Sfida a distanza tra i candidati in un giovedì sera in cui si giocano le ultime carte, si punta agli indecisi, al popolo del voto fluttuante. L’appello che accomuna un po’ tutti è la necessita di recarsi alle urne: «votate, votate, votate», prima che «votate per me».

paolo_vitulloA pochi giorni dall’appuntamento con le urne, l’accorato appello del candidato sindaco del centrodestra Paolo Vitullo da Palazzo Coccia è chiaro: «un confronto pubblico, purtroppo, non si potrà avere, vista la mancata disponibilità degli altri candidati, o meglio, di uno in particolare – ha incalzato Vitullo -. Solo la buona politica, può rispondere ai bisogni dei cittadini e fornire soluzioni adeguate ai problemi di Cerignola. Noi stiamo parlando del cosa e del come fare per provare a risolvere le urgenze di questa città, sulla base di risorse finanziarie certe. Per questo portiamo tra la gente il nostro messaggio di chiarezza e competenza, con entusiasmo e voglia di fare. Sentiamo che la gente crede in noi. Possiamo farcela ad arrivare al ballottaggio e a giocarci la partita per le due settimane successive».

tommaso_sgarroTommaso Sgarro suona la carica, in tandem con l’europarlamentare Elena Gentile e i ventiquattro candidati del Partito Democratico, dal palco della Strada Larga (viale Roosevelt). Nel comizio si toccano i diversi temi che il centrosinistra ha messo in campo attraverso un programma partecipato e si insiste sull’utilità del programma. «Il partito democratico si presenta come l’unica realtà coesa, l’erede unico della sinistra cerignolana che da sola ha trasformato la città dal dopoguerra e che da sola scriverà le pagine migliori del futuro di Cerignola».

«Oggi da soli, non si va da nessuna parte – prosegue Sgarro -, bisogna entrare di diritto nella grande continuità istituzionale della Cerignola che legherà Bari a Roma e a Bruxelles, oppure, subiremo l’isolamento che Cerignola ha già subito in questi anni. Cerignola merita di tornare ad essere una città normale».

«Tommaso – ha detto dal palco Elena Gentile – tra le sue prime azioni, sbloccherà un piano che giace dormiente nei cassetti di questo comune. Ovvero, 18.000.000 di euro, che la regione ha inviato a questa città per promuovere le più belle politiche sociali. Lo dico alle tante famiglie che portano nel loro seno il dolore della sofferenza. Tu Tommaso sarai in grado di fare questo e di farlo in maniera eccellente. Grazie Tommaso – conclude l’aurodeputata -, per averci permesso di vivere questa bella stagione della buona politica, della politica degli onesti, delle persone per bene, dei giovani, delle donne. Grazie. Sarai un grande sindaco».

francesco_disantoFrancesco Disanto si misura con Piazza Duomo, laddove solo Bevilacqua ha retto il confronto. Un comizio per pochi intimi, in cui, forse complice anche il freddo, l’ex-democrats espone la sua idea di politica: «Noi siamo la vera e unica alternativa al governo della città degli ultimi vent’anni. Ormai lo sanno tutti e chi ancora non ci crede se ne accorgerà il primo giugno quando allo spoglio saremo noi a governare la città con trasparenza, pulizia e voglia di fare».

franco_paradisoIn opposizione agli interessi “cattolico-civici” Franco Paradiso, che punta tutto su due distinguo fondamentali: cattolici e cristiani, ma anche politica e pseudo-civismo. All’ex-Udc non va giù la strumentalizzazione politica della fede, così come l’immagine di giustizia politica che certo civismo prova a cucirsi addosso. Paradiso si candida a giocare un ruolo determinante in vista del ballottaggio, ruolo che di certo non lo vedrà al fianco di Franco Metta.

Gerardo Bevilacqua chiude con un giorno d’anticipo, sicuro del risultato. Lo fa parlando al popolo di via San Leonardo. LEGGI L’ARTICOLO / guarda il VIDEO. Il Movimento 5 stelle invece, come la Coalizione del Cambiamento di Franco Metta,  hanno scelto di scendere in piazza nella giornata di Venerdì.

GLI APPUNTAMENTI DEL VENERDI’ PRE-ELETTORALE

ore 18,30 – Palazzo Coccia – Tommaso Sgarro e il mondo della Scuola
ore 19,45 – Piazza Matteotti – Franco Paradiso, comizio di chiusura
ore 20,00 – Viale Roosevelt – Francesco Grieco, comizio di chiusura
ore 20,30 – Villa Comunale – Tommaso Sgarro, comizio di chiusura
ore 21,00 – Piazza Matteotti – Paolo Vitullo, comizio di chiusura
ore 21,00 – Piazza Duomo – Franco Metta, comizio di chiusura

  • FORZA

    Speriamo che Metta,Paradiso, 5 stelle e Bevilacqua prendano più voti possibili..sono i più credibili.
    Forza ragà i partiti devono esiliare.

  • Di Francesco Savino

    Il buon risultato lo farà METT A, probabile futuro borgomastro di Cerignola, un exploit di BEVILACQUA, vera sorpresa, gli altri non so, nessuno conosce il loro programma, hanno fatto ben poco!!!!! Mi fa schifo notare come certi “politicanti” da strapazzo e da molto tempo, hanno ancora il coraggio di mostrarsi in pubblico e chiedere la preferenza al Popolo di Cerignola!!!!!! Arroganza pura, faccia tosta, credere che gli altri son tutti idioti……………assurdo!!!!! CERIGNOLANI mandate a casa tutti coloro che sono stati seduti al Consiglio Comunale, tutti complici, tutti la stessa m…….!!!!!