Risponde al vero che questi primi giorni da Sindaco per Franco Metta siano scivolati via in modo più che positivo, con numerose azioni che hanno caratterizzato il verbo dell’ex missino negli ultimi sei anni, su tutti l’utilizzo dei social network in modo quasi ossessivo.

A cominciare dal nubifragio di martedì pomeriggio, che ha visto il Primo cittadino impegnato in prima persona, grazie agli Agenti della Municipale in servizio: armato di fotocamera, infatti, ha fatto la spola tra i siti e le zone più danneggiate, per verificare cosa fosse accaduto e quali rimedi poter apportare promettendo di inviate «la documentazione all’Assessore competente, perché ciò che è successo oggi (martedì, ndr.) non si ripeta al prossimo acquazzone». Le prime mosse di Franco Metta, però, sono rivolte anche ai bisogni quotidiani, come la pulizia delle strade e il rifacimento di tratti di manto stradale; sempre attraverso facebook il cicognino informa: «Stiamo attuando il piano speciale di pulizia della città. Di solito sono in servizio tre spazzatrici, due al mattino ed una al pomeriggio. In questo momento sta lavorando un mezzo in più e, dal 20 al 30 giugno, quattro spazzatrici si aggiungeranno alle tre macchine abitualmente in funzione».

Non solo problemi da risolvere ma, soprattutto, riorganizzazione dell’organigramma dei Dirigenti comunali, con le prime epurazioni: Giuseppe Mandrone, Comandante della Polizia Municipale, sollevato dall’incarico con lauta buona uscita (si parla di circa 200 mila euro, ndr.) come previsto per legge e che, siamo certi, prossimamente il Sindaco avrà modo di spiegare alla città da dove attingerà la cifra; così come il responsabile del settore contabilità e finanza, Adriano Saracino. Resta da definire il quadro dei Dirigenti del Terzo Piano, settore Urbanistica, dove potrebbero fare le spese almeno due dei tre ingegneri oggi presenti (Custode Amato, Vito Mastroserio, Clorindo Izzillo).

Ancora, gli incontri con personalità di spicco in città, costruttori e imprenditori oggetto di ‘ironia’ (così l’ha sempre definita l’avvocato, ndr.) per l’intera campagna elettorale: Donato Calice e Michele Grieco. «La rotonda d’oro» per il primo, «i loschi interessi edilizi» del secondo, hanno caratterizzato la dialettica elettorale di Metta. Oggi qualcosa è cambiato, evidentemente, e quei cavalli di battaglia sono stati messi da parte con le dichiarazioni di giovedì sera al comizio di ringraziamento: «Prima era campagna elettorale, adesso sono sindaco»; nella stessa occasione, pur ricoprendo oggi una funzione di rappresentanza della città, di tutta la città e di tutti i cittadini, ha regalato un pensiero alla stampa locale che, a suo dire «non afferma la verità sulle nomine in Giunta; non ne hanno azzeccata una. Date retta a me non leggete questi siti web»; stamane, rimarcando il concetto, ha aggiunto in una nota: «I sedicenti giornalisti continuano a discettare di chissà quali lettere, che mai leggerò – riferendosi forse alla lettera di Lucia Lenoci -. Non ho trovato un cittadino che abbia a cuore questo problema. Ma loro continuano ad insistere su un caso che non esiste. Blaterate pure. Siete faziosi e scorretti con i cittadini. Quanto a me, ho una città da amministrare. Non perdo con voi il mio tempo».

 

I dissapori, però, come spesso accade fanno più notizia e la lettera al vetriolo di Lucia Lenoci, e alcune nomine in Giunta o con deleghe generiche, hanno fatto storcere il naso a molti, anche tra i militanti storici de La Cicogna. Dopo il caso di Giuliana Colucci alla Cultura (Ginnatempo con la parrucca la definiva in campagna elettorale, ndr.), e le numerose deleghe a parole per persone della società civile, non elette, che nei prossimi giorni richiederanno chiarimenti doverosi da parte del Primo cittadino, per scongiurare l’idea che sta circolando in città circa la funzione di possibile contentino per il supporto ricevuto, stamane Metta comunica attraverso la propria pagina facebook: «Il consigliere comunale Pasquita Ciani e il cittadino Filippo De Luca, con l’ulteriore apporto del signor ingegnere Nino Santoro, sono stati nominati delegati dal Sindaco per lo studio proposta programmazione di una soluzione globale del problema trasporto interno cittadino e stazione autobus extra urbani». Proprio quel Santoro, già assessore della Giunta Giannatempo, oggi viene riassorbito in quota mettiana attraverso una nomina annunciata, ma ancora non documentata, come d’altronde sta accadendo per tutte le nomine altre rispetto a quelle degli Assessori, e che rappresenta un ulteriore malumore nella base civica.

  • gerry

    MA PER QUANTO RIGUARDA GERARDO BEVILACQUA,PER IL SUO ASSESSORATO QUANDO POTRA’ OTTENERLO?DOBBIAMO ASPETTARE ANCORA PER MOLTO?

  • Sabbino

    Benissimo Signor Sindaco!!!!! Inizio molto positivo!!!!!

  • Piu Giusto!

    Smantella! Sindaco Metta…un sistema di soli corrotti e ladroni tenuti a crescere x tanti anni . Come quei 10milioni di euro spariti nel nulla….alla faccia dei disperati…nn hanno fatto un cazz…x riaverli . ke VERGOGNA!!
    .

  • massimo

    mettono le piu brutte foto di Metta su questo sito web, chissa’ perche??????? mi ricorda emilio fede con prodi e berlusconi.

    • Che te lo dico a fare

      Quedd ghe u campion. . Mica é brad Pitt. ..

      • Mett

        E ke cazz u cil e semb nerg….il cielo ė sempre piu blu…….madonn.

      • Di Francesco Savino

        Mettiamo la tua foto che, sicuramente, é molto meglio!!!!!

  • SO FĖ

    Mi domando…tutti sti leccapalle che stanno adesso….5 anni fa stavano pure….domanda…xk nn vinse il Sig. Franco Metta? Forse xk a cambiato Slogan…era “SO FĖ” adesso e “A COSTO NERO” ??? BÀ MI PU ZZA DI BRUCIATO…

  • Anonimous

    COME SEMPRE LANOTIZIAWEB E’ CONTRO … e vabbè, facciamocene una ragione !

    • Vito Antonacci

      …………………….non cambierà mai!!!!! Metta ha fatto a carne macinata i loro beniamini, quindi sono un po’ incavolati alla NOTIZIAWEB !!!!!!! Poveracci, destinati a fare una brutta fine!!!!!

  • Tatill

    Domanda: Xke…Franco Metta… 5anni fa nn Vinse? Stando gia il Sig. Metta dal 2010…adesso stavamo in ottime condizioni a “Costo Zero”