«Pur  riconoscendo la correttezza formale del commissario regionale di Forza Italia, Luigi Vitali, che mi ha perlomeno avvertito della sua decisione prima di ufficializzarla attraverso un comunicato, e ringraziandolo per aver usato parole di apprezzamento nei confronti del lavoro da me svolto come Sindaco, non posso non rilevare come lo stesso Vitali non abbia tenuto conto del ruolo e del peso elettorale del sottoscritto ma anche della richiesta proveniente dal territorio, per il quale una personalità della società civile, esterna ai partiti, è la migliore opzione possibile come candidato Sindaco del centrodestra». Sono le prime parole che il Sindaco di Cerignola, Antonio Giannatempo, usa per commentare la scelta di Paolo Vitullo come candidato sindaco di Forza Italia, resa nota in mattinata.

«In più occasioni, telefonicamente ed anche personalmente, come nel caso dell’incontro di lunedì scorso a Cerignola – prosegue Giannatempo – ho cercato di far capire a Vitali il perché della necessità di un candidato “esterno”. Ma, se con le parole Vitali mi aveva dato ragione, nei fatti ha dimostrato il contrario. Non ho nulla contro Paolo Vitullo, né contro il mio partito, Forza Italia. Mi rendo conto però che quanto sta avvenendo ora a Cerignola è già accaduto lo scorso anno ad Orta Nova, dove il simbolo di Forza Italia passò nelle mani di Peppino Moscarella, a dispetto della volontà di quel territorio, che desiderava poter contare sull’apporto di una figura che fosse pienamente rappresentativa della società civile e, anche in quel caso, esterna ai partiti. Forza Italia venne sconfitta. Qui si rischia di ripetere lo stesso copione. Cerignola ha bisogno di compattezza, ne ha bisogno il centrodestra. Ho il dovere, però, di rispettare la volontà della maggioranza del centrodestra e di questa città, che conosco molto bene, dopo vent’anni di impegno come amministratore: sono dunque costretto a dissentire dalla decisione di Vitali e ad orientare la mia scelta sulla dirigente scolastica Giuliana Colucci. Questo modo di fare politica non mi appartiene, perché ancora una volta mi sento offeso dall’atteggiamento di chi non mi ha neanche preavvertito della scelta non tanto del commissario provinciale, quanto del subcommissario di Cerignola,.individuato ancora nella persona di Peppino Moscarella, non residente in questa città e che, da quanto ne so, non ha nemmeno la tessera di Forza Italia, ma che vedo beneficia del simbolo, umiliando ed offendendo chi è regolarmente iscritto al partito».

La compattezza nel centrodestra si sarebbe raggiunta, conclude il primo cittadino,  «se anche Paolo Vitullo avesse fatto un passo indietro, come le altre persone che hanno condiviso con me l’esperienza amministrativa che volge al termine e che hanno  rinunciato a qualsiasi aspirazione personale per il bene del centrodestra».

8 COMMENTI

  1. caro giannatempo, ammesso che un esponente della società civile fosse una buona soluzione, bisognerebbe cercare una persona di elevata caratura e soprattutto dovrebbe essere espressione unitaria, scelta non solo da te in classica posizione individuale ed arrogante. questo è il motivo del fallimento del tuo progetto. Poi mi meraviglio di come questa colucci si sia prestata a questo tuo gioco strumentale, figlio della consapevolezza del tuo ormai conclamato tramonto. ciò denota più di ogno cosa la caratura e la non qualità del soggetto prescelto.

  2. Ipocrisia allo stato puro. Se hai un ricordo anche vago del senso di responsabilita’ fai tu un passo indietro nella speranza che la gente ti dimentichi.

  3. Giannatempo ed i suoi hanno perso e non si rassegnano! vogliono che il vecchiume da loro rappresentato rimanga a galla,magari mascherato sotto la candidatura della politicamente ingenua preside colucci! le liste di centrodestra saranno ripulite da questo vecchiume e liberate dai giochi di potere degli uomini del sindaco uscente.Forza Paolo hai vinto una difficile battaglia adesso bisogna vincere la guerra contro l’esercito di rifugiati politici di sgarro e contro il chiacchierone metta.

    • GRANDE CHIACCHIERONE CHE FARA’ MAGRA FIGURA, PEGGIO DELL’ALTRA VOLTA PRECHè QUESTA VOLTA FORSE LO VEDREMO ALLOPERA PER QUANTO NON SARA’ CAPACE DI NULLA E FARA’ GRANDE CONFUSIONE CON I SUOI.

  4. Caro e ormai ex Sindaco, sei riuscito anche in questo mandato a giungere ai 5 anni legislativi (pur senza combinare nulla di buono) che uniti agli altri 5 fanno 10, ora i cittadini di te e dei tuoi adepti non ne possono più, figurarsi se possano prendere in considerazione un candidato, qualunque esso sia, da te indicato, solo questo basterebbe per non farlo prendere in considerazione e fargli prendere una batosta elettorale. Pertanto sei pregato di non indicare più nessuno bruciandolo agli occhi delle gente e di ritirarti a vita privata affinché la tua faccia sia presto dimenticata come il tuo nome. Un consiglio all’uomo, ore che finirai nel dimenticatoio guardati a vederti intorno per verificare quanti dei tanti amici di questi anni ti resteranno vicini, ora che non conterai più nulla, fatti una domanda e datti una risposta come dice MARZULLO, questo comunque è il prezzo minimo che si paga per le proprie azioni, per chi ha avuto la possibilità di far bene per la propria città in 10 anni su 13 e ha pensato a fare altro è mi fermo qui.

    • HA TALMENTE LA FACCIA E TESTA TOSTA CHE NON SI FARA’ NESSUNA DOMANDA. PURAVENDO PRESO SCHIAFFI, LUI E LA SUA BASSA COPIA.

      CARO GIANNATEMPO HAI GRANDE RESPONSABILITA’. TRA TANTE COSE VORREI FARTI VEDERE DUE IMMENSE BUCHE IN PROSSIMITA’ DELLA SCUOLA 5° CIRCOLO, COL RISCHI CHE PER EVITARLE SI METTANO SOTTO DEI BAMBINI. MA COME SI PUO’ AVERE UNA FACCIA COSì TOSTA E’ INCREDIBILE E’ SOLO LUI. NON SPRECO PIU’ PAROLE E’ INUTILE.
      FORZA VITULLO.

  5. Scusate.
    ma la Colucci affermò che, non si sarebbe candidata se l’intera destra non fosse stata compatta.
    per fortuna che, si diceva essere persona estranea al mondo della politica.
    abbiamo capito, un altro personaggio che si presenta come il lupo della favola di cappuccetto rosso.
    questi sono i segni del non cambiamento Della politica cerignolana. In bocca al lupo agli altri candidati sindaci

Comments are closed.