Prove tecniche di riorganizzazione del centrosinistra. Sgarro e i suoi provano a rialzarsi dopo la sonora sconfitta del ballottaggio. E lo fanno con un direttivo fiume durato più di 4 ore, giovedì sera, e con l’ultimo comizio, di ringraziamento, da candidato sindaco del centrosinistra, di Tommaso Sgarro. Nella riunione di giovedì il segretario del Partito Democratico ha provato a rassegnare le sue dimissioni che gli sono state respinte all’unisono dall’assemblea. In seguito ad un’attenta analisi della campagna elettorale, appena trascorsa, poi, il vero interesse del segretario piddino è stato quello di capire quali sono le reali idee e gli obiettivi della neonata amministrazione, anche attraverso un saluto di ringraziamento alla città. «Franco Metta non mi ha mai riconosciuto come candidato. Io non lo riconoscerò come Sindaco. Adesso vedremo che cosa sarà in grado di fare. Vogliamo vedere in che modo verrà attuato il PIRP (programma integrato di riqualificazione delle periferie), come ad esempio, nella zona della Terra Vecchia; e ancora, quali saranno le progettazioni del PUG (piano urbanistico generale). Non basta soltanto ripulire le strade, è facile partire bene, lo fece anche Antonio Giannatempo, ma poi, sui problemi veri, che cosa vuoi fare?».

Il comizio è stata anche l’occasione per poter parlare pubblicamente delle cause dell’insuccesso elettorale, conseguenza di una campagna elettorale «fortemente offensiva e diffamatoria, artatamente studiata a tavolino», che ha scatenato polemiche su argomenti delicati, come quello dei rifiuti; e che molto ha anche giocato sul piano di presunti accordi sotto banco, tra vecchie fazioni della politica locale: «al secondo turno si è rotto qualcosa a causa del gossip con regia di un aspirante Alfonso Signorini. – ha commentato ironicamente Sgarro –  La foto dell’ ‘Oasi di Claire’, non dimostra affatto che noi quella sera abbiamo fatto accordi politici, quegli stessi che, invece, qualcun altro ha fatto prima e che  oggi vediamo, così come li vedremo nelle settimane a venire. Del resto, se lo dice una come Lucia Lenoci, che la ricerca è quella dell’ ‘oasi felice’, allora c’è poco da aggiungere. Stavamo solo cercando di convincere un elettorato che non ci avrebbe mai votato, e che infatti non ci ha votato, sulla necessità di poter investire nel nostro progetto politico. Invece, ci è andata male, anzi, malissimo, qualcuno ci ha teso un’autentica imboscata».

Quasi sul finire del comizio, è partito un audio, già circolato nelle scorse ore su WhatsApp, in cui il sindaco Franco Metta afferma: «il Metta della campagna elettorale non è il Metta sindaco. Quest’ultimo sarà un amministratore importante, mentre il candidato doveva trovare un sistema per poter battere gli avversari». Secca la risposta del giovane segretario: «Io non sono il candidato sindaco che adotta una determinata strategia perché deve vincere la campagna elettorale, Tommaso Sgarro e il centrosinistra sono una cosa sola. Noi possiamo ironizzare dicendo ‘Franco, sei stato un grandissimo bugiardo!’. Non c’è una campagna elettorale da vincere, ma una città da governare».

«Abbiamo messo su il miglior gruppo consigliare possibile per poter fare opposizione, atto su atto, provvedimento su provvedimento. Noi saremo i feroci censori di coloro i quali sventolano il cambiamento, ma in realtà, ancora una volta cercano di cambiare i rapporti di clientela – ha incalzato Sgarro -. Avremo un compito importante come opposizione, noi dovremo smascherare questo finto podestà, noi dovremo rendere nudo questo re. La nostra opposizione punterà tutto sulla verità, è stata la cifra della nostra campagna elettorale e continuerà ad esserlo durante la nostra opposizione – ha concluso il nuovo leader del centrosinistra -. Noi siamo il centrosinistra, noi siamo l’opposizione peggiore che potesse capitare a Franco Metta, noi saremo coloro i quali riporteranno Franco Metta a tutte le sue responsabilità. Benvenuto Franco Metta, questo sarà il tuo Vietnam!».

  • ventilatore

    Il gruppo consiliare di opposizione PD è un bellissimo gruppo tranne TOMMASO SGARRO. Tu mi hai fatto vergognare di essere di sinistra. Tu hai offeso la mia sinistra. Tu hai offeso tutta la città. TOMMASO SGARRO SPARISCIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIII.

    • Lavatrice

      Belle parole!!!!! Spero che il filosofo con la barba capisca!!!!!

      • Cittadino mettiano

        Caro Tommaso Sgarro
        devi metterti in testa che
        FRANCESCO METTA
        E SINDACO tu adesso è x5 anni ne dici è ne dirai di balle .
        posso solo dire che ero di sinistra ma vedendo tutto quello schifo che avete combinato X molto tempo sono circa 3MESI CHE sto seguendo metta e ti posso garantire che è una brava persona.
        io oh la tua stessa età però ti dico
        che tu Tommaso Sgarro facevi parte di un’altra coalizione forse battevi Francesco Metta.
        Allora rassegnati fai vivere cerignola con un sindaco per bene pieno di idee pieno di intelligenza onestà e trasparenza e fra 5 anni vedremo se ai qualcosa da dire

        • Rosario De Finis

          ………per una risposta da parte di Sgarro, devi aspettare che Zia Elena gli dica cosa risponderti!!!!! Dagli tempo!!!!! La sconfitta brucia molto………………….

          • luigi

            Tu invece vai alla processione ……. e canta mi raccomando ….

          • Rosario De Finis

            Non canto niente io signor Luigi tirapiedi della Zia Elena, stai zitto, la sconfitta é stata amara e vi brucia ancora il c……!!!!!!

      • lavastoviglie

        La sfortuna vuole che i ragazzi all’interno del partito non si accorgono di quanto sia falso questo Tommaso…. i tuoi “ragazzi” sapevano di quel’incontro??!! Credo di no se no ti sputavano in faccia….aveva ragione metta tu non vali niente. Dai le vere dimissioni e sparisci….

  • ATTENZIONE

    Ma state zitti rassegnatevi accettate la sconfitta ritiratevi e fate lavorare il nuovo sindaco altrimenti ve la vedrete col popolo di Cerignola

    • realista

      da ora a 5 anni il popolo di Cerignola non avrà + voce in capitolo,ma dovrà stare a tutte le cose che si faranno x il paese, sia buone che brutte,anche se io sono dell’opinione che le cose buone saranno dei miraggi . PS :non azzannatevi x la politica,alla fine tutti faranno i loro porci comodi e se ne fregheranno di tutti noi ,anche di quelli che li hanno votati !

      • ATTENZIONE

        Vedrai che questa volta é diverso vedremo un cambiamento, abbi fiducia

  • Amo Cerignola

    Giusto. Sono di sinistra ma sono contento dopo quanto letto che sia uscito Metta. Non era questa la sinistra che volevo, la sinistra di Divittorio . Vai Sgarro per fortuna hai fatto la fine che meritavi. Buon lavoro Sindaco.

    • eX DI SINISTRA PENTITO

      AMIAMO CERIGNOLA CON ALTRUISMO E VOLONTA DI RIFARE TUTTO!!!!!!!!!

  • moderato di sinistra originale

    Caro Tommaso, non ho mai votato PCI per l’età, ma ho votato PDS, DS, e PD e continuerò a votare PD.
    Quella sera ho pianto e ho pensato come si possono perdere tanti voti in 15 giorni?
    Dimettendoti tu e tutto il direttivo per quello che siete stati capaci di fare forse avreste guadagnato almeno in dignità, ma siccome siamo in Italia dove chi sbaglia viene premiato, auguro a voi tutti buon lavoro per l’autodistuzione.

  • peppino5stelle

    da che pulpito viene la predica.
    non conosco metta sindaco,per questo non giudico.
    ma se questo e’ il vietnam,quando il pd era al comune,cerignola era peggio di CHERNOBYL E ALCATRAZ messi insieme.
    dalle coperative,alla gentile siete tutti un minestrone.
    vediamo cosa fa’ metta…….il tempo e galantuomo.
    senza offesa, per il PD IL TEMPO E SCADUTO.

  • Nino Grieco

    SGARRO E TUTTI I SINISTROIDI DOVETE AMMETTERE CHE METTA VI HA FATTO A POLPETTE!!!!!!

  • ZEN

    Già in poche ore il Sindaco Metta sta trasformando il Vietnam che abbiamo ereditato da voi e tutto il resto della combricola in un giardino di ZEN.
    Fate silenzio.

    • Dino Perchinunno

      PERFETTO!!!!!! OTTIMA RISPOSTA A QUEI CIALTRONI !!!!!

  • Reporter

    Vorrei ricordare al cittadino Tommaso Sgarro che prima di pronunciare la frase ‘ questo sarà il tuo Vietnam’.
    Deve dire chi andrà a combattere questa sua guerra assurda, non credo il popolo di Cerignola, anche perchè questa sembra essere diventata una guerra personale e che ai Cerignolani non interessa.

    Io consiglierei, un viaggio di riflessione, magari in Russia, nella speranza di acquisire nuove strategie politiche da adottarsi in altre parti del pianeta ma non di certo a Cerignola.

    Deve dimettersi, come giusto sia, come hanno fatto altri ( vedi silvana Ladogana e altri ancora prima). il gioco di dire mi dimetto ma non vogliono è banale e questo allontano ancora di più l’elettorato di sinistra.

    Concludo, ricordati Sgarro che in una guerra la prima vittima è il popolo innocente e Cerignola non lo merita.