foto Giulia Di Michele

Un weekend cruciale per le formazioni di volley ancora alle prese con i rispettivi campionati: salutata la scorsa settimana la permanenza della Fmi Shop Pallavolo Cerignola nella D femminile, Cav Libera Virtus ed Iposea Udas proseguono la loro corsa verso i playoff. Le ragazze di Michele Drago e Cosimo Dilucia si giocano, in due partite, la possibilità di partecipare agli spareggi promozione: il calendario riserva, in chiusura di regular season, prima la capolista del girone H Europea 92 Isernia, poi la seconda in classifica Megaride Napoli. Non sarà affatto semplice difendere l’attuale terza posizione dall’assalto della Comes Taranto, più immediata inseguitrice: in quindici giorni si intrecciano le sorti della promozione diretta e degli stessi playoff, con le ofantine dirette protagoniste. L’esito della sfida di domani (ore 18) non sarà decisiva, ma certamente darà un indirizzo ben preciso alle speranze della Cav, chiamata ad una autentica impresa nella tana delle molisane, imbattute in casa e con una striscia aperta di ben quattordici vittorie consecutive. Tre invece le affermazioni di fila delle gialloblu, reduci dal 3-1 interno inflitto alla Sepim Potenza: l’ottenimento di un risultato positivo passa anche attraverso il recupero del capitano Mina Annese, che dovrebbe (condizionale d’obbligo) riprendere il suo posto fra le titolari. Dall’altra parte della rete, il sestetto allenato da Montemurro offre forse quanto di meglio c’è nel raggruppamento: un equilibrio tra gioventù ed esperienza, tecnica e bravura. Si va infatti dalla 23enne alzatrice Giroldi alla centrale Taddei, dalle laterali Monitillo e Muzzo al libero Boffa. All’andata, l’Europea 92 si impose 1-3 al “Dileo”: tuttavia, le virtussine riuscirono ad impensierire per lunghi tratti la candidata numero uno all’ascesa in B1.

Penultimo turno in serie C maschile per l’Iposea Udas, che affronta domenica in casa (ore 18.30) la Svg Energia Lucera, in un derby che vede i ragazzi di Roberto Ferraro ampiamente favoriti. L’obiettivo dei biancazzurri è soffiare all’Asem Bari il secondo posto in graduatoria, con gli ultimi due impegni decisamente più favorevoli rispetto ai baresi: bisogna continuare a mettere pressione ai vincitori della coppa Puglia, continuando a registrare il bottino pieno. Ciò che è accaduto nello scorso sabato a Triggiano quando, con qualche pausa eccessiva, Lanzone e compagni hanno superato 1-3 il fanalino di coda. La conclusione della prima parte di stagione servirà al coach udassino come utile allenamento, in vista di una fase playoff lunga ed impegnativa, fitto di partite ed eliminatorie.

CONDIVIDI