Foto Gennaro Balzano

Osservato nella scorsa domenica il turno di riposo del girone di ritorno, l’Audace Cerignola è ad un passo dal festeggiare l’approdo in Promozione: domani, al “Monterisi” contro la Virtus Molfetta, basta un solo punto per vincere matematicamente il girone A di Prima categoria. Fervono i preparativi per celebrare il trionfo dei gialloblu: se i giocatori mantengono il riserbo sulle proprie iniziative, la tifoseria promette spettacolo, a partire dal raduno per giungere compatta e festante ai cancelli dello stadio. I ragazzi di Massimo Gallo aspettano solo la certezza dei numeri per confermare un dominio messo in campo dalla prima giornata e con numeri stratosferici che si aggiornano continuamente. Appena due i pareggi per un torneo che gli ofantini hanno affrontato con la giusta mentalità, calandosi in una realtà inconsueta per tanti elementi presenti nella rosa, abituati a ben altri palcoscenici. Se la pratica vittoria finale è ormai ad un passo dall’essere chiusa, questi ultimi tre impegni saranno utili per risolvere alcune lotte “intestine” tra i cerignolani, come ad esempio il titolo di capocannoniere che vede in vantaggio Vito Morra (28 reti), con Flavio Amoruso ad insidiarlo (a quota 25). Non ci sono squalifiche da scontare e le due settimane di sosta hanno permesso di recuperare qualche leggero contrattempo fisico: per la formazione è probabile l’impiego di tutti i migliori, per mettere presto in discesa il match e scandire il conto alla rovescia per la gioia finale.

La Virtus Molfetta è da tempo ormai in una posizione di classifica tranquilla: nona con 35 punti ed uno score totale di otto vittorie, undici pareggi ed undici sconfitte, non ha praticamente più nulla da chiedere al campionato. All’undici allenato da Mininni manca pochissimo per raggiungere una comoda salvezza, ma si presenterà al cospetto della capolista gravato da ben quattro squalifiche: all’andata l’Audace solo al 94′ riuscì ad abbattere la resistenza dei coriacei biancorossi, i quali hanno riportato più di ogni altra squadra il segno “x”. Gli adriatici sono reduci dal 2-2 casalingo con lo Sporting Daunia ed hanno nel centrocampista De Candia (otto gol) il miglior realizzatore. Calcio d’inizio alle ore 16.30, con la direzione di gara affidata al sig.Mallardi, della sezione di Bari.