Campagna elettorale serrata, sette candidati sindaco, centinaia di candidati consiglieri. Ma come si comporrà il prossimo consiglio comunale? Con la riduzione del numero dei consiglieri (si passerà da 30 a 24), risicando la maggioranza (che si comporrà di 14 elementi) così come l’opposizione (con 10 membri), i numeri, alla luce dell’applicazione del metodo D’Hondt, potrebbero rischiare di pregiudicare diverse formazioni politiche.

IN MAGGIORANZA – La suddivisione dei 14 posti, oltre il Sindaco vincente, rischierà di pregiudicare le formazioni con poche centinaia di voti, ma anche le più suffragate, che si vedranno “meno rappresentate” rispetto alle altre in proporzione ai voti. Tutta colpa del calcolo dei resti, che in nome di un puro proporzionalismo livella i risultati concedendo a tutti rappresentanza,  superpremiando nessuno.

IN OPPOSIZIONE – i dieci seggi saranno suddivisi tra le altre due coalizioni ben dotate di preferenze. Se cinque anni fa si ebbe una divisione quasi pari tra Cicogna e Pd più Ruocco per i Moderati per Tonti, in questa tornata esistono dei rischi. Infatti qualcuno di questi dieci giacigli potrebbe essere occupato da qualche outsider.

OUTSIDERS – La novità, leader del malcontento si chiama Gerardo Bevilacqua, l’uomo che ha portato Cerignola alla ribalta mediatica nazionale. Il candidato civico delle “Voci Nuove” infatti auspica personalmente un buon risultato, ipotesi che viene riconosciuta e confermata da diversi cittadini. Sono in molti a ritenere infatti che Bevilacqua possa attrarre a sé più di 1500 preferenze. Lo stesso dicasi per il Movimento 5 Stelle che aspira a diverse “croci di simbolo”.

Schermata 2015-05-22 alle 16.43.14
I risultati in sintesi del 2010

Verosimilmente la partita si gioca tra Tommaso Sgarro, Paolo Vitullo e Franco Metta; Gerardo Bevilacqua e Francesco Grieco se la giocheranno per l’ingresso in consiglio, affare meno probabile per Franco Paradiso e Francesco Disanto. Cinque anni fa votò il 71,27% degli aventi diritto, ovvero poco più di 30.000 elettori. Quest’anno con la frammentazione anche il numero di elettori potrebbe ulteriormente ridursi. Evitare il ballottaggio è impresa titanica, anche se tutti ci sperano. Ma chi saranno i 24 “fortunati” consiglieri?

CONDIVIDI
  • fate i seri

    Paolo merita più di chiunque altro. rispetto per Tommaso.

  • in attesa

    sarà dura !!!
    se vince Netta saranno consiglieri una massa di incompetenti, nel senso che saranno a digiuno di ogni nozione di pubblica amministrazione; lo stesso potenziale sindaco non è il massimo.
    se vince sgarro i consiglieri saranno tutti cani sciolti, senza regole e disciplina, tutt’altro che asserviti alla gentile; vero il contrario.
    gli altri non possono vincere è chiaro.
    allora meglio un sindaco e una maggioranza coesi (in partenza almeno …) ma del tutto impreparati, o un sindaco e una maggioranza molto più qualificata, ma inaffidabile ??
    in altre parole meglio i burattini di metta o i battitori liberi di sgarro ??
    sarà dura !!!

  • A PRIMA BOTTA

    In attesa?
    Vincerà L’Avv.Metta a prima BOTTA.
    E’ l’unico competente e Cerignola cambierà a prima BOTTA.
    Stavolta cerchiamo di non farci fregare Cerignola, altrimenti ci ritroveremo a vedere vecchi film con pellicole ancora più rovinate.