Tra rumors di palazzo, e conferme più o meno attendibili, comincia a prender forme la nuova giunta targata Franco Metta. Diverse le sorprese di giornata che, come confermato dallo stesso Primo cittadino, vedrà la nomina della squadra di governo in poche ore. «Ho studiato la composizione della Giunta comunale – fa sapere il cicognino attraverso il proprio profilo facebook -. Gli altri la preparano in 4-6 mesi, io la ufficializzerò in 4-6 ore. Devo solo sistemare gli ultimi dettagli».

E proprio di piccoli dettagli si tratta prima di avere l’ufficialità di un elenco con non poche sorprese. Secondo i ben informati, infatti, alle certezze firmate Antonio Lionetti e Carlo Dercole, rispettivamente con delega all’ambiente e alle politiche giovanili, ci sono le prime sorprese, con Cerignola Democratica che pare sia riuscita a strappare la Presidenza del Consiglio comunale, affidata a Leonardo Paparella, e il mandato allo sport per Pia Zamparese, la prima dei non eletti della lista che avrà quale capogruppo Rino Pezzano.

Le vere novità, del tutto inaspettate, potrebbero essere rappresentate dai nomi di Anna Lisa Marino o Fabrizio Tatarella – in quota Salvatore Tatarella -, magari al Bilancio, contenzioso e personale; sorpresa delle sorprese, tutta da confermare ovviamente, pare sia rappresentata da Giuliana Colucci (sembra abbia chiesto qualche ora per riflettere sulla proposta, ndr.) che potrebbe prendere vicesindaco e delega alla cultura scalzando di fatto Lucia Lenoci. Resta da chiarire, inoltre, la posizione ai lavori pubblici, che vede favorito Tommaso Bufano ma che, visti le sensazioni delle ultime ore, potrebbe nascondere nomi difficilmente preventivabili.

Altro nome circolato per la nuova Giunta è quello di Mimma Albanese (politiche sociali?), che ad oggi però non trova ancora conferme. Infine, attenzione alle agenzie, come quella per le attività produttive, che potrebbero rappresentare uno strumento per offrire rappresentanza alle altre liste. In attesa dell’elenco ufficiale continua ancora per qualche ora il toto assessori.