Nella scorsa notte, in agro di Troia, MARCHESE Michele, imprenditore agricolo 52enne, sorprendeva due individui che si stavano introducendo nel cortile della sua azienda agricola, dopo aver praticato un foro nella recinzione. Nella circostanza l’uomo, dal balcone di casa, sparava due colpi con il suo fucile a pompa cal. 12, legalmente detenuto e caricato a pallettoni, colpendo alla schiena uno dei ladri, che decedeva sul colpo, mentre il complice si dava alla fuga a piedi nelle campagne circostanti. I Carabinieri, intervenuti sul posto dopo essere stati allertati dallo stesso MARCHESE, identificavano il deceduto in DICIOMMA Antonio, 67 anni di Cerignola, con pregresse vicende giudiziarie per reati contro il patrimonio. Al termine dei primi accertamenti, il MARCHESE è stato deferito in stato di libertà all’Autorità Giudiziaria per omicidio colposo. È tuttora in corso il sopralluogo ed i rilievi tecnici a cura della Sezione Investigazioni Scientifiche del Comando Provinciale, finalizzati a chiarire l’esatta dinamica dell’evento.

CONDIVIDI
  • tigre

    Poteva anche sparare in alto non si può mazzate una persona disarmata e anziana vergognia legge e va pure in giro
    .

    • GIUSTIZIA

      stiamo parlando di ladri…quindi di feccia umana..