Nel cuore della notte, dopo le 4 del mattino, sconosciuti, pare a mezzo telefonico, hanno contattato un’azienda di onoranze funebri per richiederne i servizi in via Santa Chiara. E’ stato richiesto di recarsi presso casa Tavoliere-Gentile poiché lì pare vi fosse un defunto. Un episodio incomprensibile che lascia stupiti i più.

«Un carro funebre, questa notte, sotto casa di Elena Gentile – riporta sui social una delle presenti agli Stati Generali delle Donne a Bari -. Un chiaro atto intimidatorio. Lei che parla troppo… e prende pubbliche posizioni, non va bene. A Cerignola, in quel di Foggia, dove la politica del malaffare non vuole essere infastidita… Lei ha denunciato e abbiamo denunciato tutte e tutti. In un giorno come questo, non dimentichiamo la strage di Capaci ma ricordiamoci anche della mafia dei giorni nostri. Legalità. Coraggio. Resistenza».

L’Europarlamentare non ha commentato l’accaduto direttamente, ha abbandonato a confidenze personali le sue perplessità. Tuttavia è pressoché certa la denuncia al locale Commissariato di Polizia per provare ad intercettare i tabulati telefonici e far luce sull’accaduto.

«Non penso ci sia niente di goliardico – ha dichiarato l’Europarlamentare al quotidiano La Repubblica -, lo trovo molto di cattivo gusto. Ma se qualcuno pensa in qualche maniera di impensierirmi o addirittura di farmi paura, non mi conosce. […] è inutile nemmeno pensare che io mi possa intimorire. Ma trovo questo gesto volgare, indecente soprattutto perché può avere l’effetto di scoraggiare le giovani donne a fare politica. Perché qualcuna dovrebbe decidere di mettersi in discussione, di dire quello che pensa, se poi rischia di trovarsi un carro funebre sotto casa che ti cerca?».

8 COMMENTI

  1. E’ assolutamente un gesto raccapricciante. Chiunque lo abbia intentato per finalità verosimilmente
    intimidatorie , deve vergognarsi a vita!
    .
    In politica si possono avere opinioni contrapposte, strategie divergenti ma mai , dico mai, si deve arrivare a tanto. Condanno fermamente siffatto deplorevole gesto.

    Spero presto, vengano
    assicurati alla Giustizia i fautori dell’episodio.

    A nome del m.p.
    CERIGNOLA LIBERA e mio personale,
    esprimo massima solidarietà alla eurodeputata on Elena Gentile per quanto
    accadutoLe.

    23.5.2015

  2. fa riflettere che l’unico Politico di livello nazionale che abbia espresso Cerignola da decenni sia osteggiato e dileggiato.
    se poi si fa mente locale alla pochezza, umana e politica, degli istigatori, la cosa diventa imbarazzante.
    cade poi nel grottesco il guitto di turno che afferma di potersi confrontare solo con la Gentile, come se lui fosse a quel livello ……..
    l’unica speranza per Cerignola è che la Gentile possa continuare a lavorare per la nostra città.
    il resto è solo chiacchiericcio da sfigati …… che per parlare devono implorare : mi PERMETTA ??

  3. On.Gentile perchè non cerca di risolvere la questione dell’erogazione dell’acqua di quelle cinque famiglie?

      • Caro Signor Nero la questione dell’erogazione dell’acqua è una questione Regionale. Questi regolamenti che l’acquedotto pugliese adotta sono arcaici per cui bisogna URGENTEMENTE cambiarli.
        Infine ho l’impressione che il suo (cervello) sia tutto NERO.

  4. che tristezza!!! sicuramente tutta la gente che va a favore della gentile sara’ gente che gli e stato dato un posto di lavoro come lava cessi nel ospedale. comunque il gesto fatto l altra notte e imperdonabile!!!!

Comments are closed.