Nell’ultima giornata del campionato di Prima categoria, l’Audace Cerignola ottiene la trentesima vittoria in trentadue partite: a farne le spese l’Atletico Stornara, sconfitto con un secco 3-0. Massimo Gallo torna all’antico e schiea una formazione con tutti i migliori in campo: in difesa oltre a Cirulli fra i pali, Colucci e Lombardi esterni e Colangione-Matera coppia centrale; in mediana Giuseppe Grieco e Schiavone, più Morra e Lasalandra sulle fasce; Dipasquale e Flavio Amoruso in avanti, per un 4-4-2 molto offensivo. Il primo squillo della gara (11′) è ad opera di Morra, che di testa costringe Lodia alla deviazione in corner: sugli sviluppi dell’angolo, Dipasquale sparacchia alto. Amoruso serve Grieco, ma il centrocampista, da buona posizione, non inquadra lo specchio. I ritmi sono altamente compassati, per un impegno conclusivo di una lunga e dispendiosa stagione: Lasalandra ci prova a giro col destro, fuori misura. Ultimo sussulto della prima frazione al 37′, con Dipasquale che a due passi dalla linea calcia oltre la traversa, su errore in uscita del portiere avversario.

Ad inizio ripresa, il giovane D’Ercole prende il posto di Cirulli e, dopo due minuti, l’Audace sblocca: bel cross di Colucci dalla destra, Amoruso puntuale nell’incornata ed è 1-0. Ancora di testa il raddoppio, al 56′: perfetto traversone di Colangione per Dipasquale, che incrocia all’angolo basso, alla sinistra di Lodia. Tre giri di lancette più tardi, il gol più bello della giornata a firma Schiavone, il quale con doppio passo e finta elude due difensori e poi scarica un destro potente che si infila sotto la traversa. E’ proprio il portierino D’Ercole a cercare di mettere pepe alla sfida ormai chiusa: esce a valanga su Specchio fuori area e riceve dall’arbitro il cartellino rosso. Ad infilarsi i guanti è Vito Morra, che dà prova di cavarsela bene anche tra i pali, respingendo una conclusione di Pietro Compierchio all’87’. In mezzo a questi due episodi, l’esordio del giovanissimo Vasciaveo e lo sfortunato Lasalandra che non riesce ad aggiungere il suo nome sul tabellino a causa di due legni: prima con un diagonale di destro, poi centrando l’incrocio alla ricerca di un eurogol da posizione defilata. Al triplice fischio, la società festeggia una straordinaria stagione in compagnia dei propri tifosi, offrendo un buffet a bordocampo tra l’entusiasmo generale. Con 92 punti conquistati sui 96 a disposizione, l’Audace termina trionfalmente il torneo che ha visto il ritorno del pallone sul prato del “Monterisi”.

AUDACE CERIGNOLA-ATLETICO STORNARA 3-0

Audace Cerignola: Cirulli (46′ D’Ercole), Colucci, Lombardi, Schiavone, Colangione, Matera F., Morra, Grieco Giuseppe, Dipasquale (61′ Grieco Gabriele), Lasalandra, Amoruso F. (66′ Vasciaveo). A disposizione: Amoruso D., Borrelli, Conte, Auciello. Allenatore: Massimo Gallo.

Atletico Stornara: Lodia (74′ Di Foggia), Tarantino, Daddato, Curci, Compierchio G., Torelli, Castelluccia, Racaniello (83′ Carulli), Compierchio P., Stellone (74′ Sgarro), Specchio. A disposizione: Casieri. Allenatore: Massimo Borrelli.

Reti: 47′ Amoruso F., 56′ Dipasquale, 59′ Schiavone.

Ammonito: Stellone (AS). Espulso: D’Ercole (AC) al 63′ per fallo da ultimo uomo.

Angoli: 8-2. Recuperi: 4′ pt, 2′ st.

Arbitro: Acquafredda (Molfetta).

CLASSIFICA ALLA TRENTAQUATTRESIMA ED ULTIMA GIORNATA

Audace Cerignola 92; San Marco 77; Reali Siti Stornarella 72; Omnia Bitonto 64; Atletico Stornara 53; Polisportiva Sammarco 41; Audace Barletta, Nuova Andria 39; Sporting Daunia Foggia 38; Bitetto 37; Virtus Molfetta 35; Minervino Murge 34; Ultrattivi Altamura 33; Tre Torri Calcio Torremaggiore 31; Rocchetta Sant’Antonio 30; Sibillano Bari 29; Margherita Terme 10. (Margherita Terme un punto di penalizzazione).