Foto Gennaro Balzano

Si avvia alla conclusione questo lungo campionato di Prima categoria, edizione 2014/2015: nella 33ma e penultima giornata, l’Audace Cerignola renderà visita alla Nuova Andria. Con ancora ben vive negli occhi le emozioni della festa Promozione di domenica scorsa, gli ofantini onoreranno i restanti impegni che concluderanno una stagione memorabile e ricchissima di soddisfazioni. Le fatiche però per i gialloblu non si esauriranno il 31 maggio, visto che ci sarà da disputare (con data che la Figc Puglia renderà nota successivamente) il triangolare fra le vincenti dei tre gironi di Prima, per decretare la “regina” della categoria. E’ andato tutto secondo programma sei giorni fa al “Monterisi”: il traguardo della vittoria del torneo è stato tagliato col 6-1 inflitto alla Virtus Molfetta e davanti al solito, infiammato pubblico cerignolano, pieno di attaccamento e passione. Una annata dominata, che ha visto le “cicogne” sempre in vetta, mai titubanti e sicuri della propria forza: non si aspettava altro quindi che la certificazione matematica di un trionfo ampiamente annunciato. Ora, con le ultime due partite, chissà che Massimo Gallo non offra spazio ai diversi e validi elementi più giovani della Juniores per far accumular loro maggiore esperienza, visto che ormai i risultati saranno ininfluenti ai fini della classifica. Qualunque sia la formazione da impiegare in campo, è indubbio che il Cerignola cercherà come al solito la vittoria, senza snaturare la mentalità esibita in questi mesi.

Con l’1-2 conseguito sullo Sporting Daunia Foggia, la Nuova Andria ha potuto celebrare l’aritmetica salvezza: al settimo posto a quota 36 punti, il margine di sette lunghezze dalla zona playout è incolmabile a due turni dalla fine. Un obiettivo meritato e centrato con una rosa dall’età media molto giovane (poco più di 20 anni) ed una stagione condotta costantemente nelle parti tranquille della classifica. Non male per un undici che in svariate occasioni ha schierato anche otto under fin dal primo minuto: il bilancio complessivo parla di dieci affermazioni, sei pareggi e tredici sconfitte. Due i capocannonieri della squadra allenata da Cosimo Sinisi, ossia l’attaccante Coppola ed il centrocampista Loconte con 8 centri. Calcio d’inizio domani al campo “Fidelis” alle ore 16.30, con la direzione di gara affidata alla signorina Cristiana Laraspata, della sezione di Bari.