Una convincente e maiuscola prova, per congedarsi dal proprio pubblico nell’ultima fatica stagionale: la Cav Libera Virtus stende 3-0 la vicecapolista Megaride Napoli al pala “Dileo” (25-22; 25-16; 25-21 i parziali). Sebbene i playoff siano sfuggiti per un solo punto, la sfida di ieri è stata la ciliegina sulla torta di un torneo ad alti livelli per le ofantine, alla prima presenza nella ribalta nazionale. Le campane invece, cercheranno di ottenere il salto di categoria (dal secondo turno in poi) attraverso gli spareggi promozione, al via la prossima settimana. Mister Drago schiera il 6+1 composto da: Alfieri al palleggio e De Meo sulla diagonale; Martilotti ed Annese martelli; Tralli e Piemontese centrali, più Tribuzio libero. Senza Aprea e Zambon infortunate, Loparco si affida a: Coppola in regia e Foniciello opposto; Imperato e Muzio laterali; Di Pierno e Giaquinto in posto 3 e Musella in difesa. Le prime fasi sono tutte a favore della Megaride, velocemente sul 2-7 grazie alle firme di Foniciello e ad un ottimo muro: al rientro dal primo timeout tecnico, con la battuta di capitan Annese, la Cav rimonta fino al 7-9. Anche le padrone di casa crescono a muro: ed anche se Giaquinto mette giù palla, dall’altra parte replica Martilotti che carica le compagne giungendo al pari 13, prima che Imperato appoggi corto per il punto campano. Annese per il sorpasso (15-14) e di misura si va alla seconda interruzione tecnica: in seguito, una scatenata Martilotti, Piemontese ed Alfieri concedono il +4 ad una Libera Virtus molto concentrata ed attenta; le ospiti recuperano (23-21) e le due squadre offrono davvero un bello spettacolo, molto alto qualitativamente. Si risolve dal centro: Piemontese assegna il primo set point, Tralli sigla il vantaggio cerignolano.

Martilotti trasforma in oro ogni pallone, Piemontese pronta a contrasto (5-1): Alfieri dirige il gioco con maestria ed è 8-2, con la concretezza di De Meo ed Annese. Il sestetto di Drago si esalta, bloccando tutte le uscite d’attacco partenopee e mostrando difese notevoli, con la solita Tribuzio gigante in seconda linea (11-2); la Megaride dimezza lo scarto (12-6) solo perché le gialloblu calano leggermente la prolificità offensiva. Di nuovo Martilotti a ristabilire le distanze di sicurezza (16-7), mentre le ragazze di Loparco accusano il colpo: alla schiacciatrice calabrese si affianca un’altra protagonista, Monica Piemontese, che piazza le mani a dovere, collezionando muri punto a ripetizione. Foniciello però accorcia e la Cav si rilassa oltremodo: Drago rimprovera le sue giocatrici, le quali tornano essenziali e chiudono una frazione comunque controllata dal primo all’ultimo punto. Terzo periodo all’insegna dell’equilibrio: leggero break Cerignola, subito annullato dall’ace di Imperato. L’immancabile Martilotti segna l’8-7, poi la formazione rosablu torna avanti servendosi del mancino di Foniciello (8-11); Lupo subentra ad una assai disciplinata De Meo, anche se sembrano intravedersi i primi segnali di stanchezza. Tuttavia, le ofantine reagiscono con la forza delle centrali: Piemontese dai nove metri, Tralli con puntuali primi tempi (13-15). Le napoletane, pur ritrovando la quadratura, non riescono a scrollarsi di dosso le rivali, nemmeno quando Di Pierno aggiorna il punteggio sul 16-20. Davanti al suo calorosissimo pubblico, la Libera Virtus non vuole regalare altro che la vittoria ai suoi tifosi: Piemontese una volta in più conferma la sua enorme crescita personale (classe ’97), riportando le gialloblu a -1 (20-21). Aggancio e vantaggio: la progressione locale è inarrestabile, con la Megaride letteralmente piantata; Alfieri e Martilotti sanciscono il successo di un gruppo unito e sempre disposto al sacrificio e all’aiuto vicendevole, con la tifoseria a tributare scroscianti applausi.

Alla prima annata in B2, la società cerignolana ha dimostrato di meritarsi il posto fra le nobili della classifica: salvezza acquisita con largo anticipo e possibilità dei playoff mancata per un soffio, che non modifica il pollice all’insù per il bilancio finale, in un campionato che ha riservato molte soddisfazioni. Dirigenza, tecnici (Drago e Dilucia) e atlete hanno raccolto quanto seminato in questi mesi, confermando quanto di buono si era impostato, ciascuno per il settore di competenza. Adesso le meritate vacanze: da inizio estate le prime manovre per preparare la nuova avventura, alla ricerca di (chissà?) obiettivi ancora maggiori.

Ecco il tabellino della Cav Libera Virtus Cerignola, con le giocatrici andate a referto ed i relativi punti realizzati:

Alfieri 4, De Meo 5, Martilotti 22, Annese 7, Tralli 11, Piemontese 14, Lupo 1, Tribuzio (libero).

CLASSIFICA ALLA VENTISEIESIMA ED ULTIMA GIORNATA

Europea 92 Isernia 71; Megaride Napoli 66; Comes Taranto TdG 54; Cav Libera Virtus Cerignola 53; Ale&Gio Volley Ugento 47; Fiamma Torrese 43; Accademia Benevento 39; Volare Onlus Benevento 33; Centro Ester Napoli 31; Gsi Sepim Potenza 30; Ingest Montescaglioso 28; Asem Bari 23; Royal Salerno 18; Acqua Amata Turi 10.

CONDIVIDI