foto Giulia Di Michele

La Libera Virtus guarda anche e soprattutto al futuro, alla crescita del suo cospicuo vivaio: per questo, nell’imminente stagione, alla prima squadra in B2 si affiancherà una nuova formazione, che parteciperà al campionato di serie D. Un progetto strutturato e fatto in casa virtussina, costruito ed incentrato su un gruppo di atlete comprese tra gli anni 1996, 1997, 1998 e le più interessanti prospettive del 2000, 2001 e 2002. A testimonianza della qualità e dell’ambizioso intento della società gialloblu, è arrivata la collaborazione con il Foggia Volley, che fornirà alla causa non meno di tre giocatrici. La guida tecnica sarà affidata a Lino Pollo, fra i più preparati coach in circolazione e con un curriculum maturato su e giù nella Capitanata e nel basso Tavoliere: già a Cerignola fino al 2012 alla guida della serie C, ha poi allenato a Trinitapoli (D maschile) ed Ortanova in D femminile. Lo scorso anno, sempre nella città casalina, ha condotto la compagine in Prima divisione. «E’ una sfida che raccolgo con grande entusiasmo -sottolinea l’allenatore-, per puntare realmente sul settore giovanile. Mi ha colpito l’intraprendenza della società nel perseguire tale obiettivo. Dobbiamo lavorare sicuramente tanto e, certo, vincere aiuterà maggiormente a divertirsi, ma non partiamo con l’assillo del risultato. L’interesse è dare spazio alle nuove leve affinché facciano esperienza e magari -perché no?- portare qualche elemento nell’orbita della prima squadra: questo è il futuro del volley e meglio ancora se a costo zero e tutto in casa!».

La nuova realtà cerignolana porterà il nome dell’azienda di conserve alimentari Dilillo, che non ci ha pensato su due volte a sostenere l’interessante disegno voluto dalla dirigenza. «La mia passione per la pallavolo parte da lontano, dai mitici tempi dell’Italia di Velasco e del mio giocatore preferito, Zorzi. Sono anche un tifoso sfegatato della Juventus, ma invece di percorrere tanti km per andare a Torino, sarò ogni volta al palazzetto per sostenere la Dilillo Libera Virtus. Nelle ultime stagioni mi sono riavvicinato grazie alle imprese della squadra maggiore, ma soprattutto in base alla grande stima e professionalità per ogni singolo componente della società: dai dirigenti (miei grandi amici) allo staff tecnico, dalle ragazze in campo fino agli splendidi tifosi». L’imprenditore appoggia in pieno il principio della maturazione del settore giovanile e si mostra molto fiducioso: «Gli obiettivi quest’anno sono assai ambiziosi con entrambe le squadre, sia in B2 che in D: traguardi possibili (lo si spera) con il grande entusiasmo che dovrà connotare la stagione quasi alle porte». La neonata formazione ofantina si propone come traino per un vivaio, quello della Libera Virtus, che copre tutte le categorie di under e che, nella scorsa annata, ha raggiunto risultati importanti con prospetti di grande potenzialità, ai quali ora non resta che lavorare sodo per aspirare a diventare parte integrante del sodalizio gialloblu. La presentazione della rosa della Dilillo avverrà in contemporanea a quella della prima squadra, in una data che sarà comunicata in seguito.

CONDIVIDI