Che il ballottaggio fosse una sfida all’ultimo voto era ampiamente risaputo ma che potesse trasformarsi in una possibile carneficina dialettica, anche se da molti ampiamente pronosticato, era qualcosa che fino alla fine in tanti hanno sperato non avvenisse. E invece così non è stato. All’indomani del risultato del 31 maggio è iniziata una vera battaglia verbale su facebook, avviata da Franco Metta, e proseguita da Tommaso Sgarro.

Il civico ha subito tuonato contro il segretario del Pd, postando a più riprese una nota sulla questione rifiuti all’Interporto. «A Cerignola Campagna arriveranno i rifiuti di tutto il Gargano e da lì proseguiranno in camion per la discarica, che è al collasso? Questo prevede il piano rifiuti della Regione, approvato dalla Giunta Regionale in cui era Elena Gentile. Chi si opporrà? Il Sindaco Sgarro? Il vice sindaco Peppino Tavoliere?», scrive il cicognino ripreso poi dai sostenitori.

Non tarda a giungere la replica di Sgarro, il quale sempre attraverso il social replica a quelle che egli stesso definisce bugie di Metta. «Bugia n.1 Non è assolutamente vero che l’interporto diventerà una discarica; Bugia n.2 Elena Gentile non c’entra niente con questa storia (il progetto regionale è stato avviato quando lei non era già più assessore); Bugia n.3 Il progetto regionale prevede solo il passaggio dal transito su gomma a quello su treno di rifiuti che già vengono conferiti presso la discarica di Cerignola; Bugia n.4 L’emergenza che riguarda la discarica di Forcone Cafiero non ha nulla a che fare con questo progetto, che vedrà la luce inoltre tra diversi anni; Bugia n.5 Il vice Sindaco avrà meno di 69 anni. Capisco la disperazione di un uomo che vedrebbe l’anima per vincere questo ballottaggio ma le bugie hanno le gambe corte. La settima scorsa ho incontrato il dott. Marco Simioni, consulente economico del governo. Il giorno dopo la nostra vittoria ho già in programma un salto a Roma per inserire il nostro interporto all’interno del catalogo dell’Agenzia per gli investimenti esteri in Italia, nel tentativo di rendere appetibile la struttura a qualche importante azienda che si occupa di logistica, capace con un suo investimento di rilanciare, e quindi creare lavoro, in una struttura figlia della nefasta scelta di quel Salvatore Tatarella che oggi appoggia Metta. Quaranta miliardi di lire, soldi pubblici buttati, un mutuo che ancora grava sulle casse del Comune di Cerignola». 

E con queste premesse oggi, domenica 7 giugno, i due competitors incontreranno i cittadini, in contemporanea, con pubblici comizi nelle zone centrali della città. Franco Metta ha dato appuntamento alle ore 21.00, in piazza Duomo, per, come egli stesso riferisce, parlare «al cervello della gente, senza dimenticarne il cuore. Parlerò del bivio che abbiamo dinanzi. Parlerò al popolo che ha votato a sinistra. Parlerò al popolo che ha votato a destra. Parlerò al mio popolo, quello che nasce in sei anni, partendo da un uomo solo e dalla sua voce affidata ad un microfono. Parlerò ai dirigenti politici, che capiscono quale occasione non devono sprecare. Parlerò ai miei concittadini, perché Cerignola non muoia nelle grinfie di un duopolio economico e politico. Farò come sempre il mio dovere civico».

Di contro Tommaso Sgarro, sempre alle 21.00, di fronte alla Villa Comunale, terrà un pubblico comizio che muove, in premessa, dalle «parole utilizzate da Metta negli ultimi quattro giorni: massacrare, battere, balenghi, caricare, odio, giuda, tradimenti, contro (decine di volte), bassotti, schiavi, lottare, vivi o morti, combattere, campo di battaglia, sudare freddo, ecc. Metta ha la guerra in testa e trasforma quast’ultimo scorcio di campagna elettorale non in un confronto ma in un campo di battaglia. Questa sera, alle ore 21.00 davanti alla Villa Comunale, una persona dal palco vi dirà chi, e cosa non è, Franco Metta».

  • leonardo

    buonasera sig. notizia web ho letto l’articolo ( con me contro di me )
    e sinceramente mi ha lasciato a bocca aperta .
    adesso mi spiego xche questo giornalino se così possiamo chiamarlo può fare notizia solo nelle borgate , la parzialità dal mio punto di vista dev’essere adottata in entrambe le parti oppure escluderla .
    colco l’occasione per salutarla e x complimentarmi nel modo in cui squallosamente pubblica le notizie da lei inventate
    saluti

    • Antonio

      Squallosamente … mi complimento per il bagaglio lessicale! Senza conoscerla, dice già molto di Lei, sig. Leonardo non meglio qualificato.

  • Consigli per gli acquisti…..

    Un consiglio ai due candidati sindaco in piazza oggi….
    Piu’ che sprecare fiato nel demonizzare l’avversario, date il giusto riconoscimento ai tanti soldati che hanno prestato i loro volti alla vostra causa.
    Le improbabili alleanze fuori dal cerchio del proprio progetto politico non partoriranno nessun risultato mentre la partita la vincera’ chi avra’ la propria squadra ancora al fianco con immutato impegno ed entusiasmo.
    Ricordate che il vostro piu’ temibile avversario e’…..il mare!!!!

  • E adesso ?

    Metta ormai potrà anche vincere ma ha perso di credibilità tutta la gente che incontro dice nn votare metta mi raccomando sinceramento nn conosco ne metta ne sgarro ho solo potuto visionare il programma di sgarro e molto ftizzante bello metta nn lo sono riuscito a trovare dato che sono indeciso voterò tutti e due

  • lulu

    Ma scusate redazione..ma perché parlate bene alla gente solo per sgarro e gettate benzina su metta??ma i giornali non devono avere preferenze (??

  • Tranquilli

    Tranquilli tutti, la gente ha capito tutto da un bel po….non ha bisogno di consigli ..per chi votare…è alla luce del sole…anzi chi ha governato questa città per anni e anni merita di essere messo al sole ad essiccare come hanno fatto per la povera Cerignola.
    Con L’Avv.Metta al 100% cambierà tutto, diversamente si tornerà 50 anni indietro..garantito.
    Spesso le persone hanno la memoria corta di chi …dopo aver raggiunto obiettivi alti..se ne scordato del paese….ma in tanti non dimenticano…bello essere a favore del popolo con le chiacchiere, tanto il conto in banca cresce comunque…devono sapere che l’unico modo per conoscere la sofferenza è accostarsi a quanti vivono nel dolore e non far finta di nulla dopo aver preso i voti.
    Ai Cerignolani la scelta…!

    • Cittadino

      Tranquillo tu !! rispetto la tua idea nei confronti di metta ma nn condivido preferisco votare un giovane trentatreenne rispettoso coerente nn provocatore educato