La notizia era circolata stamane, per via informale, negli ambienti comunali e pochi minuti fa la conferma giunge direttamente dal Sindaco di Cerignola Franco Metta, il quale in una nota facebook afferma: «Confermo. Il concerto di Gigi D’Alessio programmato per il 3 settembre prossimo non si terrà. I legali del cantante hanno risolto il contratto. Attenzione alle truffe».

In mattinata c’erano state delle prime avvisaglie, con il Primo cittadino che si era mosso contro l’associazione organizzatrice dell’evento su alcune ricevute di pagamento degli sponsor poco chiare. «Attenzione, ho tra le mani una ricevuta rilasciata da una associazione che si chiama “MUSICA E PAROLE”, con la quale si incassano euro per postazioni esterne al campo sportivo in occasione del concerto di Gigi D’Alessio – afferma il Sindaco -. Avverto tutti che si tratta di iniziativa non autorizzata, illegale contro la quale stamattina stesso sporgerò denuncia presso il Commissariato di Polizia. Attenzione a non farvi fregare. Chi ha pagato si faccia restituire il denaro».

Non giungono ancora dichiarazioni dall’associazione in questione che da diverse settimane sta pubblicizzando l’evento di Gigi D’Alessio in concerto, il 3 settembre 2015, proprio nel Campo Sportivo comunale “Monterisi”.

  • ci vuole calma e sangue freddo

    ci potete scommettere che questa iniziativa ci costerà una bella citazione in giudizio per risarcimento danni. ovviamente sosterremo noi sia i costi che le somme a titolo di risarcimenti. Vorrei sapere quanti cittadini avrebbero voluto che il concerto si tenesse ? La solita irruenza distruttiva. Per amministrare una briciola di diplomazia non guasterebbe.

    • anna

      Noi siamo rivenditori autorizzati booking show ed è con questa società che dovete chiedere il rimborso visto che abbiamo continuato a stampare biglietti fino a qualche giorno fa .questa società è a livello nazionale potete consultare il sito!!!!!

      • Giuseppe

        io proporrei di abbandonare questa città e raderla al suolo per poi ricominciare dalle macerie, la solita vergogna!!!

    • sgarro_non_sindaco

      state calmi… un concerto in meno di gda non è mai una cattiva notizia… è la cultura tutta a giovarsene…

  • Amelia

    L’amministrazione ha distrutto l’impegno (che piaccia o no) di un associazione, per favorire i soliti noti.

    • nessuno

      per mè ovunque ci siano situazioni ambigue e meglio fare chiarezza,per troppo tempo si e andati avanti con le solite furbate.

  • un lettore

    QUESTO è QUELLO CHE SI APPRENDE PER LO SPETTACOLO, I PERBENISTI CHE SCRIVONO GIUSTO PER, ORA SI DOCUMENTASSERO E NON CHE SPARANO SEMPRE A ZERO SULL’AMMINISTRAZIONE COMUNALE.
    AVETE SUBITO PER TANTI ANNI E NON AVETE PARLATO, ORA CHE QUALCOSA STA CAMBIANDO……..

    LA TRUFFA.
    Ieri mattina trovo sul mio tavolo una ricevuta.
    Si accusa la percezione di cento euro di acconto su un totale di 400,per “ una postazione lineare 3×3 + 3 per 3 davanti alla posta”.
    In pratica,100 euro di acconto per una bancarella da installare il giorno del concerto di Gigi D’Alessio davanti al Monterisi.
    Trattasi di suolo pubblico che la sottoscrittrice della ricevuta non poteva far occupare da nessuno. Il suolo pubblico lo cede il COMUNE.
    Mi precipito a querelare/denunciare/ diffidare la signora Mandurino,per evitare che altri ne siano vittime.
    Dopo la mia denuncia apprendo che:
    Mandurino ha firmato il contratto con Gigi D’ Alessio falsificando il nome di un’ altra signora che,infatti,l’ha per questo querelata.
    Mi attivo ulteriormente.
    Ottengo una fotocopia della lettera con cui i manager dell’artista risolvono il contratto e disdicono l’impegno di D’Alessio a CERIGNOLA sin dal 26 giugno scorso.
    Ho dato max pubblicita’ perche’ nessun altro restasse vittima di inganno,memore anche di precedenti avvenimenti.
    Tutto chiaro?
    Anche un gruppo di finanziatori che avrebbero dovuto coprire le spese del concerto sono stati ingannati.
    Nessuno compri spazi.
    Chi ha acquistato il biglietto avrebbe diritto al rimborso.
    Ma atteso il soggetto coinvolto la vedo dura.
    Sarei stato lieto di ospitare l’evento,avrei offerto ogni collaborazione,ma purtroppo questa e’ la nuda verità .
    Buona giornata.

  • Ggen

    Ma ill Metta furbo e molto scaltro veramente aveva pensato che Gigi D’Alessio poteva esibirsi nello stadio di Cerignola. La struttura è inagibile per una tale capienza . Sindaco sprovveduto o pallonaro? Guzzanti avrebbe detto “la seconda che hai detto”. Nel vortice delle sue innumerevoli e importanti cose da programmare, rigorosamente a costo zero (l’impropria adozione di aiuole, la pulizia delle strade, la rappresentanza clerical/chic …..etc.) vi era il anche il D’Alessio day. Povero illuso e ballista.
    Vorrei ricordare alle forze di opposizione di Cerignola che la “Severino” li obbliga moralmente a ricorrere in sede giudiziariea contro la proclamazione di Metta Sindaco in quanto pregiudicato.

    • il mentore

      L’inagibilita’ del campo sportivo non mi sembra da poter inputare alla nuova amministrazione visto che si è insediata da poco tempo,si rivolga ai vecchi magnacci che anno amministrato questo paese per 30 anni e che a pregiudicatezza sono piu’ abituati del nuovo sindaco,riferisca in villa pallotta (nuova sede dei vecchi amministatori).