Il centrodestra, spaccato e diviso, inizia la sua campagna elettorale, in netto ritardo rispetto agli altri competitor e con due obiettivi precisi: risultare migliore del “compagno di schieramento” (il centrodestra si presenta con due candidati Sindaco, Paolo Vitullo e Giuliana Colucci, ndr) e scalzare Franco Metta dal ballottaggio (scherzetto riuscito già cinque anni fa, ndr). Proprio in queste ore infatti il “doppio” centrodestra è in fermento, animato dalla volontà di accedere ad un molto probabile ballottaggio con il candidato del centrosinistra Tommaso Sgarro. (che presenterà domattina, domenica 12 aprile, in pubblico comizio, la propria coalizione e parte del programma alla città, ndr).

Il primo ad uscire nel centrodestra è stato Paolo Vitullo, attualmente senza simboli, anche se una Forza Italia, svuotata di molti elementi cardine, ne annuncia il sostegno. Primo slogan “La competenza che conosci”, con un Metta pronto ad ironizzare sui social “se lo conosci lo eviti”. Il 46enne ingegnere, già capogruppo in questi anni, «non ha mai cambiato casacca e milita da sempre nel partito di Silvio Berlusconi», si legge dall’identikit proposto in nota stampa. E rispetto alle diverse argomentazioni su cui Vitullo promette di impegnarsi, si pone l’accento sull’impegno a riservare uno spazio importante alle donne, «rappresentate in lista ben oltre le prescrizioni di legge». Di contro il gruppo della Colucci fa sapere: «il nostro candidato Sindaco è una donna. Questo è un vero segnale».

«Auspico – è l’appello odierno di Vitullo – che prevalga il buon senso e che tutte le anime della coalizione possano convergere intorno al nostro progetto, quello di un partito autorevole, profondamente rinnovato. Un centrodestra compatto non avrà difficoltà a sconfiggere il finto civismo populista e un centrosinistra incerottato». Inamovibili i big dell’entourage Colucci: «un gruppo – quello del centrodestra – che vuole rinnovarsi punta sulla competenza e sulla freschezza di chi ha già fatto bene nel proprio ambito professionale. Per questo motivo il nostro candidato è Giuliana Colucci».

21 COMMENTI

  1. abbastanza presuntuoso come slogan “la competenza”…se lo dice da solo e “…che conosci”

    • bravo, vorrei sapere che competenza hai tu. almeno gli altri ci mettono faccia e sacrificio. credi che fare politica (oltretutto locale) di questi tempi sia una passeggiata o cosa conveniente? provare prima.

    • no è metta che si fa’ fuori da solo. guarda con molta sincerità dico: meglio per metta che non vinca, si risparmierà una figuraccia incredibile x scarso rendimento nell’attività amministrativa. si, sarà sicuramnete incapace e inoltre è circondato da candidati di inutilità assoluta.
      come gli altri candidati comunque.

      • Beh.. ma alla fine un sindaco dovremo pure esprimerlo. Non è che non votando non ne verrà eletto uno..

    • perchè se candidiamo qualche altro di centrodestra si vince?
      con uno si deve perdere. meglio paolo.

      tanto i momenti migliori x il un candidato di centrodstra sono stati occupati da giannatempo.

      si candidasse adesso giannatempo che dice di avre tantissimi voti. ricatta sempre x avere vantaggi. incapace amministratore.
      se fosse così a casa sua immaggino che fine gli avrebbero fatto fare:…………. adesso gianna vuol andare a far danni alla regione ma adesso non ha nessuno da ricattare perchè il momento non è dei migliori.
      credo che la vigliaccheria x un “uomo” sia uno schifo per lui stesso. non mi guardarei nemmeno allo specchio.

  2. Che situazione patetica identica a quella regionale, sono un ex appartenente della destra, mi fate pena, dite ai vostri partiti che la scelta dei candidati deve essere fatta dell’elettorale e non dal vertice “BASTA CON LE SCELTE PERSONALISTICHE FATTE DA GENTE LECCACULO” adeguatevi.
    Termino dicendo ai due candidati “Avete perso le vacche e adesso andate cercando i tori” La vostra è una fine annunciata.

Comments are closed.