Una notizia che rischia di compromettere l’immagine di “paladino del giusto” del candidato Sindaco de La Cicogna, Franco Metta, a pochi giorni dal voto. Da uno scambio di richieste e risposte tra la Presidenza del Consiglio del Comune di Cerignola, e l’Ordine degli Avvocati di Foggia, infatti, è venuta a galla una vicenda, curata dal quotidiano foggiano l’Attacco, che ruota intorno alla convocazione di una commissione sicurezza, il lontano 19 novembre del 2010, voluta dal gruppo civico, pare, esclusivamente per giustificare l’assenza del leader cicognino in una udienza della commissione disciplinare dell’Ordine che lo vedeva coinvolto.

I fatti – «In data 16 novembre 2010, il Presidente del Consiglio Comunale mentre era all’interno del Palazzo di Città, precisamente nel suo ufficio, veniva avvicinato dal sig. Luigi Ratclif, consigliere comunale e capogruppo del gruppo consiliare del Movimento Politico la Cicogna», si legge nella ricostruzione dei fatti fornita dagli uffici comunali firmata dall’oggi uscente Sindaco Antonio Giannatempo. Questi, in qualità di rappresentate del gruppo civico «chiedeva al Presidente Curiello di predisporre una comunicazione a sua firma con cui convocava un incontro a Palazzo di Città sul tema sicurezza per il giorno 19 novembre 2010 alle ore 16.00». Inoltre, sempre Ratclif garantiva al Presidente del Consiglio Curiello  «che si sarebbe occupato personalmente nel raccogliere l’adesione degli altri capigruppo e consiglieri tutti». Infatti, tale comunicazione era «rivolta genericamente ai consiglieri comunali senza indicazione di alcun nominativo, non veniva munita di protocollo di alcun tipo, in attesa di farlo appena il consigliere Ratclif comunicava l’adesione dei consiglieri stessi». Non avendo ricevuto alcuna risposta, come conferma nel documento di risposta il dimissionario Primo cittadino, il Presidente Curiello si presentava in data 19 novembre 2010 alla riunione e «constatata l’assenza di tutti i consiglieri, in particolar modo di Ratclif che aveva chiesto tale incontro e del leader Metta, si preoccupava dopo circa un’ora di raggiungere telefonicamente alcuni consiglieri i quali riferivano di non essere stati informati di tale riunione». E ciò che rende la vicenda più chiara, motivando il coinvolgimento dell’Ordine degli Avvocati di Foggia, è contenuto nell’utimo accapo del documento comunale firmato da Giannatempo, il quale cita testualmente: «Lo stesso Presidente mi ha riferito che lunedì 22 novembre 2010 incontrando nel Palazzo di Città lo stesso Ratclif gli chiedeva conto della mancata riunione e questi candidamente gli rispondeva che quel documento serviva semplicemente per fare un favore ad un amico».

Orbene, risulta che in quella data, giorno della riunione mai svoltasi, Franco Metta sarebbe stato sotto udienza della commissione disciplinare dell’Ordine degli avvocati presieduto da Nicola Marino. Il cicognino, quindi, oppose la ragione degli impegni istituzionali come legittimo impedimento alla mancata presentazione all’udienza. Dunque, Metta ha saltato quell’appuntamento adducendo come motivazioni quella riunione mai avvenuta. Per quanto su esposto, e per lo scambio di battute intercorse tra il Comune e l’Ordine foggiano, Giannatempo conclude commentando: «Ritengo sommessamente che il presidente Natale Curiello sia stato oggetto di un comportamento truffaldino da parte del consigliere comunale del Movimento Politico La Cicogna Luigi Ratclif, avendo quest’ultimo posto in essere nei suoi confronti artifici e raggiri in modo da indurlo, con la giustificazione di una riunione sulla sicurezza a predisporre e sottoscrivere un’autoconvocazione per un incontro, che in realtà non ci sarebbe mai stato e la cui utilità, evidentemente, ritengo fosse riferibile direttamente ed esclusivamente all’avv. Franco Metta».

E in mattinata giunge pungente la considerazione di Michele Romano, Assessore uscente della Giunta Giannatempo, il quale su facebook, dopo aver postato le scansioni dei documenti attestanti l’intera vicenda, commenta: «Credo che questi documenti si commentino da soli. Metta si dimostra, ancora una volta, diverso da quello che dice di essere. Truffa le persone, i magistrati e le Istituzioni». E raggiunto telefonicamente da lanotiziaweb.it, rincara la dose precisando: «Se da consigliere fa questo, figuriamoci da primo cittadino. Inoltre, mi riservo di approfondire l’accaduto e molto altro nel mio prossimo comizio alla città, ovvero sabato prossimo».

  • piterpan

    SE TI SERVE UN AVVOCATO PUOI SEMPRE CHIAMARE TATARELLA

  • ciccill

    Frangù che cumben…Sè propr nu lestofant!

    • Tax

      Attant è lestofant

      • rplidd

        sord è puttn!

        • tex

          dito medio

  • convinto

    dal 2010 sarà perché esce a galla adesso prima delle votazioni, non vi fate confondere le idee FORZA METTA

    • no ai condannati

      tra candidati che menano collaboratori, candidati condannati e candidati collaboratori cerignola passerà alla storia. Che tristezza

  • t

    Credo sia più triste che venga tirato fuori ora. Fossi stato a capo di questo giornale non lo avrei manco riportato per nn mettermi alla pari con gli uscenti amministratori. Queste son pagliuzze .. poi ci son le travi (favori, soldi, clientelismo, soldi, mazzette, soldi, determine, soldi, incarichi, soldi, )…..ma quelle son invisibili. ..

    • convinto

      bravo hai pienamente ragione in 5 anni hanno trovato un pelo nell’ uovo , perché non parlano del buco Gema e di tanti altri disastri fatti in 10 anni di vecchia politica

  • AVAST!!!

    Che disgusto! Questo è il modo di fare politica ? Questo è il modo di fare informazione? Attenti a puntare il dito ed auguratevi che Metta non vinca le elezioni, perchè se dovesse vincere, potrebbero venire a galla situazioni che preferireste restassero nascoste. Anzi: l’obiettivo di Metta è proprio quello. E voi lo sapete benissimo, altrimenti non avreste tanta paura di lui e del suo esercito di giusti.

  • Gino Lopane

    A due settimane prima del voto esce lo “scoop” la cosa é gravissima!!!!! Ma fateci il piacere……………..

  • SBALORDITO

    Mi sembra assurdo che ribadite tutti “sotto le elezioni!!!!” A nessuno interessa, SE FOSSE VERO????

    • convinto

      se fosse vero é solo una sciocchezza al confronto di quello che hanno fatto altri

  • ciccio

    Tirate fuori una cosa vecchia di 5 anni per attaccare l’avv. Metta. Tutto questo perché DESTRA e SINISTRA hanno paura di perdere le elezioni.
    VERGOGNOSO.

  • Tex

    Caro Romano strilla e sbraita tanto sempre con la trombetta e il palloncino devi rimanere. O fnut u pan ch la menl

  • In galera

    Se fosse. E’ verissimo. Il galera dovete andare. In galera…….

  • asdrubale

    Ma vergognatevi!!! Se volete fare campagna elettorale, candidatevi…non scrivete articoli! Metteteci la faccia, come hanno fatto i ragazzi di Metta (che non perdete occasione di insultare…!).

    • In galera

      In galera vi mando. In galera …….

    • In galera

      In galera ti mando. In galera …..

    • In galera

      In galera andrete. In galera ……..

  • turidd

    Questo episodio conferma che intorno a Frango c’è una masnada di pressappochisti. Il Presidente della Commissione Sicurezza se fosse stato più intuitivo non avrebbe detto candidamente di aver fatto un piacere ad un amico, avrebbe avocato a se la colpa adducendo di essere stato distratto da propri impegni personali o famigliari, e di aver dimenticato di avvertire gli altri componenti della commissione. Ma dato che è un ignavo, a Cerignola si usa il termine “sano sano” ha spiattellato ai quattro venti l’illegittimo e ingiustificabile atto istituzionale che non offende i cittadini e le istituzioni ma offende decisamente la “morale pubblica” generale. Pensate questi che si dicono il “nuovo” cosa possono elaborare alla guida una “Istituzione”.

  • Albatros Degli Albatri

    I giornalisti seri non titolano in questo modo e non utilizzano un’immagine insultante, contro uno dei candidati durante una campagna elettorale. A meno che non siano di parte.

    Un articolo non si contruisce con le dicerie, ma controllando fonti e riscontrando notizie: c’è stata davvero una riunione al Consiglio dell’Ordine degli avvocati e in quale data?

    Capisco… qui si sta solo giocando. C’è l’Allegro chirurgo, il Monopoli, il il Piccolo chimico… e il Piccolo giornalista.