta la moglie ed un frstello ,delle figlie che hanno un dolore immenso che noi dobbiamo rispettare dei genitori ,fratelli un altra cognata che piange un marito e tutti gli altri ,ma in tutto questo c’è un filo di speranza la guarigione di leonardo quindi forza leo metticela tutta fallo x le tue figlie forza che dio ti sia vicino

      • Francesco non so che legami abbia tu con le vittime, ma ti dico solo una cosa è da ieri che cerco di far capire a certi ignoranti che non si possono permettere di offendere così, ma purtroppo non percepiscono data la loro ignoranza

    • Ma era uscito appena dal carcere, ma qua stiamo veramente uscendo fuori binario, ma veramente mettete la faccia in bella vista prima di parlare.. ed è io che non conosco queste famiglie e mi innervosisce leggere i commenti squallidi che fate, tappatevi quelle Boccacce…

  4. Non si parla male e non si dovrebbe fare mai i maestri su queste tragedie. La ruota gira. Piuttosto di fare i maestri e di offendere, cerchiamo di mettere sempre una buona parola e cerchiamo di insegnare e imparare che certe volte, correndo e scherzando come credo stavano facendo i ragazzi, basta un poco di sfortuna e si finisce male. Parlo da persona che ha brutte esperienze in famiglia. Le brave persone, quelle brave davvero, non giudicano, pregano.

      • Mary, tante volte le persone dicono cose che non pensano davvero. Io la metto su questo punto di vista: il guidatore si è distratto alla guida e i signori commentatori, si distraggono a scrivere. Sia nel caso del guidatore che nel caso dei commentatori, è tutta colpa della distrazione. Nessuno può pensare che il guidatore abbia sbagliato per cattiveria e non posso pensare nemmeno che molti commentatori, siano talmente cattivi da scrivere certe cose. In entrambi i casi, è tutta colpa della distrazione.

  5. È imbarazzante sentire che c’è gente talmente malata che non riesce a diventare dolci neanche in certe circostanze.ricordate che cristo a perdonato chi lo ha crocifisso,quindi visto che non tocca a voi perdonare riservatevi almeno di essere umani

Comments are closed.