L’A.s.d. Udas ha organizzato, nello scorso weekend, presso il Villaggio Sportivo “Giovanni Paolo II”, il II° TORNEO NAZIONALE DELL’OLIVA BELLA DI CERIGNOLA, riservato alla categoria Under 13 di basket. L’evento di respiro nazionale, si è svolto in collaborazione con il main sponsor, Allianz spa-agente generale Luigi Giannatempo, e con il patrocinio del Comune di Cerignola, Proloco, Club Unesco, Federazione Italiana Pallacanestro, Centro Sportivo Italiano, l’Istituto Agrario ‘G. Pavoncelli’ di Cerignola, Consorzio di Tutela dell’Oliva Bella della Daunia cultivar Bella di Cerignola. Il torneo ha visto la partecipazione di 6 squadre, rappresentative di altrettante società storiche del basket pugliese e italiano che si sono confrontate sui parquet del Villaggio Sportivo, secondo le regole generali della Fip. Dopo la finale di domenica 14 giugno, (con la vittoria in finale della Virtus Matera sul Basket San severo) c’è stata la premiazione di tutti i partecipanti alla manifestazione, ai quali sono stati consegnati, oltre alle consuete coppe e medaglie, anche vasetti dell’Oliva Bella di Cerignola, offerti dal Consorzio di Tutela e dalla Cooperativa agricola Oliva Coop Bella di Cerignola, nonché vari prodotti tipici offerti dalla Industria Alimentare Iposea. Inoltre la premiazione è stata arricchita con la consegna di un’opera (a tutte le squadre partecipanti, agli arbitri ed ai partner), china su carta, eseguita dall’artista cerignolano Antonio Bruno, dedicato alla competizione in oggetto.

«Il torneo – afferma il Presidente dell’Udas, Giuseppe Di Giorgio – è giunto alla sua seconda edizione; il nostro obiettivo è quello di far diventare i due tornei nazionali di basket giovanile, organizzati nel mese di giugno e dicembre (Torneo del Piano delle Fosse Granarie), un punto fermo nel panorama cestistico nazionale. Mi preme sottolineare il grande sforzo organizzativo messo in campo da Giovanni Rubino, Lello Bufo, Felice Carano, Davide Dileo, Bernardo Taddeo, Antonio Saracino, Marinella Lavacca e Gennaro Corcella, responsabili ed istruttori del settore giovanile ‘Udas Young’. L’evento rappresenta uno dei pochi esempi nel nostro territorio di coniugazione tra l’attività sportiva e la promozione dei prodotti tipici e delle risorse ambientali. Il Torneo ha come fine ultimo proprio quello di coniugare la pratica sportiva alla valorizzazione del territorio, attraverso la promozione delle bellezze paesaggistiche e naturali che solo la Puglia sa offrire».

Questo slideshow richiede JavaScript.

Durante il Torneo sono state organizzate visite guidate presso il Polo Museale del Piano delle Fosse, con la collaborazione del Club Unesco di Cerignola e la Proloco, per tutti i circa 100 partecipanti e rispettivi accompagnatori. «Altro aspetto positivo del torneo – conclude Giuseppe Di Giorgio – è quello che Cerignola è stata ‘invasa’ da circa 100 piccoli atleti, e dai rispettivi accompagnatori e familiari, provenienti da tutte le parti d’Italia, ospitati in convenzione, presso strutture ricettive della Città quali l’Hotel Veronese, che ringrazio per il trattamento di favore riservato ai partecipanti della manifestazione. Ringrazio tutti i partner e patrocinanti l’evento per aver creduto nella manifestazione». L’Udas, dunque, con questo torneo nazionale ha concluso e suggellato un’annata sportiva straordinaria che l’ha vista protagonista nelle diverse discipline praticate del basket, volley e tennis tavolo; ulteriore dimostrazione, se mai ve ne fosse bisogno, che l’Udas appartiene alla Città ed al territorio, favorendone la crescita sportiva, culturale ed economica.