Giunge in nottata, tra lo stupore di molti, la notizia del ritiro della candidatura a Sindaco di Cerignola da parte di Giuliana Colucci, fortemente voluta dall’NCD e da una parte di Forza Italia, oltre che dal Primo cittadino uscente Antonio Giannatempo. Un’esperienza durata meno di un mese che segna la fine attraverso una nota facebook della stessa Dirigente Scolastico: «Dopo un’attenta analisi della situazione regionale e, soprattutto, locale ho maturato la consapevolezza che, anche in caso di mia vittoria elettorale, la estrema frammentazione del quadro politico non mi avrebbe consentito di realizzare il mio progetto di buona amministrazione della Città, che, all’opposto, avrebbe richiesto un impegno unitario – afferma Colucci -. Pertanto, mossa da senso di responsabilità e da sano realismo, comunico, sia pure con dispiacere personale, la mia irrevocabile volontà di non candidarmi a Sindaco della Città di Cerignola. Ciò non toglie che continuerò a collaborare per lo sviluppo della mia città e la realizzazione delle buone idee. Ringrazio tutti coloro che mi hanno espresso il loro appoggio e la loro fiducia esponendosi anche in prima persona».

Nelle ultime ore, però, c’erano state delle avvisaglie circa la possibilità di riunire le parti a destra, con Paolo Vitullo già in piena campagna elettorale, e fare quadrato intorno a un unico nome, magari proprio l’ingegnere, che potesse evitare di consegnare il quasi sicuro ballottaggio nelle mani dei competitors Tommaso Sgarro e Franco Metta. Ora, quindi, resta da chiarire la posizione dei tanti consiglieri e assessori che avevano appoggiato fin dalle prime battute la candidatura di Giuliana Colucci e che ora dovranno affrettare i tempi in vista delle amministrative del prossimo 31 maggio.

5 COMMENTI

  1. Come volevasi dimostrare che chi vince non è la più meritevole e capace ma un volgare politicizzante da strapazzo che ha i suoi santi in paradiso. Mi dichiaro fuori dal vostro gruppo siete una massa di leccapiedi di Berlusconi. Evviva la democrazia.

Comments are closed.