Ad una settimana alla chiamata alle urne, la campagna elettorale, che porterà all’elezione del nuovo Sindaco e della nuova compagine amministrativa comunale, si fa sempre più tesa. I sette candidati si sfidano a colpi di comizi e, mentre le piazze sono più o meno gremite, il rischio che le urne siano vuote, a causa dei forti venti di astensionismo, è sempre più vicino. Intanto, ieri sera, a raccogliersi in Piazza Duomo, è stata l’intera Coalizione del Cambiamento, a sostegno del candidato Franco Metta. Una delle ultime battute di una campagna elettorale che – come aveva annunciato il leader cicognino, lo scorso dicembre, all’evento di presentazione della sua coalizione – sarà serrata fino all’ultimo secondo. Dopo le oltre 8mila preferenze ottenute alle scorse amministrative, oggi, con sei liste al seguito e non più due, nulla potrà essere lasciato al caso, nessun margine d’errore. Intanto, l’avvocato può contare sull’appoggio dell’ex-europarlamentare Salvatore Tatarella. In prima fila al comizio di ieri, in un invito al voto, affidato ad una lettera aperta ai cittadini, dichiara che in un contesto così pesante e difficile come l’attuale, solo un candidato ha le caratteristiche giuste per fare il Sindaco di Cerignola.

«Non resta che Franco metta – scrive un Tatarella in piena campagna elettorale pro figlio per le regionali -. Ha la mia stessa formazione politica e giuridica, la mia stessa determinazione. Le nostre strade, in passato, si sono anche divise, come può accadere a chi fa politica con cuore e passione. Oggi penso che sia necessario sostenere il suo impegno e il suo obiettivo: far ripartire Cerignola».

La pensano così anche i rappresentanti delle sei liste della Coalizione del Cambiamento, susseguitisi, con rapidi interventi, sul palco di Piazza Duomo, per dare ampio spazio al loro leader. E’ un immaginario viaggio nel futuro, quello che Franco Metta invita a fare ai suoi lettori. Un viaggio nella Cerignola che sarà nel 2020, dopo cinque anni di buona amministrazione, alla guida della sua compagine.

Ecco alcuni passaggi del suo discorso-fiume.

«Immaginate di entrare a Cerignola dall’Autostrada Ovest. Ad accogliervi, troverete un segnale con su scritto: ‘Cerignola produce’ che vi indicherà la strada per raggiungere la Zona Industriale. Una Zona Industriale interamente video-sorvegliata, con guardie giurate a presidiare gli ingressi. Nella Zona Industriale troveremo panchine, aiuole fiorite, banche, poste, servizi di nettezza urbana».

«A destra troveremo l’Interporto. L’ ente gestore, Ofanto Sviluppo, dovrà essere consegnato agli imprenditori e non ai politici. Grazie ai legami con’azienda internazionale, saremo entrati nel circuito internazionale degli interporti, sfruttando la vicinanza strategica a due sbocchi autostradali e a due porti importantissimi. Il brand ‘Cerignola produce’ sarà esportato in tutto il mondo. Tra l’Interporto e l’incubatore di impresa troveremo anche un centro di ristoro gestito da una cooperativa sociale, la stessa che gestirà altri punti di ristoro dislocati in tutta la città (Villa Comunale, Campo Sportivo, Ospedale, Palazzo di Città). Perché le cooperative sociali, con la nostra Amministrazione, saranno pagate puntualmente».

«Nella Cerignola che verrà, guidata dalla Coalizione del Cambiamento – promette Metta dal palco – troveremo ovunque lavori in corso, piccoli e grandi cantieri edili privati e di carattere pubblico, grazie ad appositi finanziamenti per opere pubbliche che avremo intercettato. L’industria del mattone tornerà ad essere un motore economico. In un anno e mezzo avremo realizzato il nuovo P.U.G. (Piano Urbanistico Generale ndr.) che sarà la bussola per ogni intervento di riqualificazione delle periferie e di intere aree dismesse».

«Il Rione Fornaci diventerà la cittadella dello sport, a S.Samuele l’ex Tribunale diventerà la Piazza della Cultura, la casa di tante associazioni, dove si terranno laboratori teatrali, musicali e altri eventi. A Torricelli, intorno al Palazzo del CERCAT, si organizzerà un evento alla settimana; a Pozzo Carrozza nascerà un Centro Sociale; il rione Macello, con la costruzione della nuova Parrocchia di S. Barbara, potrà rinascere. La Terrà Vecchia ospiterà eventi di ogni sorta, dalla rievocazione della Battaglia di Cerignola, alle Notti Bianche».

«Avremo tre religioni: la terra, le imprese e la bontà dell’Amministrazione – spiega il leader cicognino – Attiveremo uno Sportello unico per le imprese e un’Agenzia per le attività produttive».

«Potenzieremo – gli fa eco Leonardo Paparella di Cerignola Democratica – un Ufficio Agricoltura che è diventato un mero ufficio protocollo. Chiederemo l’istituzione di un tavolo tecnico permanente e di un Ufficio per la messa in atto di bandi regionali ed europei. Daremo vita alla Fiera Nazionale dell’Agricoltura e chiederemo ad un collegio di agronomi e all’Asl il monitoraggio del territorio».

Ma per realizzare tutto questo, sarà necessario «ristrutturare la macchina amministrativa, – conclude Metta – riducendo da 3 a 1 i dirigenti del terzo piano ed attivando un ufficio ad hoc per i finanziamenti». Il 31 maggio, giorno della verità (o della realtà) è vicino. Franco Metta gioca la sua ultima carta (infatti ha già dichiarato a più riprese di non voler proseguire oltre la sua cariar politica, ndr) e prova a riprendersi in piazza Duomo lo scettro di leader del malcontento, ruolo che, oltre ogni ironia, è oggi nelle mani dell’eccentrico Gerardo Bevilacqua.

  • Ciao

    Non ce nè per nessuno… Metta Vincerà alla grande.
    A PRIMA BOTTA…..E CHE BOTTAAAAAA!!!!

    • PERETTA

      IL 31 MAGGIO CERIGNOLA VOTA SGARRO SINDACO

    • Paky

      E si sarà talmente forte la BOTTA che non si riprenderà più !!!!!! Sparirà dalla scena politica cerignolana

  • cac

    e la cacca dei cani ??

    • soluzione copiata

      Gliela facciamo mangiare ai padroni…in che modo..come fanno nei paesi civili…obbligando il microchip come per legge e grazie al dna si potrà risalire al padrone sanzionandolo con una multa salata che gli farà passare la pigrizia di raccogliere quello che lascia il Suo amico incapace di farlo! Il costo di questa operazione è possibile ottenerlo con finanziamenti europei come hanno fatto gli altri paesi un pò più avanti di noi! Cerignola potrà essere la prima città a dare il buon esempio! iN QUESTO PAESE PER FARE RISPETTARE LE REGOLE BISOGNA APPLICARE LA LEGGE E CHI NON LA RISPETTA SANZIONARLO.. solo così si rispettano!

  • Paky

    Questa e’ la lista sogni.La realtà sarà sempre la stessa.E che dire di Tatarella?Senza parole!!!!Cosa non si fa per i figli!!!Vergognati!!

  • Cicognino

    Ieri l’avvocato ci ha fatto sognare ad occhi aperti…..
    In Piazza ho visto molti occhi lucidi e qualche lacrima rigare il viso di anziane signore.
    E’ stato un comizio commovente, ma venerdi’ sera ci sara’ festa fino a notte fonda……l’allegria che solo Franco sa trasmettere al suo popolo, si spargera’ in tutte le vie della citta’ e come d’incanto Cerignola si scrollera’ di dosso tutta la negativita’ che la destra e la sinistra hanno portato nei cerignolani in questi ultimi 20 anni.
    Franco grazie per tutto quello che stai facendo per noi.
    Cerignola ti ama.
    Piazza pulita.
    Basta la matita.
    Vota Metta.

    • Paky

      E si dici bene( sognare) ,perché la realtà sarà ben diversa!!!!!!! Da lunedì te e il tuo FRENGO sarete spazzati via dai Cerignolani con tutte le sue panzanate .Venerdi divertitevi fino a notte inoltrata perché non avrete più occasione !!!!!!!!! Cerignola ha già dato!!!! Di incantatori di serpenti non ce n’è più bisogno!!!!! Buon divertimento

  • Frengo

    Ma se l’ex tribunale lo dà alle associazioni vuol dire che lo toglie alla Polizia per il nuovo presidio?! È la sicurezza?…..quante fesserie….

  • Fatti non parole

    Ma svegliaaaaaa! Cos’è ‘sto programma? La favola della settimana?! Insomma, a suo dire, trasformerà Cerignola nel paese delle meraviglie… Un paradiso che tutti ci invidieranno. E il mondo intero farà a gara per avere FranGo Metta come Sindaco! Ma perché non portarlo al Parlamento, a Roma? Risolverebbe con una bacchetta magica tutti i problemi della nostra Italia! Svegliatevi! Racconta solo favole, con le quali cerca di abbagliare il “popolino”… Per questo non vuole confrontarsi con gli altri candidati, questi ultimi sanno che la realtà è ben diversa e lui è pienamente cosciente del fatto che, con il confronto, farebbe una pessima figura. E poi, se tanto ci teneva a risollevare le sorti di Cerignola, per quale ragione non ha fatto cadere Giannatempo, il “male dei mali”, quando l’occasione gli è stata servita su di un piatto d’argento? Vabbè, e non parliamo di Salvatore Tatarella… Ma che vergogna! Eh, che si fa per un figlio… Si arriva a rinnegare le parole del passato! Ma come?! Fino a qualche tempo fa, FranGo Metta non era degno di diventare Sindaco… E ora, proprio quando il caro figlioletto è candidato alle regionali, per magia, diventa il candidato migliore che Cerignola possa avere! Svegliaaaaaa! E, soprattutto, il 31 Maggio votiamo con intelligenza!

    • DASOLINONSIVINCE

      E’ VERO, CERIGNOLA NON FARTI INGANNARE DA UNA FAVOLA SCRITTA COME UN COPIONE TEATRALE DA CHI NON HA UNA SQUADRA VINCENTE , MA TANTE PICCOLE COMPARSE. DA SOLI NON SI VINCE.
      CERIGNOLA APRI GLI OCCHI

  • CERIGNOLAPRIGLIOCCHI

    METTA NON ACCETTA CONFRONTI? E’ NORMALE ALTRIMENTI GLI SMONTANO LE FAVOLETTE CHE RACCONTA.
    ALLORA IL 31 MAGGIO I CERIGNOLANI VOTERANNO IN MASSA PER TOMMASO SGARRO

  • ASTENSIONISTA

    La nostra costituzione, all’ art 48 ci concede il diritto di voto. Parla di diritto e non di dovere.
    Il
    dovere non nasce dal diritto ma dal senso civico e morale che ognuno di
    noi si è costruito nel tempo e con l’esperienza e a volte lo stesso
    diventa quasi soggettivo.
    Quando a candidarsi sono 6 improbabili
    sindaci e 500 consiglieri su 24 seggi, mi chiedo fino a che punto vale
    la pena di chiamarla democrazia.
    L’astensionismo al voto non è un
    fatto nuovo per Cerignola e per la nostra Italia, ma nasce da quella
    politica sterile e da salotto: dove si forgiano pensieri e parole
    lontani dalla realtà locale e nazionale. Pensieri e parole imbastite ad
    hoc solo per raccattare miseri voti.

    Progetti politici fantocci e surreali.
    Signori miei, come dice un noto “politico”,
    la politica è morta e sepolta da tempo.
    Per fare una buona politica, bisogna fare una rivoluzione sociale e morale e poi ne discutiamo.
    W l’Italia e W Cerignola

    • massimo

      parole sante!! NON andate a votare, cominciamo cosi a far cambiare le cose!! W L ITALIA E W CERIGNOLA.

  • ATSENSIONISTA

    GENTE PROTESTIAMO TUTTI INSIEME AMMAINIAMO LE MATITE.
    NON VOTATE, LASCIAMO IL COMMISSARIO PREFETTIZIO AL COMUNE.
    DIAMO UN SEGNALE DI VERA PROTESTA CIVILE E PACIFICA.
    W CERIGNOLA

  • Cerignolano stanco

    Scusate ma UNA parola dico UNA sulla delinquenza a Cerignola….. rapine a negozi, spaccate in profumeria, intimidazioni, spaccio, furti anche fuori dal territorio, gomme rubate….. NESSUNO ne parla? E cosa vogliamo cambiare a Cerignola? Solo i nomi dei parenti da sistemare?

  • piterpan

    Tatarella perché non ci dici il perché cacciasti l’.avv. Metta dal Movimento sociale Italiano????????? te ne sei dimenticato???? ma i cerignolani non dimenticano e per questo ti puniranno non dando neanche un voto al bambino che vuole fare politica con i voti degli altri

  • piterpan

    dimenticavo votate pure metta se vi fa piacere ma non votate mai TATARELLA perché il primo giugno se ne tornerà a Bari con i vostri voti e chi si è visto si è visto questi sono cerignolani a convenienza, oggi mi candido e vengo a prendere i voti dai cerignolani per poi ritornarsene a Bari

  • Garantito

    Metta vincerà di sicuro….in tanti si taglieranno le vene.
    Cerignola ha bisogno di LUI, si respirerà un altra aria.
    Grantito.

  • Alducc u galt

    METTA SINDACO A FUROR DI POPOLO!!!!!!