La poca sicurezza percepita dai dipendenti delle stazioni di servizio autostradali nella zona di Cerignola, testimoniata dai numerosi eventi criminosi, a cadenza ormai settimanale, hanno fatto propendere questi per una protesta simbolica al fine di sensibilizzare le autorità preposte ad intervenire quanto prima. la scorsa notte, infatti, l’ennesima rapina è degenerata in una violenta aggressione al barista e questo, ora, non è più accettabile. Lo comunicano gli stessi a lanotiziaweb.it: «Continuiamo a scioperare, sia i dipendenti della stazione Saline Ovest sia quelli di Ofanto Sud, contro la società Autostrade per l’Italia, per la mancanza di sicurezza dato che riteniamo insufficiente l’intervento della sola Polizia Stradale».

E’ evidente l’allarme sicurezza per la zona, e a nulla serve l’azione costante delle forze dell’ordine che, vista la carenza organica, non riescono ad ottemperare a tutti gli impegni. I dipendenti, con questo sciopero simbolico, provano a sensibilizzare l’azienda sul tema, al fine di poter svolgere la propria attività in un clima di tranquillità.