In una nota congiunta del Partito Democratico e del proprio gruppo giovanile, Giovani Democratici, i democrats annunciano la propria partecipazione al Puglia Pride a Foggia il prossimo sabato. Con l’occasione un invito all’amministrazione comunale, mosso dai consiglieri neo eletti, a partecipare in forma ufficiale, oltre che ad istituire un Registro delle Unioni Civili. Di seguito la nota intgrale.

“Il Partito Democratico di Cerignola e la sua organizzazione giovanile, unitamente alle ragazze e ai ragazzi della lista Sgarro Sindaco, parteciperanno al Puglia Pride, che avrà luogo a Foggia il prossimo sabato 4 luglio – hanno comunicato Tommaso Sgarro e Daniele Dalessandro, rispettivamente segretario del PD e dei Giovani Democratici – Ci muoveremo in massa da Cerignola per unirci a questa colorata manifestazione, un’iniziativa di speranza per il riconoscimento di diritti fino ad ora negati. Per una volta non si dirà “fuggi da foggia” ma #fuggiafoggia”.

“Alla luce della sentenza della Corte Suprema degli Stati Uniti d’America che ha stabilito che il matrimonio sia un diritto garantito anche alle coppie omosessuali e che segue, di poche settimane, l’approvazione a larga maggioranza del Parlamento Europeo di un rapporto sull’uguaglianza di genere, il tema del riconoscimento del matrimonio civile per le coppie formate da persone dello stesso sesso non può e non deve rappresentare più un tabù”.

“I tempi sono  maturi – hanno continuato Sgarro e Dalessandro – per una discussione su un tema così importante e soprattutto per una condivisione dell’argomento da parte di tutte le forze politiche del territorio, per dimostrare che esiste un sud e una capitanata culturalmente avanzati in tema di diritti civili”.

“Per queste ragioni – hanno concluso i consiglieri comunali – chiediamo all’amministrazione l’adesione in forma ufficiale della città di Cerignola alla manifestazione, partecipando con una propria delegazione all’iniziativa. Qualora il sindaco non potesse, per i tanti impegni istituzionali, la città sarebbe degnamente rappresentata dal ViceSindaco o da qualunque membro della Giunta. Siamo certi che le forze politiche della maggioranza, in particolar modo quelle più sensibili alle suddette tematiche, sapranno ben consigliare l’avvocato Metta. Inoltre, così come ha fatto la città di Bari sotto la guida del sindaco Emiliano – oggi Presidente della Regione Puglia – anche a Cerignola si potrebbe pensare all’istituzione di un Registro delle Unioni Civili, una battaglia che sicuramente porteremo in Consiglio Comunale”.

CONDIVIDI
  • Ofanto47

    Quanto siete cariniii

    • free

      Ahahahahahahahahah……..
      No comment!!!

  • Totò

    Ma problemi a casa vostra e a Cerignola no c’è ne sono per pensare a questa manifestazione? Ma fatemi il piacere …….

  • Lo Stronzo Cittadino

    In Italia vengono prima i politici poi gli stranieri, poi gli omosessuali, poi gli zingari, poi i falsi invalidi, poi i falsi disoccupati. E per lo stronzo cittadino lavoratore, che paga le tasse e che mantiene tutto questo teatro non c’è spazio a poblemi.

  • wits

    In effetti partecipare alla giornata dellorgoglio gay merita un consiglio comunale ad hoc …… Ma vattinn

  • Ofanto47

    Sgarro e tu pretendevi di fare il sindaco di Cerignola…meno male..Vai a giocare al girotondo..

    • cerignola2…la vendetta

      magari dopo il girotondo fate anche il trenino…..ciuff ciufffff