Continuano senza sosta i controlli del territorio dei Carabinieri, rafforzati durante la stagione estiva, che hanno portato alla cattura di tre soggetti per i reati di furto e ricettazione.

Nella notte di mercoledì scorso i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Foggia, a seguito di segnalazione pervenuta al 112, sono riusciti a fermare ed arrestare due soggetti extracomunitari entrambi di origini africane, DALIL Haroun, originario del Ciad classe  ‘90 e AZIZ Dmren, del Marocco  classe 88, che circa due ore prima avevano messo a segno il furto di una Ford Escort in Lesina. Le indagini dei Carabinieri hanno permesso di accertare che nottetempo,  in Lesina, i due avevano perpetrato il furto dell’autoveicolo ai danni di un sessantenne del posto, manomettendone la portiera e il quadro di accensione per poi darsi alla fuga. Giunti lungo la SP544 in Foggia dopo aver percorso strade di campagna i due venivano intercettati dalla pattuglia dei Carabinieri che dopo un breve inseguimento riusciva a bloccarli e ad arrestarli. I rei venivano associati alla locale casa circondariale, a disposizione dell’A.G. e il mezzo veniva immediatamente restituito al proprietario.

Lungo la SS 16, nel corso dei servizi di prevenzione dei reati contro il patrimonio, i Carabinieri intercettavano un autocarro Fiat condotto da un cittadino rumeno, SURUGIU Octavian Costantin, classe ‘80. Il soggetto alla vista della pattuglia tentava di darsi alla fuga, venendo però immediatamente bloccato e perquisito. All’interno del cassone veniva rinvenuta un’autovettura Ford Fiesta in parte già smontata, oggetto di furto in Vasto (CH) pochi giorni prima. Ulteriori accertamenti permettevano di riscontrare che il rumeno circolava a bordo dell’autocarro privo di patente di guida e senza la prevista copertura assicurativa. L’autocarro e l’autovettura venivano sequestrati, mentre il SURUGIU veniva tratto in arresto e tradotto presso la locale Casa Circondariale.

  • Simone

    Gli africani non erano proprio “REI” se hanno dovuto inseguirli!