L’anno comincia nel migliore dei modi per la Fighters Dibisceglia – Colucci che conquista, con alcuni atleti cerignolani, premi di grande valore nei tornei nazionali disputati. Diversi appuntamenti hanno visto coinvolti i ragazzi allenati dal VI Dan di Kick-Boxing Savino Dibisceglia, con all’attivo dodici titoli italiani dal 1999 al 2014, numerosi combattimenti in tutto il territorio europeo e, non ultimi, tredici campionati del mondo disputati (nelle federazioni FISC Italia, WAKO, Fenasco, WTKA, WKA, ISKA, WPKA-ISKDO), con sette bronzi e sei argenti, e dal Maestro Domenico Colucci, già Campione Italiano di Low-Kick USKBA 2005, Campione Europeo di K1 PRO USKBA 2007 e Campione Mondiale WTKA nel 2011, 2012 e 2013, che con pazienza ed esperienza hanno formato un gruppo che da tempo riscuote non pochi successi tanto in Italia quanto nel resto del mondo.

E’ il caso di Francesco Catucci, atleta di Cerignola, che poche settimane fa ha vinto la selezione nazionale, nella sezione Superkombat, nella città di Prato (nel torneo più importante di K1), vincendo alla prima ripresa, dopo soli venti secondi, contro il campione europeo Urbinati di Firenze (sfida che è stata trasmessa anche su Rai Sport, ndr.). Nello stesso torneo, inoltre, sono stati selezionati altri due atleti ofantini: il maestro Domenico Colucci, e il giovane Michele Ficco.

Non solo campionati italiani ma anche selezioni europee per il team cerignolano che, qualche settimana fa, ha partecipato all’Open Championship WTKA-WKA di Sheffield (in Inghilterra) con l’atleta Giuseppe Ferraro, già campione italiano ISKA e WTKA, il quale ha totalizzato due medaglie d’argento nella categoria -63 Kg e -69 Kg, perdendo solo in finale.

Tornando ai premi su scala nazionale, pochi giorni fa, alcuni ragazzi della scuola cerignolana hanno partecipato all’European Championship Taekwondo ITF di Andria, tenutosi nella città del nord barese dal 29 aprile al 3 maggio 2015; i ragazzi partecipanti al torneo sono stati tutti convocati in nazionale, anche se non sono riusciti ad andare oltre gli ottavi di finale: si tratta di Francesco Pio Traversi, Francesco Caprioli, Carmine Rutigliano, Matteo Calvio, Andrea Mallardi, Francesco Dilernia, Michele Dilernia. Sorte differente, invece, per Morena Lastella che ha vinto la medaglia d’argento nella Self Reference.

«Sono tutti ragazzi che instancabilmente si impegnano negli allenamenti e che hanno visto, in questa occasione come in tante altre, ripagati gli sforzi – afferma Savino Dibisceglia a lanotiziaweb.it -; sono giovani atleti che sotto la nostra guida si stanno formando in modo totale, perché un vero atleta deve essere prima un uomo. Io e il Maestro Domenico cerchiamo di fornire loro tutti gli elementi e gli insegnamenti utili a essere domani atleti e uomini completi, col sapiente aiuto anche del Maestro Giovanni Marinaro che ci segue e ci supporta. Devo, inoltre, spendere un ringraziamento, e i miei complimenti in qualità di Responsabile Tatami della Puglia, al giovane cerignolano Matteo Dimonte, medaglia d’oro. Ogni volta che partecipiamo a questi tornei mi rendo conto che tutti gli sforzi, dei ragazzi e di noi istruttori, viene ripagato; per questo i miei più sinceri ringraziamenti vanno ai ragazzi, ai colleghi e a tutti coloro che ci supportano e ci sostengono in queste splendide avventure». Infine, proprio Savino Dibisceglia ha dato ancora una volta dimostrazione di duttilità e grande competenza gareggiando nel Taekwondo (disciplina non sua) per la categoria +90 Kg Gold, vincendo la medaglia d’argento. 

Questo slideshow richiede JavaScript.

  • Frank

    Meno male che ci siete Voi a portare il buon nome di Cerignola nel mondo. Grazie Fighters siete l’orgoglio Cerignolano nel Mondo