Il presidente emerito della Repubblica, Giorgio Napolitano, compie 90 anni. L’ex Capo dello Stato, l’unico a ricoprire due mandati, festeggerà privatamente con la famiglia a Roma, mentre martedì sarà accolto a Palazzo Madama per un ricevimento in suo onore. Napolitano, che è stato il presidente della Repubblica più anziano al momento dell’elezione, è stato in carica fino al 14 gennaio 2015.

Presidente dei record – La sua presidenza è stata la più lunga della storia. E’ stato in carica dal 15 maggio 2006 al 14 gennaio 2015, data delle sue dimissioni. Il 20 aprile 2013 venne rieletto alla presidenza. Ma Napolitano vanta ancora un altro record: è stato l’unico Capo dello Stato eletto per un secondo mandato, in una situazione caratterizzata da grave crisi politica. Furono gli stessi partiti, da lui rimproverati perché incapaci di portare avanti le riforme, a chiedergli di restare ancora al Quirinale.

Napolitano, nel corso dei suoi due mandati, ha dato l’incarico a cinque premier: Romano Prodi, Silvio Berlusconi, Mario Monti, Enrico Letta e infine Matteo Renzi.

Tratto da tgcom24.mediaset.it

CONDIVIDI
  • massimo

    Napolitano
    è un traditore in tutti i sensi. Molti personaggi piu o meno famosi
    soprattutto del dopoguerra, hanno aderito al regime fascista in buona
    fede e di questo non è giusto addossare colpe, anche se la guerra civile
    del dopo 25 aprile ha ampiamente dimostrato il contrario, non
    risparmiando nemmeno i bambini.Questo sarebbe un primo grande esame di
    coscienza nazionale che il popolo italiano dovrebbe fare, se vuole fare
    pace con se stesso.
    Ciò non toglie che non solo Napolitano, ma anche
    altri politici del dopoguerra hanno fondato il loro potere sulla”
    religione della resistenza”, in quanto molti di essi sono saltati sul
    carro degli invasori e dei traditori dopo l’8 settembre 1943, per
    approfittarne fino in fondo dopo il 25 aprile 1945, con il benestare
    dello zio Sam.
    Napolitano resta comunque il peggiore traditore della storia italiana. Vergogna italiana nel mondo.