Riceviamo e pubblichiamo un comunicato stampa inviato dalla dirigente del Liceo Classico “Zingarelli”, Giuliana Colucci: nelle ultime settimane, erano circolate insistenti voci sulla possibile candidatura della stessa a Sindaco, per la coalizione di centrodestra. Con la nota odierna, la dirigente rende nota la sua indisponibilità, fin quando non registrerà un consenso unanime intorno alla sua persona. Di seguito il documento integrale.

Dopo un mese di comunicati stampa, commenti e illazioni circa la mia persona e le mie decisioni, è giunto il momento di sciogliere ogni riserva, rompere il mio silenzio e spiegare ogni cosa. Chiarisco subito: alle condizioni attuali non mi posso candidare sindaco per il centro destra. Per spiegare il perché devo necessariamente in questa sede raccontare come sono andate le cose, riservandomi di chiarire più nel dettaglio, in forma meno sintetica di queste note, in altra sede. Verso la metà di gennaio mi si richiedeva la disponibilità a candidarmi per il centro destra alla carica di Sindaco della Città di Cerignola. Da subito, dissi che avrei potuto prendere in considerazione l’idea di candidarmi se tutti avessero fatto un passo indietro, se tutti fossero stati compatti, e se io avessi avuto la libertà di fare una mia lista personale. Ad oggi tutto ciò non è avvenuto: molti vogliono essere i protagonisti; nessuno esprime problemi personali nei miei confronti ma alcuni non intendono preferiscono il personalismo e garantire gli interessi di pochi. In questo periodo di tempo ho iniziato a documentarmi, a studiare, nel vero senso della parola, a lavorare intorno ad un progetto di città possibile, condivisibile. Ho incominciato a scrivere un modello nuovo di amministrare la cosa pubblica, di contrastare la illegalità, di affrontare l’emergenza sociale, di diffondere una cultura di marketing della nostra città, di sviluppo delle attività produttive…, insomma ho prefigurato, insieme ad un gruppo di persone per bene, oneste, fuori dai giochi di palazzo e soprattutto non portatrici di interessi personali, una vera e propria rivoluzione culturale su cui impostare una campagna elettorale ed eventualmente l’azione di governo da Sindaco.

Intanto il web impazzava e io, per senso di responsabilità, ho finora evitato ogni commento che potesse compromettere la ricerca dell’unità: tuttavia, ad oggi, nulla di quello che avevo chiesto si è realizzato. Io non scendo a patti. L’onestà, la coerenza e l’intransigenza sui valori che sono propri della mia persona infastidiscono, fanno paura, la politica dell’attendismo non è la mia. Non ho registrato la forte volontà di lavorare intorno a un Progetto favorevole alla Città, quel progetto da me studiato in questi mesi; a tal forte volontà avevo, come ripeto, fin dall’inizio condizionato la mia eventuale accettazione. Per tali sintetici motivi, e non mancheranno tempi e modi per precisare quanto avvenuto finora, comunico che sino a quando non registrerò la volontà unita di un impegno reale, concreto, onesto, la mia intenzione è di non candidarmi alla carica di Sindaco della Città di Cerignola. Questo chiarimento era doveroso per le tante, ma proprio tantissime persone che mi hanno incoraggiato e credono in me, a loro va il mio più sentito ringraziamento, se accettassi alle attuali condizioni perderei la mia dignità, la vostra stima. Io ho un lavoro che amo e se tutto dovesse rimanere allo status quo, continuerò a lavorare con passione nel mio ruolo di dirigente scolastico e a formare generazioni preparate e capaci di dare a questa Città la svolta che essa merita.

Giuliana Colucci

15 COMMENTI

  1. Brava dott.ssa Colucci non si faccia prendere per i fondelli da gente di poco conto. Se dovesse accettare quella gente deve rimanere distante anni luce.

  2. d’accordo ! ma che titoli ha la preside per sentirsi così importante e sopra le parti ? ma cosa ha mai fatto nella vita politica ? misteri della politica.

    • dubbio… ma che cosa hanno dimostrato di saper fare i tanti “politici” che in questi hanno guidato allo sfascio Cerignola ? “mistero della presunzione….”

    • Ti rigiro la domanda, che titoli hanno gli attuali amministratori di centro destra? Uno è un ginecologo spesso non è stato capace di far nascere bambini sani, a volte nemmeno togliere una spirale. Un altro, quello col nome di una categoria di farmaco, ha sempre trafficato all’ufficio invalidità con i suoi millepiedi e millemani, un altro ancora invece di insegnare economia è sempre stato affaccendato in mille faccende diverse dalla scuola. Qui, amico mio non si tratta di avere titoli ma di avere idee e voglia di fare bene. Qui manca l’intelligenza di saper riconoscere il momento di passare la mano perché molto spesso l’uomo giusto è una donna. Una donna è la persona più forte che si possa avere per stare certi che tutte le tentazioni che hanno dominato gli amministratori di questa città sfortunata potranno essere solo un brutto ricordo.

      Chiediamoci ora, quale futuro vogliamo per i nostri giovani che continuano ad andare fuori per lavoro, studio per aprirsi la mente?
      Per una volta finalmente si parlava di una donna alla guida di questa città. Una donna che non si sente importante ma che è importante per tanta brava gente desiderosa di un futuro che tanti piccoli uomini non sono stati capaci di costruire.

  3. Se dobbiamo dare un senso a ciò che diciamo e facciamo la preside non ha altre alternative. Deve ritirarsi perchè difetta il più importante dei requisiti.La compattezza di tutto il centro destra. Non ha compattezza in f.i. ma creda manca anche nel ncd. Molti di quelli che ha ospitato a casa sua e le hanno promesso appoggio non si candideranno (almeno nella destra). Non creda a queste mie parole e la invito a contattarli personalmente chiedendo conferma di quanto sopra detto.

  4. Vede Dottoressa, la destra di oggi non è più quella dei tempi passati, ma ugualmente queste persone che la ostacolano stanno perdendo una grande opportunità. Non la meritano e chi vi scrive è un uomo di sinistra.

  5. POVERA CERIGNOLA, UNA PICCOLA LUCE DI SPERANZA SI E’ SPENTA.
    UNA PERSONA PER BENE CONTRO TANTE TESTE EMERITE DI C.
    MA QUESTA è LA REALTA’ DI UNA NAZIONE, NON DEMORDA DOTTORESSA.
    VADA AVANTI, GLI UOMINI E LE DONNE ONESTE LA VOTERANNO.

  6. Dottoressa lei è troppo onesta per governare questa città, dalle sue parole si evince il bene che vuol fare e che soprattutto può fare per la nostra città, ma purtroppo forze nemmeno tanto oscure non le permettono di poter lavorare bene. Per la dignità prima di cittadino poi di donna, colta e capace lasci che si sporchino loro le manacce già sporche.Grazie per aver pensato di poter governare questa città.

    • Anche la CIGL questa sera al Teatro Mercadante in ricordo di Baldina ha ringraziato la dott.ssa. Giuliana Colucci per aver dato la possibilità ad alcuni studenti del Liceo Artistico di realizzare un disegno in ricordo di Baldina Di Vittorio. Lei è una grande donna.

      • Siamo tutti commossi. Piangiamo per il suo grande gesto. Una sola domanda vorrei porgerle. Ma se è così impegnata perché vuole perdere tempo con certa gente ? Poi vorrei sommessamente chiederle perché se nel suo odierno annuncio ha usato parole tanto dure e a volte in modo dispregiativo verso quelle persone della destra poi vuole comunque averci a che fare? Mi perdoni la sfrontatezza e l’audacua. Un umile e modesto cittadino.

  7. Documento assolutamente condivisibile. Ho apprezzato l’intero contenuto. La Signora Giuliana Colucci, persona che non
    ho l’onore di conoscere, sottolineando due sostativi quali dignità, stima, a me dà certezza della caratura della personalità della medesima .

    Ed è del tutto evidente che ella in base a detti valori o principi ha necessità di essere libera di stilare una lista fatta di persone di sua
    fiducia e non,invece, essere
    condizionata magari a fare affidamento su “personaggi” che hanno
    peggiorata la situazione cerignolana sotto ogni aspetto negli ultimi cinque anni.

    Alla luce di come
    taluni concepiscono il mondo della politica, io
    credo che difficilmente la Preside avrà il nulla osta da parte di gente
    famelica. Di quella che appare e quella latente. Per tale ragione, la medesima farebbe bene
    continuare a lavorare con passione nel
    suo ruolo di dirigente scolastico lasciando a se stessi chi la vorrebbe
    strumentalizzare per fini poco nobili.

    11-3-2015

Comments are closed.