E’ un appuntamento che si rinnova anno dopo anno, in cui spuntano talenti eccezionali ed il traino delle scuole nello stimolarli ed accompagnarli nel proseguimento della loro vita, è fondamentale dal piccolo al grande alunno. La decima edizione del Certame Letterario, svoltosi il 28 maggio scorso presso il Liceo Classico “Zingarelli” diretto da Giuliana Colucci, ha portato in evidenza storie ed ambientazioni che per una sera hanno portato il visitatore ad approfondire le tematiche dell’antica Roma, fra le degustazioni di ricette dell’epoca con la cura di Tommaso Perrucci e Francesco Dambra, al mito e memorie sulla mensa dei latini, con l’intervento dello storico culturale gastronomico Tommaso Lucchetti. L’attore Leonardo Losavio ha letto alcune poesie preparate dai ragazzi, recitate in un’aula magna magicamente rapita, anche in ragione della performance musicale di Luca Giordano: un talento naturale, come ha detto la dirigente scolastica, nel corso del suo intervento durante la serata che ha preceduto le premiazioni dei vari partecipanti. Da sottolineare anche il libero adattamento messo in scena di “Un invito a cena”, tratto dal celebre Satyricon di Petronio, curato dalla professoressa Stefania Stango: tanti apprezzamenti per esso e la mostra fotografica di Giulia Di Michele e Giuliana Massaro, posta all’ingresso del liceo. Se c’è un segreto per cui ogni anno questo appuntamento riscuote consensi, ciò è dovuto ad un lavoro preparato con cura e grinta da tutto il corpo docente, che unitamente ai ragazzi vuole trasmettere un messaggio positivo alla città, che ne ha bisogno. Solo con queste eccellenze si può puntare al futuro con un minimo di serenità, che da queste parti non guasterebbe.

Questo slideshow richiede JavaScript.