Non importa che il pomeriggio fosse caldo, nessuno è voluto mancare al primo appuntamento dell’iniziativa “Che Librio in Città”. Fortemente voluta dall’assessore alla cultura Giuliana Colucci, l’iniziativa ha visto un chiosco itinerante che ha fatto, e continuerà a fare, tappa per i quartieri più importanti della città fino a metà settembre, per riaffermare la voglia di cultura e godersi un sano pomeriggio attraverso i racconti e le emozioni delle favole, partendo dai più piccoli per arrivare agli adulti. Ieri, di fronte a Palazzo di Città c’erano tanti bambini che insieme ai loro genitori e alla collaborazione dei ragazzi di Sos Cerignola hanno interagito per due ore intense, dando vita a un piacevole pomeriggio, quasi dimenticando la calura opprimente; appesi agli alberi frasi di racconti celebri attiravano lo spettatore verso il mondo fiabesco in cui anche i grandi, nonostante l’età, si ritrovano volentieri. Seppur con poco tempo a disposizione per gli organizzatori l’iniziativa ha avuto molti consensi e ciò non può che avvantaggiare la città di Cerignola che torna a respirare l’aria di eventi che già in passato hanno reso meno noiose le giornate d’estate.

Questo slideshow richiede JavaScript.

  • jack

    Ci sono alcune imprecisioni nell’articolo: l’evento si chiama “Che Librio in città” e, inoltre, hai confuso Sos Cerignola con Sos Sorriso. Per il resto, bellissima iniziativa.