Nuovi Primari, direttori di struttura complessa, per l’Ospedale di Cerignola “Tatarella”. E’ questa la notizia che stamane rimbalza dalle agenzie di stampa provinciali circa il riordino e il piano di assestamento dell’organigramma ospedaliero il capo alle strutture di maggior rilevanza in Capitanata.

Come confermato dal Commissario dell’Asl Foggia Vito Piazzolla, infatti, sarà Alessandro Vitella, già in servizio presso l’ospedale “Lastaria” di Lucera, ad assumere la responsabilità del reparto di Cardiologia Utic del nosocomio di Cerignola; l’ex primario Michele Cannone, invece, è passato alla struttura di Andria. L’assestamento delle risorse umane in capo al “Tatarella”, inoltre, ha visto anche il passaggio di Matteo Vitulano (dall’ospedale di Manfredonia, ndr.) al reparto di anestesia e rianimazione, pare in seguito a una riduzione delle attività operatorie nella struttura del centro sipontino.

Il Commissario dell’Asl Foggia Piazzolla, in una breve dichiarazione, ha spiegato i motivi e gli obiettivi: «Si tratta di incarichi ad interim; resta la problematica relativa alla presenza di anestesisti che potremmo assumere direttamente, con contratti di 3 mesi, ma sono praticamente introvabili». Problema, questo, già sollevato dai responsabili della struttura cerignolana, in una bagarre dialettica di poche settimane fa, quando alla preoccupazione del Primo cittadino circa la possibilità di disservizi di alcuni reparti durante il periodo estivo, il Direttore Sanitario Rocco Dalessandro spiegò come l’unica vera criticità fosse dovuta alla carenza di anestesisti, non solo nei periodi estivi.