CERIGNOLA: 20ENNE ARRESTATO PER SPACCIO DI DROGA

PERCHINUNNO Leonardo Daniele
PERCHINUNNO Leonardo Daniele

I Carabinieri hanno tratto in arresto in flagranza di reato PERCHINUNNO Leonardo Daniele, 20 anni, per il reato di detenzione ai fini di spaccio di hashish e marijuana. I Carabinieri apprendevano che nella casa del giovane si spacciava droga e dopo aver osservato e controllato diversi acquirenti che si erano appena riforniti, decidevano di intervenire.

Un Carabiniere, fingendosi acquirente, riusciva a farsi aprire la porta di casa, sorprendendo il giovane. All’interno veniva rinvenuta una busta contenente lo stupefacente suddiviso in dosi, nello specifico 80 grammi di hashish e 42 di marijuana, ancora sul tavolo dell’ingresso con accanto posati 400 euro in banconote di piccolo taglio, provento dell’attività di spaccio.

I soldi e la droga sono stati sottoposti a sequestro e l’arrestato associato al carcere di Foggia.

MARGHERITA DI SAVOIA: DUE PERSONE ARRESTATE PER RAPINA IN ABITAZIONE

CARBONE Franco
CARBONE Franco

I Carabinieri della Compagnia di Cerignola hanno dato esecuzione ad ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal GIP del Tribunale di Foggia su richiesta della locale Procura della Repubblica, nei confronti di DASSISTI Michelangelo, 34 anni e CARBONE Franco, 24 anni, ritenuti responsabili di una rapina aggravata in concorso compiuta in un’abitazione, ai danni di un invalido privo di entrambi gli arti inferiori. Inoltre, il solo DASSISTI è gravemente indiziato di essere, altresì, l’autore di due importanti furti.

Le indagini, che hanno permesso all’Autorità Giudiziaria l’emissione degli odierni provvedimenti restrittivi ed il ritrovamento di parte della refurtiva, sono state condotte attraverso servizi di pedinamento, attività tecnica, raccolta di testimonianze e accurati sopralluoghi sui luoghi dei fatti delittuosi, permettendo di ricostruire accuratamente gli eventi.

DASSISTI Michelangelo
DASSISTI Michelangelo

In particolare, per la rapina in abitazione, commessa nottetempo il 12 novembre 2014, mentre la vittima dormiva, i due soggetti travisati si introducevano in casa, forzando con un piede di porco la porta d’ingresso e raggiungevano la camera da letto. Il proprietario, accortosi della presenza di due persone travisate in volto, terrorizzato ed impossibilitato a muoversi per la grave invalidità di cui è affetto, iniziava ad urlare.

Mentre un malvivente si avventava su di lui, minacciandolo di morte se non taceva, l’altro si impossessava del borsello legato al triciclo da invalido, contenente un portafogli con all’interno 500 euro circa, un telefono cellulare, il telecomando del cancello automatico e le chiavi della porta dell’abitazione. I due, poi, si davano alla fuga a bordo di un’autovettura. Parte della refurtiva veniva rinvenuta dai Carabinieri il giorno successivo in località punta pagliaio di Margherita di Savoia.

Il DASSISTI è ritenuto responsabile anche di due furti: uno compiuto nel maggio del 2012 quando lo stesso, entrando nella villa di un agente immobiliare, rubava un revolver calibro 38 con 50 cartucce ed un altro compiuto nel settembre del 2014 ai danni del poliambulatorio ASL. Il malvivente, dopo aver forzato una porta laterale, aveva accesso alla struttura ospedaliera e, aperta la cassaforte con un flessibile, asportava 5.400 euro in contanti e valori bollati per ulteriori 2.500 euro.

I due soggetti sono stati associati alla casa circondariale di Foggia.

 

  • osservatore

    basta guardarli…ste teste di minkia