Per iniziativa del “Gal Piana del Tavoliere” Cerignola ospiterà, il 26 ed il 27 giugno a Palazzo Coccia, il Premio “Monna Oliva”, concorso nazionale per la selezione delle migliori olive da tavola italiane. Il Premio, giunto alla seconda edizione, è stato istituito d’intesa tra l’Unione mediterranea assaggiatori d’olio (Umao) e l’Associazione nazionale “Donne dell’Olio” e gode del patrocinio del Ministero delle Politiche agricole e forestali, della Regione Puglia e della Regione Lazio e del Comune di Cerignola. Quando si parla di olive da tavola, la cultivar “Bella di Cerignola” a marchio Dop “Bella di Cerignola”, occupa un posto di primissimo piano, essendo conosciuta ed apprezzata sui mercati e dai gourmet di tutto il mondo.

“Abbiamo voluto con entusiasmo organizzare e compartecipare a questa importante iniziativa – osserva il presidente del Gal “Piana del Tavoliere”, Valerio Caira – poiché mette al centro della ribalta un prodotto, l’oliva da mensa, che pone Cerignola ed il suo territorio in una posizione di eccellenza, grazie ad un prodotto di eccezionale qualità, in un segmento che vede una crescita costante di consumo. Il Premio “Monna Oliva” può contare su un Comitato tecnico scientifico di altro spessore e si avvale di una Giuria internazionale chiamata a valutare i prodotti in concorso. Ma più in generale, per noi si tratta anche di cogliere una eccezionale occasione di incontro, di scambio e di promozione della risorsa – territorio, nel suo insieme”.

Per l’occasione, al workshop tecnico in programma sabato prossimo a Palazzo Coccia – che vedrà la partecipazione di Autorità ed autorevoli esponenti del mondo agricolo – ed alla Cerimonia di premiazione, faranno da corollario le visite guidate in primarie aziende del settore nel territorio Gal. Inoltre il Comune di Cerignola, attraverso l’associazione “Cerignola Produce” ha promosso un percorso eno – gastronomico nella zona adiacente Palazzo Coccia, che permetterà alle aziende del nostro territorio di promuovere i loro prodotti tipici.